Il bambino piange? Prendilo in braccio, crescerà meglio

Scritto da
Bambino, piange

Il piccolo piange in modo disperato, non importa se perché ha fame, perché ha bagnato il pannolino, semplicemente perché cerca attenzioni o per qualsiasi altro motivo possibile, ogni volta che succede per le mamme e i papà il dubbio è amletico: cosa faccio? Lo prendo in braccio? Lo coccolo? O rischio in questo modo di assecondare un capriccio?

Se anche a voi è capitato almeno una volta di non sapere come comportarvi davanti al pianto del vostro neonato, una risposta viene da uno studio a firma della psicologa Darcia Narvaez, secondo la quale i bambini che piangono vanno presi in braccio e coccolati, senza paura che ciò significhi viziarli.

Pubblicato sulla rivista online “Applied Developmental Science”, lo studio raccoglie i dati emersi da un’indagine che ha visto sottoporsi ad analisi oltre 600 adulti, dei quali è stato scandagliato il periodo dell’infanzia, per cercare delle simmetrie fra il loro modo di affrontare la vita oggi e il modo in cui sono stati accuditi da piccoli.

Le conclusioni cui giunge Darcia Narvaez danno ragione ai genitori che alla severità preferiscono le coccole: i bambini che da piccoli sono stati presi in braccio e coccolati di più, infatti, tendono a diventare adulti più equilibrati, con una maggior capacità di gestire stress e momenti di tensione. Tenere il polso fermo e lasciare il piccolo a piangere (anche quando il suo fosse solo un capriccio) è tutt’altro che positivo, anzi crea nell’età adulta una difficoltà di controllare ira e rabbia.

Al contrario, calmare subito il piccolo gli farà percepire intorno un ambiente rassicurante e protettivo, con effetti positivi anche negli anni a venire, quando vostro figlio sarà più “resistente” allo stress.

Insomma, cari genitori, abbracci e coccole non possono fare che bene. E voi, siete d’accordo o preferite un approccio più “rigoroso”?

 

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Commenti

  • Valentina De Santis Annalisa Cancelli

    Marina Mattia Marina Mattia 17 febbraio 2016 11:50 Rispondi
  • maternita.it maternita.it 17 febbraio 2016 12:03 Rispondi
  • E se piange anche la mamma?

    Valentina De Santis Valentina De Santis 17 febbraio 2016 12:46 Rispondi
  • Valentina De Santis Valentina De Santis 17 febbraio 2016 12:46 Rispondi
  • Teresa Sartori

    Daniela Baccarini Daniela Baccarini 17 febbraio 2016 13:15 Rispondi
  • Si prendetelo ogni volta che piange così piangerà sempre di più….i bambini si possono e si devono rassicurare qnd piangono ma nn prendendoli ogni volta in braccio….oh mio dio!!!

    Valentina Concu Valentina Concu 17 febbraio 2016 14:37 Rispondi
    • Che prendendoli in braccio piangeranno sempre di più non è vero!

      Monica Cicu Monica Cicu 17 febbraio 2016 23:15 Rispondi
    • Intendo che se appena fanno ueeee scatta la presa in braccio sarà presto un abitudine e quel ueee diventerà uuuueeeeeeee finkè nn li si prende….è elementare i bambini si abituano presto ai vizi!!!poi per me ognuno il suo può tenerlo in braccio anke 18 ore al giorno!!!a ognuno il suo parere

      Valentina Concu Valentina Concu 17 febbraio 2016 23:19 Rispondi
    • Concordo pienamente con te Valentina.

      Irina Palmieri Irina Palmieri 18 febbraio 2016 6:44 Rispondi
  • I bambini bisogna dargli l’amore che cercano. Anche tenendolo sempre con te.. cresceranno prima o poi ma con l’affetto dei genitori che non dimenticheranno mai…

    Miriana Gennaro Miriana Gennaro 17 febbraio 2016 16:18 Rispondi
  • Sì! Non sentite chi vi dice che lo viziate.

    Stefania Ciogli Stefania Ciogli 17 febbraio 2016 17:58 Rispondi
  • Lo faccio sempre con il mio piccolo che ha tre mesi…quelli che dicono che tenendoli in braccio si viziano,non li ascolto minimamente….Lo dice anche il mio pediatra.. Quando e’sveglio bisogna tenerlo in braccio….e se lo dice lui!!!!…

    Maria Antonietta Carlucci Maria Antonietta Carlucci 17 febbraio 2016 19:17 Rispondi
  • Mai prenderlo sempre in braccio ….
    .nn per i vizi.ma più s prende in braccio più strillera’. Lasciateli piangere anche un po che va bene così!

    Manu Sofia Roby Manu Sofia Roby 17 febbraio 2016 20:27 Rispondi
  • Io l’ho provato!! Tanto e vero che i fratellini mi dicono sempre prova mamma con la manovra di facebook!!

    Angie Martinez Angie Martinez 17 febbraio 2016 21:10 Rispondi
  • Ruggiero Lanotte

    Mia Luisa Violante Mia Luisa Violante 17 febbraio 2016 22:30 Rispondi
  • io sono di modena VORREI SAPERE COME ADERIRE A QUESTA INIZIATIVA DOVE ANDARE , GRAZIE LORENA ZANASI MAIL LORENAZANASI@LIBERO.IT

    lorenazanasi@libero.it' lorena 10 marzo 2016 21:29 Rispondi
  • I bambini sono il nostro futuro xké abbadonarli mi piange il cuore sono con il pensiero io sono disposto x questa iniziativa sono la nostra vita

    licarisalvo@alice.it' salvatore 26 aprile 2016 19:47 Rispondi
  • E stupendo donare tanto amore e tante attenzioni ai neonati abbandonati

    angelagiunti@gmail.com' Chiara 21 novembre 2016 15:26 Rispondi
  • vorrei sapere come e chi contattare per essere una donatrice di coccole grazie

    danielapingu@hotmail.it' daniela gritta 4 gennaio 2017 12:06 Rispondi
    • Buongiorno Daniela, deve rivolgersi alle associazioni di volontariato che prestano servizio in ospedale nel reparto neonatologia. Gli ospedali della sua provincia sapranno dare informazioni in merito!

      info@maternita.it' Redazione 4 gennaio 2017 12:36 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *