Latte di crescita: come orientarsi nella scelta

Scritto da
latte crescita per bambini

I primi due anni di vita di ogni bambino sono fondamentali per il loro corretto sviluppo sia fisico che emotivo. Durante i primi ventiquattro mesi infatti, inizieranno a stringere rapporti umani che ne corso degli anni a seguire diverranno sempre più forti e, mediante una corretta alimentazione, inizieranno a crescere in maniera armonica. L’alimentazione quindi non può essere lasciata al caso e merita particolare attenzione la scelta del latte giusto.

Latte di crescita: come fare la scelta?

Il maggiore apporto proteico che hanno i bambini così piccoli è quello presente nel latte. Terminato il periodo di allattamento al seno o, in ogni caso, dopo il compimento del primo anno, si può ricorrere al latte di crescita. Questo particolare latte è ricco di proteine e apporta corretti quantitativi di vitamine, calcio e ferro. Alcuni esperti sostengono che, proprio per il suo ottimo bilanciamento e per i gran quantitativo di ferro che contiene, il latte di crescita debba essere adoperato fino al terzo anno d’età, abbinandolo ovviamente a una dieta equilibrata e sana.

Il latte di crescita ricco di micronutrienti indispensabili

Marcello Govannini, professore emerito di pediatria presso l’Università degli studi di Milano, il latte di crescita avrebbe, a differenza di quello più comune di mucca reperibile in commercio, un quantitativo maggiore di micronutrienti indispensabili per il corretto sviluppo del sistema sia neurologico che immunitario. Inoltre, i polisaccaridi presenti, sarebbero molto più digeribili rispetto al lattosio.

Latte di crescita: come superare il cambiamento alimentare

Nella fase della scelta del latte di formula, è sempre necessario chiedere il parare del pediatra. Infatti ciascun pediatra ha solitamente maturato sul campo una notevole conoscenza del settore che gli consente di prescrivere il latte più indicato per ogni singolo bambino in merito alle sue caratteristiche. I bambini faticano ad adattarsi ai cambiamenti alimentari. All’inizio spesso è necessario insistere qualche giorno prima che inizino a bere questo latte ed è possibile che si verifichino delle difficoltà a livello intestinale. In questo secondo caso è consigliabile cambiare latte per risolvere efficacemente il problema.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Allattamento · Allattamento artificiale

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *