Osteoporosi in gravidanza: sintomi e cura

Scritto da
osteoporosi in gravidanza

L’osteoporosi può colpire le donne anche in gravidanza o durante l’allattamento: il corpo materno fornisce al feto e poi al neonato un grande apporto di calcio e la densità minerale ossea, in alcuni casi, ne risente.

In alcuni casi eccezionali questi cambiamenti possono provocare l’osteoporosi. Ecco perché in questi periodo così delicati è bene aumentare l’assunzione di calcio e vitamina D.

Quali sono le cause dell’osteoporosi in gravidanza?

Fortunatamente, l’osteoporosi in gravidanza non è molto frequente. Le cause sono sconosciute, ma è probabile che dipenda da fattori genetici, da bassa assunzione di calcio durante l’infanzia, peso troppo basso e trattamenti prolungati con corticosteroidi e tabagismo.

Sintomi dell’osteoporosi in gravidanza

L’osteoporosi in gravidanza si presenta in genere alla prima gravidanza. Il sintomo più frequente è il dolore della colonna a livello dorso-lombare che può essere appena percettibile o invalidante, impedendo ogni tipo di attività fisica. Non c’è un decorso standard e di solito sparisce completamente dopo il parto o la sospensione dell’allattamento. Spesso i sintomi sono sottovalutati dai medici perché il mal di schiena è un sintomo normale della gravidanza.

Ma se il dolore è veramente troppo intenso è meglio non perdere tempo e rivolgersi a uno specialista. Una caratteristica che si presenta sempre è la diminuzione della massa corporea, associata o meno all’incurvamento della colonna vertebrale. Conseguenza dell’appiattimento o della frattura delle vertebre.

Qual è il trattamento per l’osteoporosi in gravidanza?

Prima di tutto è indispensabile ridurre l’uso di cortisonici e analgesici. È fondamentale smettere di allattare il bambino e assumere calcio e vitamina D. In casi gravi di osteoporosi, lo specialista può decidere di prescrivere medicinali che aumentino la mineralizzazione delle ossa, per recuperare la densità persa.

Seconda gravidanza si o no?

Se si decide di avere una seconda gravidanza è bene consultarsi con un medico che saprà consigliare la donna sul da farsi e potrà suggerire eventuali trattamenti da svolgere prima della gravidanza. 

Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *