Noi Mamme? Siamo acrobate multitasking!

Scritto da
mamme-multitasking Rebecca Redding

In un periodo in cui la nostra lingua continua ad arricchirsi di anglicismi, l’espressione multitasking, con cui si indica la capacità di svolgere più funzioni contemporaneamente, pare calzare a pennello per descrivere le mamme moderne. Ne rappresenta un emblematico esempio la blogger trentaduenne Constance Hall, iperattiva ed efficiente madre di 4 figli (di cui 2 gemelli).

La foto che ha reso celebre qualche tempo fa la blogger australiana Costance Hall e che ha ricevuto più di 20.000 like, la ritrae mentre tiene con i piedi i biberon dei suoi gemelli, avendo, evidentemente le mani impegnate in altre attività.

La medesima foto che ha decretato il successo di questa mamma-sprint è stata recentemente ripostata sul proprio profilo dalla blogger, commentando il ricordo con la seguente didascalia: “Ho trovato questa foto flashback della mia incredibile capacità di essere multitasking. Il mio attaccamento per l’Iphone non è ancora stato sconfitto da questi 2 cuccioli”. La donna, fondatrice e autrice del sito The not Secret Life of us, ha invitato poi

Le foto ricevute sono davvero spiritose e originali e dimostrano come la donna sia ontologicamente una creatura multitasking e che questa sua peculiarità si amplifichi all’ennesima potenza quando diventa madre di uno o più figli. Ricordiamo, infatti, che essere genitrici oggi significa sapersi occupare contemporaneamente della gestione della casa, dell’educazione dei figli, della propria carriera e del proprio compagno (in qualsiasi situazione). Senza tenere conto che per la donna esiste anche l’obbligo sottinteso di curare la propria immagine e il proprio look, affinché possa mostrarsi sempre impeccabile e in perfetta forma.

Una domanda sorge spontanea: dove troverà la forza e le energie sufficienti per essere una infaticabile super-girl?  

mamme multitasking Constance Hall

mamme multitasking Rose Leigh

mamme multitasking allattamento Louise Wray

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *