I neonati sognano più degli adulti?

Scritto da
i neonati sognano
info@maternita.it'

Sebbene possa sembrare strano, tutti i neonati sognano e spesso anche più degli adulti! Ad una settimana di vita dormono circa 16 ore al giorno, e anche dodici mesi più tardi il sonno impegnerà 13 ore della loro intera giornata. E durante quelle ore i sogni dei neonati saranno davvero tanti!

Perché i neonati sognano?

Come gli adulti, i neonati hanno bisogno di dormire per riposare il corpo e la mente. Ed anche loro affrontano dei veri e propri “cicli del sonno”: non appena ci si addormenta, si entra in una fase di sonno leggero, durante la quale può accadere facilmente di svegliarsi. Quando il sonno si fa più profondo, la mente si riposa, prima di tornare nuovamente alla fase di sonno leggero.

Questi cicli negli adulti durano circa 90 minuti, mentre nei neonati hanno una durata più breve, di circa 50 minuti. I sogni si hanno proprio durante la fase di sonno leggero: ecco perché i neonati sognano più di tutti.

Come possiamo dire se il bimbo sta sognando?

Esistono dei segnali che possono farci intuire quando i neonati sognano mentre stanno dormendo: innanzitutto possono sorridere. Anche durante il primo mese di vita, se si nota che nel piccolo un sorriso spontaneo durante il sonno, significa che è nella sua fase di sogno, probabilmente piacevole!

Un altro segnale è rappresentato dal movimento degli occhi: se si notano degli spostamenti sotto le palpebre, sicuramente il piccolo sta sognando. Gli studiosi sostengono che ogni qualvolta si verifica un rapido movimento degli occhi durante il sonno, significa che la scena del sogno sta cambiando.

Ancora, piccole contrazioni del corpo o lievi sussulti del neonato possono essere un segnale di sogni in corso: generalmente non si tratta di incubi, in quanto i brutti sogni iniziano ad arrivare tra i tre ed i sei anni, quando il bimbo comincia ad avere le sue prime paure. In ogni caso, sogni belli e brutti aiutano lo sviluppo mentale e sono una scusa perfetta per sperare che i piccoli dormano un po’ di più!

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Nanna

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *