Incoscienti organizzate: il cesareo programmato

Scritto da
Parto cesareo programmato

Non credevo fosse possibile, ma alcuni ginecologi compiacenti consentono alle partorienti di programmare il proprio parto optando per il taglio cesareo, senza che vi sia alcuna indicazione clinica. Non penso che si tratti di semplici maniache del controllo, ma piuttosto di persone incoscienti, mal consigliate e completamente disinformate. Colpa dei medici, del cosiddetto fenomeno dell’eccessiva medicalizzazione del parto, oltreché dell’estrema leggerezza e della completa mancanza di discernimento di talune donne.

Resto convinta del fatto che si tratti di un abuso bello e buono, che fa comodo da una parte al personale sanitario dei punti nascita (per esigenze pratiche e interessi economici) e, dall’altra, a quelle future mamme che amo definire “incoscienti organizzate”.

Sì perché generalmente le donne che “prenotano” il parto arrivano al reparto maternità tutte imbellettate, con la camicia fresca di lavanderia, il beauty e il corredino da ospedale (completo di coperta di lana anche se siamo nel mese di agosto!) già lavato con il detersivo ammazza-microbi. Queste stesse donne se ne fregano, tuttavia, di avere arbitrariamente negato al proprio figlio la possibilità di venire al mondo naturalmente, non lasciandogli il tempo necessario di passare senza traumi dalla vita uterina a quella del mondo esterno. D’altra parte sembra che esse ignorino che solo con un parto fisiologico, il bambino, avendo qualche ora in più a disposizione, potrà fruire di benefici per il sistema cardio-respiratorio e neurologico. Infine mi chiedo: nessuno ha mai detto loro che, in fase di travaglio, la mamma e il bambino sviluppano i medesimi ormoni, in grado di creare tra i due un contatto più intimo e profondo?

Parto naturale vs cesareo programmato

Sia chiaro, dunque, a tutte le incoscienti organizzate: il bambino che nasce col cesareo non gode degli stessi vantaggi di un bambino nato con il parto naturale e che, del resto, quest’ultimo è sempre da preferire (ovviamente quando è possibile) sia per il benessere della mamma che del bambino. Per cui se decidete a priori di ricorrere all’intervento chirurgico mi auguro almeno che siate divorate dai sensi di colpa e che vi convinciate del fatto che si tratta di una decisione deprecabile e assolutamente inopportuna.

Care incoscienti organizzate sappiate, inoltre, che non potrete ricoprire immediatamente i vostri piccoli di ninnoli e fiocchi  kitsch (i medesimi che appenderete fuori la porta di casa), perché il nuovo nato ha bisogno di rimanere nudo sulla vostra pancia al fine di creare con voi un legame non solo psicologico, ma anche fisico. Poi potrete finalmente infilargli le deliziose tutine celesti o rosa shocking per introdurlo di diritto nel vostro mondo di confetti, bomboniere e inutili gingilli.

Sono una futura mamma disorganizzata e me ne vanto: evviva il parto naturale, evviva gli anticorpi e abbasso il cattivo gusto!

Ps: sono sempre più convinta del fatto che prima di diventare genitori sarebbe necessario essere sottoposti a un severo test attitudinale.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Travaglio e parto

Commenti

  • Mi sembrano giudizi un po eccessivi….comunque. ..

    Micaela Muscio Micaela Muscio 22 aprile 2016 14:01 Rispondi
    • Secondo me chi ha scritto queste cose e’ una donna frustrata…..come si possono esprimere giudizi cosi brutti su chi deve o sceglie di fare il parto cesareo? Mi dispiace per te che sei cosi’ piena di risentimento per donne che alla fine si ritrovano a vivere il momento piu’ bello della loro vita a prescindere da come venga al mondo il bambino

      moniquesanto78@hotmail.com' monik 19 maggio 2016 10:46 Rispondi
  • Marena Vlashi informati bene eh

    Stefania Bonagura Stefania Bonagura 22 aprile 2016 14:01 Rispondi
    • Dipende da caso a caso Stef e anche dall’eta della partoriente. Conosco mamme che hanno fatto parto cesareo e hanno avuto una connessione psicologica e affettuosa con il bambino molto più forte che le altre. Perciò non sono d’accordo con questo articolo di una incoscente

      Marena Vlashi Marena Vlashi 23 aprile 2016 1:00 Rispondi
  • Sono sempre del parere che non si deve giudicare

    Rita Appeddu Rita Appeddu 22 aprile 2016 14:04 Rispondi
  • Articolo da integralista (e ho avuto un parto naturale).

    Lavinia Marenco Lavinia Marenco 22 aprile 2016 14:05 Rispondi
  • Fiera di essere incosciente organizzata . Ma che stai a di ?????

    Laura Boldrini Laura Boldrini 22 aprile 2016 14:05 Rispondi
  • Esagerazioni a go go!sempre a giudicare! Ma nulla da fare è’?

    La Vale La Vale 22 aprile 2016 14:05 Rispondi
  • Ma questa mamma chi caspita si crede di essere per poter parlare di disgusto, incoscienza e cattivo gusto?

    Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:07 Rispondi
  • Questa fa parte dello stesso gruppo di integraliste cui fanno parte quelle che si vantano di allattare al seno anch e in pubblico giudicando inopportune o ignoranti chi allatta con il biberon
    Ma che vada al diavolo lei

    Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:09 Rispondi
  • Prima di fare articoli di questo genere. …dovresti conoscere molte e molte cose che forse non sai!

    Roberta Tirapelle Roberta Tirapelle 22 aprile 2016 14:10 Rispondi
  • Parole e giudizi troppo pesanti! Non ho visto tutte queste mamme così infighettate come descritte qui, ma piuttosto comunque emozionate! Il cesareo ha salvato la vita di mia figlia… Sono orgogliosa di chi mi ha tagliato e della cicatrice che indosso…. La più bella che ci possa essere!!!

    Chiara Buzio Chiara Buzio 22 aprile 2016 14:12 Rispondi
  • Non si augura il male a nessuno ci mancherebbe ma le toccasse un cesareo d’urgenza capirebbe qualcosa visto che ora di capire non ne vuol sapere
    Il cesareo senza motivo lo puoi fare solo in una clinica privata sborsando fior di quattrini, non certo in un ospedale civile e pubblico
    Io arrivai imbellettata come dice lei al mio primo cesareo programmato perché ma o figlio era podalico
    Ma ho invidiato quelle che dopo mezz’ora dal parto erano in piedi con il figlio in braccio, io ho insultato tutti i santi per alzarmi dal letto e ho tenuto mio figlio in braccio stando in piedi dopo 10 giorni quindi si deduce che il cesareo non è proprio una passeggiata

    Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:12 Rispondi
  • Nessuno ha diritto di giudicare le scelte altrui senza conoscere la loro storia.
    Ogni gravidanza è diversa, e molte volte scegliere un cesareo è la scelta migliore.
    Io aspetto due gemelle, e con mio marito abbiamo optato per il cesareo… prima di tutto il bene delle bimbe.

    Silvia Padoan Silvia Padoan 22 aprile 2016 14:14 Rispondi
  • Innanzitutto non è vero che i medici ti portano al cesareo senza indicazione medica perché io sto combattendo con tre ospedali e nessuno vuole farmelo,ho avuto due parti naturali e per esigenza se pur mia ora voglio fare il tc ma non sto qui a spiegare,in entrambe i casi cmq ci sono pro e contro sia per il bambino che per la mamma,ogni esperienza è strettamente personale e ognuno è libero di poter scegliere assumendosi tutta la responsabilità del caso,ad ogni modo sono felice di essere una incosciente organizzata come definisce la cara signora del post,poi ci sono diverse modalità per esprimere un parere…..scenda in terra poi ne riparliamo!

    Susanna Pozone Brando Susanna Pozone Brando 22 aprile 2016 14:16 Rispondi
  • Chi ha scritto questo articolo è da tso

    Alessandra Mastella Alessandra Mastella 22 aprile 2016 14:17 Rispondi
    • Cara Alessandra, a noi sembra solo un’opinione. Sopra le righe, si può essere d’accordo o non d’accordo. Ma lasceremmo le diagnosi ai medici.

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 14:50 Rispondi
      • be’, intanto la persona che ha scritto l’articolo si è permessa di fare “diagnosi” di “madri inadeguate” a coloro che non sfruttano i benefici del parto naturale…. mai sentito parlare di legame di attaccamento? non mi pare che John Bowlby abbia parlato di ormoni durante il parto, ne’ che l’attaccamento insicuro fosse causato dal mancato scambio di sostanze per colpa di un cesareo. E quando Winnicott ha parlato di preoccupazione materna primaria, non mi sembrava che la riferisse alla preoccupazione di scegliere il parto naturale!!! Mi scuso se sto facendo uso di dati SCIENTIFICI poco comprensibili a chi non vede al di là del proprio naso…

        la_sara_1980@libero.it' sara 14 maggio 2016 3:05 Rispondi
  • Farà parte di quelle mamme che fanno a gara a chi ha fatto più ore di travaglio e chi ha avuto più punti…che tristezza

    Rita Appeddu Rita Appeddu 22 aprile 2016 14:20 Rispondi
  • Ma almeno una l ha letto l articolo???

    Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 14:20 Rispondi
    • Si Vittoria scritto da una pazza che generalizza
      Ovvio che già solo pagare X partorire è una follia
      Quindi andrebbero escluse le cliniche private ma nel pubblico queste cose NON SUCCEDONO
      quindici avrà visto solo le cliniche private, se frequenta questi posti meglio stia proprio zitta del tutto

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:22 Rispondi
    • Cara Laura, le autrici del nostro portale non sono delle “pazze”, ma hanno avuto delle esperienze dirette e tangibili, condivisibili o meno. In ogni caso, essendo in un Paese democratico, noi diamo voce a tutti ed è giusto che chiunque abbia lo spazio per condividere un’esperienza. Augurare il silenzio quando si dissente da un’idea non è esempio di lungimiranza.

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 14:28 Rispondi
      • Poiché è una futura mamma, su quali esperienze dirette si basa? Sopratutto a riguardo di salute post natale e rapporto madre figlia/o. Perché essere zia o amica di una mamma non è “vivere la maternità “. Non auguro il silenzio, ma una vera riflessione, perché la scrivente del post non ha dimostrato lungimiranza alcuna nell’augurare sensi di colpa. Quelli una madre li avrà sempre, a prescindere, sia che( per usare una terminologia cara alla sigra) si tratti di una madre organizzata o disorganizzata..

        lusillas@gmail.com' Lucia 22 aprile 2016 16:09 Rispondi
    • Per carità come lei ha detto la sua noi, al plurale, perché non sono la sola voce mi pare, diciamo la nostra, pro o contro che essa sia

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:29 Rispondi
    • Nel pubblico succedono eccome … Come succede che vengano date le maternità anticipate a donne che non ne avrebbero assolutamente bisogno né per la tipologia di lavoro ne per l andamento della gravidanza.. Succedono e succedono sempre più spesso e non mi pare di aver letto che è una passeggiata il cesareo… Chiaramente suppongo che una donna che arriva dopo aver rotto le acque e in balia delle doglie sarà sicuramente meno posata di una che arriva ad “un appuntamento prefissato” dopo aver avuto tutto il tempo di farsi un bagno caldo e sistemarsi come più si sente a proprio agio … Da qui il termine “imbellettate” … In secondo luogo ha escluso i cesarei x motivazioni cliniche praticamente alla seconda riga… A volte basta solo leggere con un po di obiettività…

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 14:29 Rispondi
    • Io la trovo cattiveria gratuita per chi ha scelto una via piuttosto di un’altra anche fosse solo per esigenze personali
      Non ho però mai sentito di ospedali pubblici che fanno i cesarei a richiesta, quanto meno non nel caso di prime gravidanze ma a volte nemmeno alla seconda quando quasi quasi dovresti avere una corsia preferenziale essendo leggermente più a rischio di chi ha in precedenza fatto un parto naturale.

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:32 Rispondi
    • Non si parla di piccoli e ovattati ospedali… Ma basta spostarsi nella città più vicina e accade più spesso di quanto credi … Corsia preferenziale x cosa? Perché un intervento possa decidere quanti figli possa avere al massimo??? Semmai ha più senso il contrario….

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 14:35 Rispondi
    • No. Se si ha già avuto un cesareo si è più a rischio, la madre non il bambino, di eventuali rotture uterine e quindi viene chiesto se si vuol partorire naturalmente o rifare un cesareo. La donna può decidere da se o affidarsi al medico che la consiglia, magari per delle aderenze precedenti è consigliabile un ulteriore cesareo. Comunque Bra o Alba lo propongono, a Savigliano puoi implorare che non te lo fanno.
      Ma basta andare nella nazione vicina, Francia, dove esiste il parto indolore per tutte le donne, cose che qui per avere un’epidurale devi andare al S. Anna… Questo è assurdo

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:39 Rispondi
    • Se proprio li dobbiamo nominare ( cosa che avrei voluto evitare per una questione di logica) a Savigliano sono estremamente attenti e valutano le varie casistiche per fare o meno un secondo cesareo … Nel caso a me più vicino hanno semplicemente detto che non potevano fare null altro se non aspettare che le cose svolgessero il proprio corso e se la situazione non fosse cambiata in certo tempo sarebbero dovuti intervenire per evitare sofferenza… Sai non capisco proprio prima dici tutti i contro di un parto cesareo e poi quasi ti scagli con chi cerca in ogni modo di partorire naturalmente… Detto ciò per quel che riguarda l epidurale al S.Anna c’è tutta una scuola di pensiero ben spiegata da qualsiasi ostetrica che sia passata da lì … Ma metterla qui sarebbe troppo lunga.. E sicuramente non vengono a spiegarla durante un parto e non ha nulla a che fare con la somministrazione di medicinali/ambiente tossico ma è decisamente più profonda e sensata

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 14:51 Rispondi
    • No no io non mi scaglio con chi partorisce naturalmente, ognuno fa le proprie scelte, anche solo per esigenza trovo sbagliato sparare a zero su chi sceglie un cesareo giudicandola quasi una madre degenere
      Lo trovo molto ingiusto
      Poi se ci fosse come in Francia il parto indolore PER TUTTE ci sarebbero forse meno cesarei fatti da donne che purtroppo lo reputano migliore del naturale…

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 14:55 Rispondi
    • Infatti l articolo non si scaglia contro tutte le mamme che partoriscono con un cesareo, ma distingue e crea un argomento di discussione su chi lo sceglie senza una motivazione valida ..tutto lì.. Il parto indolore??? Bella conquista ma sono sicura che il 100%delle donne che hanno sofferto le pene dell inferno per rimanere incinte sono contente per ogni singolo dolore che hanno dovuto sopportare.. Ripeto ogni tanto basta un minimo di obiettività nella lettura e di comprensione sul fatto che magari i piani di scrittura e di lettura non sono sempre gli stessi..

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 15:03 Rispondi
    • Il problema credo sia il fatto che un sito come maternità.it non dovrebbe pubblicare simili articoli palesemente discriminatori per poi celarsi dietro l democrazia accusando chi le critica

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 15:09 Rispondi
    • Ma non sono discriminatori… Tu li stai leggendo così … È la stessa cosa era stata per l articolo sull allattamento… Parlava della bellezza dell allattamento e basta e l hai interpretato come un articolo contro chi non ha allattato .. E questo idem… Parla dei benefici , ovviamente quando le condizioni cliniche lo permettono, di affrontare un parto naturale a fronte di uno cesareo … Nulla di più … Rileggilo con occhi più obiettivi e vedrai che è così..

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 15:14 Rispondi
    • Vittoria Valentine io sono una mamma di 45 anni che ha patito le pene dell’inferno per avere un bambino …. Alla fine ho avuto questa opportunità e ho programmato il mio cesareo … E ne sono fiera …mia figlia è nata in 4 minuti senza soffrire!!!!

      Amalia Ricci Amalia Ricci 22 aprile 2016 15:36 Rispondi
    • Non c’entra nulla questo intervento con la discussione ma ok sono felice per te e per la tua piccola Amalia Ricci

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 15:41 Rispondi
    • Un conto é esporre gli svantaggi di un cesareo, che é un intervento chirurgico invaso, in termini pacati, sereni e seri. Un conto è insultare chi lo fa (anche solo per ingestibili timori personali ), ridicolizzando anche l’attenzione che si presta nel preparare il necessario al piccolo, augurando sensi di colpa e dando per certo danni emotivi e deficit immunitari.

      Lucia Siano Lucia Siano 22 aprile 2016 17:04 Rispondi
    • Lucia Siano appunto che un sito come maternità.it pubblichi articoli così ridicolizzanti lo trovo assurdo perché si rende, il sito, troppo di parte
      Chissà se pubblicherebbero mai un articolo in cui vengono esposti i grandi vantaggi dell’allattamento artificiale… Ne dubito

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 17:45 Rispondi
    • Siamo al punto di partenza… Era un modo per dire “mamme rilassatevi che i bambini sono sempre nati e cresciuti bene anche senza disinfettare qualsiasi superficie toccassero, smettetela di tenerli sotto una campana di vetro …” Ma purtroppo il titolo di mamma fa si che ci si senta onniscienti… Amen..

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 18:08 Rispondi
    • Io non ho la scienza infusa, ma avendo fatto un cesareo e rifacendone un secondo non mi sognerei di dare dell’incosciente a chi vuol fare il parto naturale senza epidurale ad esempio o non ridicolizzo chi scegli l’allattamento al seno solo perché io ho scelto quello artificiale (ops sono costretta a sceglierlo) l’articolo ha invece questi toni per questo io e tante altre mamme si sono sentite toccate nel vivo, ma forse ci si sente toccare in quanto mamme, chi non lo è, non volermene, non è un insulto, non riesce a capire certe situazioni spesso moooolto delicate a cui si è sottoposte in periodo moooolto particolari come la gravidanza

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 18:18 Rispondi
    • Il fatto è chi ha scritto il post che da aria di sentirsi pervasa da scienza infusa. Volevo il parto in acqua, alla fine della fiera cesareo d’urgenza, ho appena intravisto la bimba perché l’hanno portata in tin. L’ho vista la sera dopo. Presa in braccio x mezz’ora. Poi dopo tre giorni di spola tra i due reparti era con me Risultato: ho allattato per 15 mesi e nonostante l’abbia abituata a non stare sempre con me, per gestire al meglio l’ansia da separazione é coccolosa e (facendo gli scongiuri) gode di buona salute. Contrariamente a quello che è scritto nell’articolo.

      Lucia Siano Lucia Siano 22 aprile 2016 18:33 Rispondi
    • Scusate ma se vi dicono che bere la spremuta d arancia aiuta a non prendere il raffreddore., voi lo leggete come “se non bevi la spremuta d arancia prenderai di sicuro il raffreddore o come chi la beve è immune?” … Perché se è così il problema di fondo è la comprensione del testo … E poi la parte che viene ridicolizzata è la TROPPA apprensione.. Inutile e anzi talvolta dannosa.. Laura Fulcheri non lo prendo come un insulto perché sono consapevole del fatto che quando una cosa non è una scelta ( come può essere per te l allattamento) la cosa non può andare ad insultarmi .. Ma se poi proprio nello stesso commento parli di tatto beh c’è qualcosa che non mi quadra..

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 19:17 Rispondi
    • Ma leggendo l’articolo vengano ridicolizzate le donne che fanno il cesareo X scelta e non X motivi clinici (questo obiettivamente) e questo è sbagliato perché non si sa cosa ci sia dietro e queste cose solo chi è madre può saperlo, questo pensiero non volevo ti turbasse poiché ancora non sei mamma
      Io la prima volta ho fatto il cesareo perché era doveroso e questa volta è una scelta mia e il fatto che la mamma del post ridicolizzi me o chi fa una mia stessa scelta simile mi dà molto fastidio perché anche se in democrazia non si mettono in ridicolo le donne in questo modo dicendo che è sbagliato perché lei ha scelto un’altra via che lei riteneva più consona o corretta, affari suoi ma il suo modo di fare è sbagliato e ancor più errato è il pubblicare un simile articolo da un sito importante, non si tratta di un commento come stiamo facendo noi, ne è stato fatto un articolo questo è sbagliato perché quasi si brandisce la bandiera della vittoria dalla parte sbagliata

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 20:39 Rispondi
    • Laura Fulcheri ripeto … Vuoi difendere la tua tesi fallo.. Vuoi mettere in piazza i fatti tuoi fallo ma i fatti miei se non li ho citati sarebbe opportuno lasciarli fuori… Detto ciò forse proprio perché sono più obiettiva non ho l articolo come un invettiva ma un semplice ragionamento con un po di ironia in alcuni punti per stemperare l argomento delicato..

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 21:16 Rispondi
    • Va bene, la vediamo da due diversi punti, il mio simile a quello di tante altre, un motivo ci sarà.
      Il ragionamento nell’articolo c’era, seppur di dubbio gusto e di ironia… Mah saran punti di vista di nuovo ma non l’ho colta
      Detto questo non volevo sbandierare i fatti miei, o comunque meno di come han fatto tante altre che son scese nei particolari, per quanto riguarda te ho fatto una considerazione generalizzata e obiettiva pur senza sapere i particolari che appunto sono tali e restano tuoi personali, senza offese ovviamente, non era certo mia intenzione offendere o altro ci mancherebbe

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 22:03 Rispondi
    • se decidete a priori di ricorrere all’intervento chirurgico mi auguro almeno che siate divorate dai sensi di colpa e che vi convinciate del fatto che si tratta di una decisione deprecabile e assolutamente inopportuna.

      Questo scrive la mamma del post
      Bene, io scelgo il secondo cesareo, una scelta, senza motivazioni cliniche, e allora? Non ho sensi di colpa, nessuno, che sia una scelta deprecabile è inopportuna lo dice lei perché non sa cosa ci sia dietro la mia scelta

      Poi va a parlare dei gingilli e dei fiocchi kitsch beh se a lei nn piacciono fa benissimo a non usarli, se nn vuol mettere i fiocchi fuori dalla porta ok ma da qui a definirli di cattivo gusto…beh de questa è la sua ironia è davvero da quattro soldi
      Per questa saccenza mi sento offesa e accusata senza motivo

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 22 aprile 2016 22:10 Rispondi
    • Un po come dire che certe persone non devono mettere i leggings …ah già quello non c’è scritto nell articolo , chissà dove l avrò letto…dai su Laura non puntiamo il dito quando noi siamo i primi a ironizzare e disprezzare ciò che non ci piace…

      Vittoria Valentine Vittoria Valentine 22 aprile 2016 22:22 Rispondi
  • Cesareo programmato e non mi vergogno a dirlo..e vorrei dire alla mamma dell’articolo che il cesareo è il modo migliore per far nascere un bambino i contro sono solo per la mamma.. ad ogni modo non capisco perché giudicare una persona che sceglie di partorire con un cesareo e tanto per aggiungere sono andata in tuta e per niente infighettata

    Elisa Bannò Elisa Bannò 22 aprile 2016 14:22 Rispondi
    • Mi associo io secondo figlio cesareo programmato. .. e non mi vergogno a dirlo a Giugno nascerà la mia terza bimba e farò lo stesso

      Teresa Cuomo Teresa Cuomo 22 aprile 2016 14:27 Rispondi
    • Una mamma che ha fatto il cesareo con me veniva da un precedente parto naturale e ha avuto un sacco di problemi, poi per carità il parto naturale è sicuramente il modo più “naturale” per far nascere un bambino ma di sicuro non è sinonimo di sicurezza così come il cesareo non è sinonimo di problemi. La dott.ssa che mi fece l’eco del terze trimestre mi disse che il cesareo in realtà è la cosa migliore per il bimbo ma che purtroppo in Italia c’è tanta disinformazione. . Per onor del vero io avevo paura del naturale

      Elisa Bannò Elisa Bannò 22 aprile 2016 14:33 Rispondi
    • Io avrei potuto fare un v-bac ma ho avuto paura lo ammetto. ..ho programmato il cesareo. Premetto che avrei voluto che tutto andasse come natura vuole, (ma dopo 18 ore di travaglio hanno dovuto “tagliare” d’urgenza), ma anche il cesareo programmato è un appuntamento x il quale ci si prepara con un’emozione tale che chiunque abbia scritto st’articoko mi chiedo come non abbia trovato una sorta di MAGIA x quel “primo incontro “….e che lo sminuisca in questo modo.

      Micaela Muscio Micaela Muscio 22 aprile 2016 15:32 Rispondi
    • Giovanni Giò Perrino ti stimo troppo

      Elisa Bannò Elisa Bannò 22 aprile 2016 17:54 Rispondi
  • Salve a tutte non mi piace scrivere o comnentare,ma questa volta scrivo qualcosa a prescindere che io non voglio offendere nessuno,tutto questo è perché non abbiamo niente da fare che stare a giudicare tutti e tutto,siamo in un mondo dove ogni uno di noi fa le sue scelte giuste o sbagliate che siano,tanto di cappello x chi allatta,ma altre tanto a chi allatta con il biberon;sono due diverse scelte che vanno rispettate perché in fondo non sappiamo il motivo,come la scelta di un parto se farlo naturale o Cesario,io ho scelto di fare 4 parti naturali ed allattare,ma non ho mai giudicato o criticato perché nel momento in cui diamo la vita saremo delle mamme con tanto di responsabilità di fare delle scelte a volte giuste a volte sbagliate,invece d ovvremmo aiutarci e sostenerci,e poi allattare un pubblico si può fare l importante che si è discreti,e poi le donne che allattano sia con il seno o con il biberon e il momento più dolce che ci sia il momento in cui non eiste niente altro che il nostro dono più prezzioso,se non cominciamo noi a dare l esempio un giorno lo faranno i nostri figli ricordatevelo,buona giornata a tutti,in cominciamo a rendere questo mondo più umani e più umile

    Ilenia Paolino Ilenia Paolino 22 aprile 2016 14:23 Rispondi
    • Brava questa mamma!!!!

      Irene Del Fabro Irene Del Fabro 22 aprile 2016 14:28 Rispondi
    • Grazie Irene Del Fabro,ho scritto quello che sento,passiamo la metà del nostro tempo a leggere post sul web e poi a criticare,mentre il tempo passa e ci sfugge dalle mani e trascuriamo ciò che è veramente importante,goderci i nostri figli la vita le giornate,e tutti ciò che ci circonda,per cose inutili se stiamo a lamentarci a criticare non rendiamo niente di bello ma lo rendiamo solo ancora più marcio siamo un esempio sbagliato

      Ilenia Paolino Ilenia Paolino 22 aprile 2016 14:44 Rispondi
  • Buongiorno,
    Non condivido assolutamente quanto da Lei scritto!!! Ogni gravidanza è diversa e ritengo che entrambi i genitori siano liberi di scegliere se affrontare un parto naturale o un parto cesareo. Nessuno deve giudicare le scelte altrui. Io aspetto due gemelle… e dopo una lunga riflessione con mio marito abbiamo deciso di programmmare il parto cesareo, al fine di tutelare le bimbe. È vero, con il parto naturale il legame che si crea tra mamma e figlio è indissolubile, ma credo che saro’ una brava mamma pure io.

    silviapadoan76@gmail.com' Silvia 22 aprile 2016 14:25 Rispondi
  • Mai lette tante minchiate tutte insieme!

    Rita Morabito Rita Morabito 22 aprile 2016 14:29 Rispondi
  • Io l’ho dovuto programmare perché sono stata 4mesi a riposo e l’ultimo mese in ospedale poiché avevo problemi. Non potevo rischiare la salute mia e di mia figlia. Comunque è andato tutto bene la mia principessa sta bene.

    Valentina Severino Natali Valentina Severino Natali 22 aprile 2016 14:31 Rispondi
    • Ci dispiace Valentina 🙁 ovviamente esistono ragioni per la salute di mamma e figlio che vanno sicuramente al di là della possibilità di avere un parto naturale. E certo l’articolo non si rivolge a questa categoria. Contentissimi che la piccola stia bene ^_^

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 14:45 Rispondi
  • Il cesareo ha salvato la mia bimba quindi ORGOGLIOSA DI AVERLO CHIESTO..
    LO RIFAREI ALTRE 10000000 VOLTE.

    Deborah Fabro Deborah Fabro 22 aprile 2016 14:35 Rispondi
  • Il cesareo a parte essere comunque un operazione va valutato anche secondo l’aspetto psicologico. Il parto serve ad affrontare il passaggio dal prima al dopo. Una mia amica dopo un cesareo d’urgenza mi ha confidato di essersi sentita persa, come se le mancasse un pezzo. Non capivo cosa intendesse dire fino a che al corso preparto ci spiegarono proprio questo. Il parto è la tessera mancante tra tu con il pancione e tu con il bambino. La sensazione che aveva la mia amica era che le avessero strappato di dosso il figlio e le ci volle qualche giorno per attaccarsi al bimbo…. quasi non era sicura fosse veramente il suo.
    Non accade sempre però a quanto pare può succedere

    Stella Meneghini Parigi Stella Meneghini Parigi 22 aprile 2016 14:36 Rispondi
    • Nemmeno io ho avuti subito Lorenzo con me, l’ho preso in braccio il giorno dopo perché quando è uscito era blu, ma proprio blu. Comunque non siamo tutti uguali, io il cesareo non lo farei mai ma se serve ovvio che lo faccio.
      Comunque bando alle ciance, noi tutto ok non so se hai saputo che aspettiamo un altro baby ed anche se è presto per dirlo non ho ancora nessuna paura di partorire visto che ora so quanto male si sente!!!! I tuoi uomini come stanno? Bacioni

      Stella Meneghini Parigi Stella Meneghini Parigi 22 aprile 2016 23:30 Rispondi
    • Siiiii dolcezza, ho sentito la dolce notizia!! Sono super felice per voi!! Noi tutto bene, Federico cresce sempre di più.. È un metro per 17 kg e fa tre anni a fine giugno…. Sì, lui aveva tre giri attorno al collo poverino… Bacioni a tutti voi!!!!!

      Annalisa Baggio Annalisa Baggio 22 aprile 2016 23:32 Rispondi
  • Ma quante cazzate hai scritto??? Rispetta le persone che hanno fatto una scelta nella vita, e ti dico un altra cosa , il legame che si crea tra madre e figlio, è un legame che va oltre il modo in cui si viene al mondo!!!

    Annalisa Rispoli Annalisa Rispoli 22 aprile 2016 14:36 Rispondi
  • Ma questa è’ un invasata con seri problemi esistenziali! E per fortuna che è’ una donna…!!! Sono allibita

    Debora Daria Debora Daria 22 aprile 2016 14:37 Rispondi
    • Cara Debora, a noi allibisce di più questo commento carico di livore, che non crea un onesto confronto, bensì giudica senza pietà una persona che non si conosce.

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 14:40 Rispondi
    • maternita.it nessun livore solo costernazione per una donna che giudica la scelta di un altra donna a prescindere e si permette pure di fare l ironica…meglio abbandonare questa pagina c’è poca serietà che schifo

      Debora Daria Debora Daria 22 aprile 2016 14:42 Rispondi
    • maternita.it Debora ha ragione questa Bruna che ha scritto l’articolo sarebbe da censurare, un articolo peggiore e carico d’odio e livore non potevate pubblicare. Essere madre non si giudica dal tipo di parto, ma da altro, anche da quello che insegni a tuoi figli, in primis il rispetto di tutti anche se non condividi le scelte, e la mamma dell’articolo non mi pare insegni questo, anzi….

      Giulia Ligas Giulia Ligas 22 aprile 2016 16:10 Rispondi
    • Voi pubblicate un link di un’invasata, e pretendete risposte educate e senza livore??? Ma si, facciamole pure un applauso e, spediamole un mazzo di fiori….ma per favore!

      Mariarita D Mariarita D'Angelo 22 aprile 2016 16:15 Rispondi
    • maternita.it io ho fatto un cesareo programmato a 38+2 perché il mio cucciolo alle 37 settimana era in posizione strasversa e non avevo ancora contrazioni preparatorie ne abbassamento dell’utero in preparazione al parto, avrei potuto aspettare che si girasse e poi optare per un naturale, ma ho preferito programmare il parto per me e per lui e non per questo mi sento una madre inferiore del l’autrice del post. Maternita.it dovresti pubblicare articoli che portano alla collaborazione fra mamme, e no etichettarle fra mamme di seria A e B, compito di una pagina come la vostra non è pubblicare articoli come questo, ma selezionare e soprattutto dimostravi super partes e no attaccare che critica l’articolo che volete pure spacciare come verità assoluta. Dovevate scrivere questo: OGNI DONNA DEVE ESSERE LIBERA DI PARTORIRE COME RITIENE MEGLIO PER SE E PER IL SUO PICCOLO

      Giulia Ligas Giulia Ligas 22 aprile 2016 16:29 Rispondi
    • maternita.it ma l’articolo che avete pubblicato vi pare crei un onesto confronto? No
      Anzi giudica senza pietà persone che non si conoscono
      Evitateci la moralina per piacere

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 23 aprile 2016 16:52 Rispondi
  • L’articolo è interessante perchè sono tante le mamme che non immaginano minimamente cosa significhi un cesareo. E il rispetto dei tempi naturali del bambino sta proprio nel fidarsi di lui, lasciare che sia lui a guidare il travaglio e infine il parto. Però i toni giudicanti non li trovo opportuni, penso che i medici, in primis, non diano abbastanza info alle mamme da renderle consapevoli. E spesso, una donna incinta, si fa prendere dalla paura e si affida al personale, delegando una serie di scelte.

    Elisa Mendola Elisa Mendola 22 aprile 2016 14:38 Rispondi
  • A me mintocca farlo invece per forza.

    Monia Gragnoli Monia Gragnoli 22 aprile 2016 14:40 Rispondi
  • Il cesareo ha salvato la mia prima figlia, il secondo dopo 10 anni ho scelto io di farlo nascere col cesareo

    Marta Micelli Marta Micelli 22 aprile 2016 14:44 Rispondi
  • Mi sembra eccessivo quello che è stato scritto con giudizi annessi molto cattivi…io sono una mamma che avrebbe voluto un parto naturale ma purtroppo ha subito un cesareo perché mio figlio era podalico. Detto questo giudicare in questo modo chi fa determinate scelte mi sembra eccessivo…inoltre penso che il legame con il proprio figlio puoi averlo anche se hai avuto un cesareo,credimi, non si è mamme di serie b,non è il tipo di parto che fa di te una brava mamma, non è di certo il parto naturale che fa si che fra te e tuo figlio ci sia un legame più forte. L’amore di mamma il proprio figlio lo sente sempre in qualsiasi situazione anche se è mancato quel passaggio…sentirsi superiori solo perché si partorisce naturalmente mi sembra una cosa ridicola…non condivido neanche io chi sceglie il cesareo a priori ma non giudico nessuno.

    Giorgia Di Salvo Giorgia Di Salvo 22 aprile 2016 14:44 Rispondi
  • Cara maternità.it e cara Bruna, buona l’ idea se pensata per provocare. Pessima se è invece un articolo reale. La mamma Bruna può pensare ciò che crede e dirlo alle sue amiche indispensabili e immancabili che incontra al corso per i pannolini lavabili. Non si può però permettere tanta incoscienza sul web. Tanto odio immotivato per le altre mamme. Ma è così spaventosamente spocchiosa realmente? Beata lei Bruna che con maternità.it condivide verità in tasca. Io ho partorito mio figlio a 40 settimane con parto naturale. È morto naturalmente, così maledettamente disorganizzato da non avere ninnoli, e neanche lacrime. Vedi Bruna, al tuo gruppo di mamme perfettamente perfette, forse diglielo che il mio secondo parto, cesareo programmato, è qui. Organizzata, piena ninnoli, con ormoni anche lei, pannolini usa e getta, lacrime e parole. Anche per te sono queste parole. E per maternità.it che sta volta ci deve pensare su parecchie parole per chiedermi scusa. Chiederlo al mio parto. E a mio figlio.

    Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 14:47 Rispondi
    • Laura grazie…Mia figlia sta bene. È nata 4 mesi fa. La risposta democratica la sto aspettando.

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 14:51 Rispondi
    • Cara Nicole, ovviamente tu parli da mamma che ha avuto un trascorso, clinico ed emotivo, non certo trascurabile. E l’articolo non parla di questa tipologia, nonostante capiamo che quando si parli di “mamme” o di “parto cesareo”, chi ha avuto questa esperienza si senta assolutamente coinvolto. Nessuno ha la Verità in tasca: ogni parto, è una sua personale, importantissima storia. Ci auguriamo che il tuo secondo parto vada splendidamente, e tienici aggiornati 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 14:58 Rispondi
    • Non leggo le scuse maternità.it, siete nel web. Il rispetto dovreste dimostrarlo voi per primi. E curare le parole che scegliete, e le Bruna che scrivono sul vostro prezioso spazio. Ripeto, non ho trovato le scuse.

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 15:02 Rispondi
    • Nicole for president! Condivido tutto!!

      Chiara Diego Chiara Diego 22 aprile 2016 15:22 Rispondi
    • Chiara grazie! 🙂

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 15:23 Rispondi
    • Chiara Diego Chiara Diego 22 aprile 2016 15:24 Rispondi
    • Maternità. it avete proprio sbagliato pubblicando questo pezzo che ritengo molto scorretto, la maternità è maternità per tutte le tipologie di mamme e non solo per quelle che assolutamente pannolini lavabili di pezza, la frutta frullata bío fatta col bimbi, l’ auto svezzamento e tanto altro…

      Monica Verbena Monica Verbena 22 aprile 2016 15:52 Rispondi
    • Nicole Vian CONDIVIDO IN PIENO!

      Accurso Veronica Accurso Veronica 22 aprile 2016 15:55 Rispondi
    • Grazie Monica

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 15:56 Rispondi
    • Grazie Veronica

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 15:56 Rispondi
    • Nicole Vian, sono sinceramente felice per te.

      Lucia Siano Lucia Siano 22 aprile 2016 16:11 Rispondi
    • Lucia grazie 🙂

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 16:21 Rispondi
    • Mi dispiace quello che hai sofferto Nicole Vian , per il tuo bambino che non è qui con tè purtroppo. Hai fatto benissimo a organizzare il Cesario per la tua bimba , l ‘ home fatto anch’io per la mia principessa , non sto ap menzionare le motivazioni, tanto mi sento nel giusto.E andato tutto secondo le aspettative siamo mamme come tutte, queste persone, esprimono la LORO amarezza interiore credendo di rovinare la serenità”degli altri. Ti faccio tanti auguri a te e la tua bimba. EVVIVA TUTTE LE MAMME.

      Tonia Pariota Tonia Pariota 22 aprile 2016 16:28 Rispondi
    • Tonia grazie! 🙂

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 16:29 Rispondi
    • maternita.it cara redazione, io invece vi devo dire che conosco tante mamme che hanno optato per il cesareo senza alcuna indicazione clinica..

      La loro spiegazione – non che sia dovuta, ma tra mamme si parla dei propri parti ovviamente – era semplicemente “no macché scherzi? Travaglio e spinte? Tutta la vita cesareo con anestesia totale”.

      Io sono diventata mamma con un cesareo e scusate tanto ma non posso fare a meno di chiedermi che senso ha voler diventare mamma se non si É disposti a sopportare un dolore che viene istantaneamente dimenticato.

      Gemma Glorioso Gemma Glorioso 22 aprile 2016 16:45 Rispondi
    • Io a quanto pare ho dovuto subire un cesareo d urgenza ma avrei optato per il naturale se il mio medico non avrebbe tentato in tutti i modi di farmi rimanere senza liquido..avevo 23 anni ed è stata una brutta asperienzaaggiungo che ero nel panico inesperta ma determinata. il medico per guadagnare quattrini che alla fine non ha visto ,mi ha raccontato frottole su frottole indugiando fino a farmi rimanere un giorno intero ovviamente monitorata e seguita ma comunque, che perdevo liquidi..sapete quando gli proposi di indurmi il parto naturale alle 36 settimana che mi disse che non c erano i pressupposti . Ricordo che non mi guardava neanche negli occhi , diceva che il bambino avrva graffiato la placenta ma in realta avevo rotto le acque e avevo qlc contrazione..ero in una struttura privata quella che oggi viene chiamata la clinica dei cesarei qui nella provincia di Salerno.poi durante l intervento disse anche chr aveva un giro di cordone ombelicale il bambino.cmq una brutta esperienza. E quando è nato mio figlio non era pronto lui come non ero pronta io .nel senso che non avendo vissuto quello che è un processo naturale, per me non era successo niente. Ci ho mrsso un po per realizzare che ero diventata una mamma..non condanno nessuna per la scelta del cesareo sicuramente è la cosa piu sicura per entrambi mamma e bambino,ma mi ha portata conseguenze..ad oggi mi ritrovo con qualche problema da risolvere per quel maledetto cesareo non deciso da me e invidio tutte le mamme che hanno provato quell esperienza naturale.ora siamo in cerca del secondo dopo un aborto spontaneo dovuto dalla prolattina alta ..fatemi un in bocca al lupo mamme , colleghe ma sopra ogni cose donne !

      Veronica Almavera Spiniello Veronica Almavera Spiniello 22 aprile 2016 17:56 Rispondi
    • Cara Veronica, ci dispiace davvero tanto nel leggere la tua toccante esperienza. Ti inviamo tutti gli in bocca al lupo di questo mondo <3

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 17:59 Rispondi
    • Veronica forza! Spero per te in notizie belle!

      Nicole Vian Nicole Vian 22 aprile 2016 18:00 Rispondi
    • Grazie di♥

      Veronica Almavera Spiniello Veronica Almavera Spiniello 22 aprile 2016 18:05 Rispondi
    • Angela strano mi sembrava di essere stata chiara.

      Nicole Vian Nicole Vian 26 aprile 2016 9:02 Rispondi
  • non riesco a leggere tutti i commenti,io ho subito cesareo d urgenza e il mio cucciolo ricoverato in TIN quindi visto dopo piu di 36ore e cmq preso tra le mie braccia dopo una settiman portato a casa dopo due settimane. se parliamo di relazione mamma /figlio è cattivo e falso dire che viene a mancare.. è da dire che spesso le ostetriche mancano di supporto alla mamma intyervengono con manovre senza comunicarlo e in maniera arbitraria potendo commettere errori gravi. spesso si rifiutano di dire il numero dei punti che hanno dovuto mettere spesso sono dure e poco comprensive. è vero tra cesareo o naturale meglio avere un parto nauturale ma non sempre un parto naturale è stato seguito dal equipe predisposta in maniera umana e professionalemnet preparati.. tutto cio porta a temere il travaglio e il parto nautrale e non riesco a colpevolizzare chi ne ha paura xke nessuno le incoraggia nessuno le prepara e sopratutto non semnpre le ostertiche tentando di capore la parte umana.

    MenaeSaverio Derosasica MenaeSaverio Derosasica 22 aprile 2016 14:47 Rispondi
  • Io ho fatto il cesareo per bimba podalica..cesareo programmato che ha avuto seri problemi di infezione post cesareo.. Non me l hanno nemmeno fatta vedere mia figlia..il dolore l ho sentito tutto perche l anestesia dalla ombelico in su non prendeva…l’ho vista dopo due ore ed ero talmente stordita dal ricordare gran poco..
    Non ero ne infighettata ma sicuramente con tutto pulito in valigia, perche cosi deve essere già pronto…ed era cosi dal 7 mese…so che ci sono quelle che programmano un cesareo non necessario, ma forse non sono consapevoli dei rischi…nel mio caso non avevo scelta, anche se son stata accusata da una simpatica ostetrica di esser io la causa della podalicita di mia figlia… Ma non mi sento meno mamma o meno donna per il TC…col prossimo provero il naturale…speriamo!

    Micòl Maria Sole Colombera Micòl Maria Sole Colombera 22 aprile 2016 14:49 Rispondi
  • Sei un’imbecille ignorante. Il taglio cesareo ha salvato milioni di bambini da soffocamento da cordone che si viene a creare invece con il parto naturale quando il cordone gira intorno al collo. Io ho scelto il parto cesareo e guarda un po’ mio figlio aveva il cordone intorno al collo. Non so come sarebbe andata se avessi aspettato il parto naturale. E se sono un’incosciente, come definisci tu sono fiera di esserlo. Certo il parto naturale ha tanti vantaggi da raccontare, oltre che al contatto il bambino, ma non puoi condannare il taglio cesareo che ha salvato bambini e madri da eventi che neanche pronuncio.

    Maria Semeraro Leporale Maria Semeraro Leporale 22 aprile 2016 14:50 Rispondi
    • Cara Maria, ognuno è stato libero di commentare l’articolo con civiltà ed educazione, cosa che non vediamo in questo commento. Inoltre le cause da te citate, assolutamente legittime, non riguardano il contenuto dell’articolo 🙂

      maternita.it maternita.it 26 aprile 2016 11:19 Rispondi
    • maternita.it Chiedo scusa per lo sfogo e il modo scurile, ma non pubblicate cazzate per favore…

      Maria Semeraro Leporale Maria Semeraro Leporale 26 aprile 2016 11:34 Rispondi
  • Io oh avuto un Cesareo d urgenza mi si è rotta la placenta e sinceramente non mi sembra che mi staccato i mio bambino anzi ci a salvato a tutti e due si poteva morire e devo ringraziare ambulanza e ospedale di empoli che ora mi bambino e qui con me e questo do grazie al signore

    Mariela Salas Mariela Salas 22 aprile 2016 14:52 Rispondi
  • Ho fatto un cesaraeo d’urgenza la prima volta dopo un tentativo fallito di parto naturale, farò un cesareo programmato x il secondo perché sulla base di valutazioni cliniche é la cosa migliore x il benessere del pupo. Prima di sparare commenti fatti prima un anno da mamma, poi magari capirai di quanti luoghi comuni é pieno il tuo post. Ad esempio la storia degli anticorpi e del rapporto che si viene a creare. Mia figlia é più tosta di tanti nati con parto vaginale ed abbiamo un rapporto stupendo. Secondo il tuo ragionamento i prematuri portati subito in tin non potranno instaurare nessun rapporto con la madre. P.s. sono sempre più convinta che prima di azzardare giudizi bisogna farsi un minimo di esperienza e godere di un filo di empatia.

    lusillas@gmail.com' Lucia 22 aprile 2016 14:53 Rispondi
  • Non hai altro di meglio da fare che scrivere queste cavolate! Non è che fare il cesareo sia poi una passeggiata , anzi! E poi non ho mai visto tutte queste mamma infighettate arrivare in ospedale truccate ecc.

    Silvia Mocellin Silvia Mocellin 22 aprile 2016 14:54 Rispondi
  • I miei complimenti per il cattivo gusto dell’articolo. A volte si perdono occasioni per tacere…o per scrivere.

    Elisa Ponzoni Elisa Ponzoni 22 aprile 2016 15:01 Rispondi
  • Non bisogna per forza soffrire per diventare e sentirsi mamma… ma daaii cesareo o no..ognuno fa come vuole..io ho fatto 2 parti naturali terribili e dolorosi… se potessi scegliere avrei fatto il cesareo ( di mia scelta) per evitare il trauma del dolore.. ma dove sta scritto che una che fa il cesareo e meno mamma… ma vaa

    Lalla Khybyrtova Lalla Khybyrtova 22 aprile 2016 15:02 Rispondi
  • Perché un post così cattivo? Come possiamo premettrerci di giudicare ma siamo pazzi? Ebbene se hai voluto il cesareo per me sei una madre degna come un altra ma di cosa stiamo parlando rende madri migliori il parto naturale? Dio mio che assurdità. Ed io ho partorito naturalmente , ma supplicavo il taglio cesareo!si.. perché è stato drammatico il mio travagli e quindi ben venga la sala operatoria. Ricordate che essere buone.madri non si misura dal tipo di parto o dall allattamento! Quelli sono dettagli in quella che sarà l esistenza e l amore di cui necessità vostro figlio!!

    Valentina Orsucci Valentina Orsucci 22 aprile 2016 15:02 Rispondi
  • Una donna deve essere libera di scegliere punto. Questo articolo è una vergogna! Gratuita indignazione psicologica e INSENSATA che fate a tutte quelle donne pronte a diventare ottime madri ma non ad affrontare un parto naturale! VERGOGNA!

    Perlissa Pesce Perlissa Pesce 22 aprile 2016 15:11 Rispondi
  • Mia figlia è nata con il cordone intorno al collo e per farla uscire mi hanno praticamente devastata. Lei ha rischiato di morire. Evviva il cesareo, se necessario. Magari me lo avessero fatto….

    Cristina Venturi Cristina Venturi 22 aprile 2016 15:12 Rispondi
    • Cara Cristina, ci dispiace infinitamente per questo intercorso doloroso e rischioso 🙁 il cesareo d’urgenza, necessario, per ragioni mediche, non è la tipologia di cesareo menzionata nell’articolo: il cesareo va eseguito, assolutamente, quando le condizioni cliniche lo richiedano 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 15:16 Rispondi
    • Si parla di cesareo programmato, non di cesareo in caso di urgenza. Suvvia.

      Valentina Lamberti Valentina Lamberti 22 aprile 2016 20:11 Rispondi
    • Valentina Lamberti, a parte che mi sembra un articolo alquanto stupido, perché il cesareo programmato in Italia si può fare soltanto per determinate ragioni mediche, e non credi che in tali circostanze una mamma arrivi in ospedale imbellettata, ma piuttosto preoccupata, e comunque intravedo una certa sufficienza nel suo tono….provare per credere! Chi ha avuto un parto come il mio, al prossimo si augura un cesareo, glielo assicuro. E senza trucco.

      Cristina Venturi Cristina Venturi 22 aprile 2016 21:08 Rispondi
    • Io ho dovuto fare tre cesarii d’urgenza erano stati programmati tranne il primo ma per salvare me ed i miei cuccioli hanno praticato il cesareo spero che nessuno si possa trovare in quelle situazioni .

      Marianna Galliero Marianna Galliero 23 aprile 2016 12:29 Rispondi
    • Io il terzo figlio ho programmato cesareo

      Sonia Lanzarotta Sonia Lanzarotta 23 aprile 2016 23:54 Rispondi
    • Nell’articolo si parla di parto cesareo Programmato!!!!
      Quindi concordato preventivamente con il proprio medico,in genere privato…perché un medico,se tale viene definito,mette al primo posto la salute di madre e figlio…e non pratica cesarei a destra e a manca solo perché gli viene richiesto dalla paziente stessa!
      Nonostante abbia un ginecologo privato si è rifiutato,su mia richiesta ovviamente,di praticarmi un cesareo.
      Viva i medici!Quelli d’animo!Quelli che amano salvare Vite Umane senza pensare ai soldi!

      Angela Calitri Angela Calitri 26 aprile 2016 8:33 Rispondi
  • A me ,per motivi di salute hanno fatto il cesareo.. Anestesia totale .. Si non soffri sul momento.. Ma dopo.. Son dolori … PER GIORNIIIII!!! Non per ore come il parto normale .. Basta con sta teoria che il cesareo è indolore e da madri di serie B.. A me sembra solo invidia perché avete urlato più di noi.. Allora vi sembra di esser superiori e di aver il diritto di giudicare.. Ma finitela !

    Miriam Ciannarella Miriam Ciannarella 22 aprile 2016 15:18 Rispondi
    • Ci dispiace Miriam, sicuramente non ci fa piacere sentire che purtroppo le condizioni di salute e il recupero post partum sia stato tanto doloroso… Speriamo che adesso vada tutto bene 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 15:21 Rispondi
    • Si va tutto bene per fortuna .. Grazie al cesareo.. Avrei potuto optare per il normale ma sarebbe stato un terno all’otto.. Denigrare certe scelte di certe mamme non sapendo le reali ragioni è da persona meschina ,chiacchierona e infelice.. Ma poi .. Cosa le viene in tasca a questa super mamma se le altre fanno scelte diverse da lei… Ma una padellata di affari suoi ? Che pensi al suo di figlio e non punti il dito..

      Miriam Ciannarella Miriam Ciannarella 22 aprile 2016 15:32 Rispondi
  • Anche io sono un’incosciente organizzata , il 10 maggio ho il tc programmato e sono sicura che sia stata la scelta migliore perché io con la prima gravidanza ho avuto un cesareo d urgenza dopo 31 ore e con il mio bambino che purtroppo ho portato dopo a casa e non subito … E siccome ho rischiato tanto , questa volta voglio che vada tutto bene , e so anche però che un cesareo , seppur per mia scelta non sarà una passeggiata … Comunque quando si legge l’articolo si percepisce proprio la cattiveria con cui è stato scritto . Ah ! io Cara bruna sono fiera d arrivare tutta bella e truccata al mio appuntamento al buio .

    Selvaggia Alari Selvaggia Alari 22 aprile 2016 15:19 Rispondi
  • Il tono dell’articolo è rabbioso!! Se volevate informare sui benefici del partito naturale rispetto al cesareo (quali poi?)…bè non ci siete riusciti x niente

    Scarlott Sco Scarlott Sco 22 aprile 2016 15:20 Rispondi
  • Finalmente un articolo senza peli sulla lingua!!! Sono d’accordo con tutto…parola dopo parola.
    Ho subito un cesareo d’urgenza…. A 34w che ha salvato la vita a mio figlio….
    Dopo ho avuto 4 vbac….perché io non ho voluto ascoltare i medici ….anche se i bimbi stavano bene e le gravidanze procedevano fisiologicamente… Per loro dovevo fare cesareo….pure dopo il primo vbac…pure alla quinta gravidanza nonostante 3 vbac…..
    Ho sempre cambiato struttura!!!!
    Non fidatevi troppo!!!!

    Patricia Montomoli Patricia Montomoli 22 aprile 2016 15:20 Rispondi
  • articolo carino ma forse un pò estremista di solito i medici seri valutano caso per caso io ho avuto 3 parti naturali e un cesareo per posizione podalica ma non so quale donna faccia un intervento chirurgico a cuor leggero! io no ciao

    Susanna Vertemati Susanna Vertemati 22 aprile 2016 15:22 Rispondi
  • Ogni donna deve scegliere e nessuno giudicare.

    Chiara Diego Chiara Diego 22 aprile 2016 15:23 Rispondi
  • Sempre i soliti discorsi! Il parto naturale è bello se lo vivi senza alcun trauma, chiedere un cesareo per una donna è più che giustificato se ci sono delle complicazioni o se nella prima esperienza ci sono stati dei problemi, perché continuare a dire no al cesareo!

    Elettra Castellano Elettra Castellano 22 aprile 2016 15:24 Rispondi
    • Cara Elettra, infatti si parla di una scelta atipica: non si parla di cesareo in seguito a complicazioni, o se si hanno avuto problemi in una precedente esperienza. In questi casi considerare il cesareo è necessario! L’articolo parla di una scelta ben diversa 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 15:28 Rispondi
    • Il post ha parole poco carine per chi decide d’intraprendere la strada per un parto programmato, io credo che ogni donna è libera di fare e decidere come meglio crede… Epidurale, cesareo o altro se puoi evitare il dolore, che secondo me in molti casi non è piacevole, ben venga…

      Elettra Castellano Elettra Castellano 22 aprile 2016 16:12 Rispondi
  • Il mio cesareo di emergenza ha salvato me e il mio bimbo!!ringrazio i dottori di questo e se anche ora patisco un po e vivo il mio bimbo dentro un’incubatrice…mi sento mamma a tutti gli effetti.

    Jessica Ronnie Rizzi Delli Jessica Ronnie Rizzi Delli 22 aprile 2016 15:27 Rispondi
  • Cmq il post dice che è assurdo programmare un cesario se non ci sono dei buoni motovi clinici per farlo, non che una donna è meno mamma se ha fatto il cesario, leggete bene. La cosa assurda ( che ho sentito dire tante volte è che una donna sceglie il cesario solo perché ha paura del dolore) per tutte le altre situazioni, meno male che c è il cesario che ha salvato tanti bimbi e anche tante mamme!

    Elisa Pratelli Elisa Pratelli 22 aprile 2016 15:28 Rispondi
  • Stiamo scherzando vero?

    Isabella Rossi Isabella Rossi 22 aprile 2016 15:29 Rispondi
  • Anche le mamme che hanno un parto naturale possono tranquillamente organizzare tutto compreso Corradino e ninnoli per il bimbo tu mi sembri semplicemente una donna repressa forse sarebbe più adatto per te un test psicologico visto che parli senza condizione di causa!!!

    Sara Spano Sara Spano 22 aprile 2016 15:29 Rispondi
  • Se non avessi scelto il cesareo programmato, avrei messo seriamente a rischio la vita dei miei cuccioli. Sono epilettica e il rischio, con il parto naturale era tra gli altri, lo scatenarsi di una crisi, con conseguente mancanza d’ossigeno ai bimbi e relativi danni.Con che diritto giudicate la scelta di altre mamme? Senza conoscere i motivi che portano a certe scelte? Io ho avuto 2 bimbi, entrambi con cesareo programmato, e se tornassi indietro ripeterei tutto!!! Certi articoli sono offensivi.

    Ilaria Sobrero Ilaria Sobrero 22 aprile 2016 15:34 Rispondi
  • Articolo da torgliere!!! Io sarei meno mamma perché ho fatto il cesareo? Non per scelta tra l’altro… ma scherziamo? Fatela curare colei che ha scritto queste porcherie

    Veronica Di Bianco Veronica Di Bianco 22 aprile 2016 15:35 Rispondi
  • Io ho avuto il cesareo programmato, la mia bimba era podalica e abbiamo provato di tutto per farla girare , ma niente ..e alla fine ho fatto il cesareo , ed è andata tutto bene ..dopo ci ho messo un mese per riprendermi dai dolori ..quindi nn esiste che una donna che partorisce normalmente è più Mamma di chi ha fatto il cesareo…

    Diana Gustiuc Diana Gustiuc 22 aprile 2016 15:37 Rispondi
  • A me l’hanno fatto con anestesia totale perché essendo epilettica poteva venirmi una crisi durante il parto………se avessi potuto avrei partorito naturalmente

    Miki Cavalieri Miki Cavalieri 22 aprile 2016 15:48 Rispondi
  • A me non risulta…..io conosco donne che hanno fatto il cesareo programmato perche’ gravidanza a rischio e io ne sono un esempio…..e certo che e’ una sofferenza non poter partorire naturalmente e mi sento offesa da queste parole ……io ho programmato il cesareo per motivi di salute mio e di mio figlio…..incosciente sarai te ….

    Silvia de Stefano Silvia de Stefano 22 aprile 2016 15:49 Rispondi
    • Cara Silvia, “cesareo programmato perche’ gravidanza a rischio” è molto diverso da “cesareo programmato senza motivi clinici e senza indicazione medica”. Dunque l’articolo non parla del tipo di cesareo che tu descrivi 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 15:52 Rispondi
    • Si ma quando scrivete precisate bene perche’ sembra che chiunque ricorra a un cesareo programmato e’ come una donna che non prova sofferenza

      Silvia de Stefano Silvia de Stefano 22 aprile 2016 15:54 Rispondi
    • E poi non capisco perché mi trovo la vostra pagina idiota vi tolgo subito

      Silvia de Stefano Silvia de Stefano 22 aprile 2016 15:55 Rispondi
  • se é neccessario anche io sono perfettamente d accordo

    Angelo E Giovanna Sessa Angelo E Giovanna Sessa 22 aprile 2016 15:50 Rispondi
  • No ma questa è tutta stronza si io (con quello che ho passato con il primo naturale) il prossimo (se ci sarà) o cesareo o manco se ne parla visto che col primo ho superato una bella emorragia ma guai a fare un cesareo

    Mara Genovesio Mara Genovesio 22 aprile 2016 15:50 Rispondi
  • Evviva il cesareo programmato quando occorre!!!!!!

    Silvia de Stefano Silvia de Stefano 22 aprile 2016 15:51 Rispondi
  • Una pagina che pubblica queste cazzate per giunta offensive..non merita più nessuna attenzione.

    Elisabeth Aresu Elisabeth Aresu 22 aprile 2016 15:51 Rispondi
    • Cara Elisabeth, noi siamo sempre disponibili ad accogliere consigli, interviste, o spunti di riflessione da pubblicare: ma siamo anche convinti che ognuno abbia il diritto, con civiltà ed educazione, di esprimere la propria opinione. Ecco perché pubblicheremo anche un altro punto di vista, in merito a questo argomento 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 16:05 Rispondi
    • cara maternità.it peccato che la vostra Bruna abbia mancato proprio di civiltà ed educazione….

      Francesca Franzone Francesca Franzone 22 aprile 2016 16:17 Rispondi
  • E fatevi un giro per i reparti di ginecologia prima di scrivere…..

    Silvia de Stefano Silvia de Stefano 22 aprile 2016 15:52 Rispondi
  • Sicuramente la persona che sostiene ciò non ha avuto rischi ne era a rischio suo figlio. Prima di parlare dovrebbero riflettere. Le casistiche sono tante.

    Laura Camilla Matteo-Ioli Laura Camilla Matteo-Ioli 22 aprile 2016 15:53 Rispondi
  • La mamma che scrive questo post invece dovrebbe fare un test e un corso sulla sensibilità e sul tatto…il cesareo è spesso doveroso e se vi è un abuso di quest’ultimo, la colpa è solo dei medici che per far prima fanno il cesareo, ci sta che una donna in preda al panico dica al proprio medico di non voler partorire naturalmente, lì deve essere il ginecologo a farti capire le cose e a rassicurarti…mah speriamo che il prossimo figlio, questa madre, non sia costretta a farlo nascere col cesareo…

    Debora Palazzo Debora Palazzo 22 aprile 2016 15:56 Rispondi
  • Primo parto: dopo quasi 2 giorni di dolori, induzione provata prima tre volte con il gel e poi con l ossitocina, hanno deciso di farmi il cesareo d’urgenza xchè mia figlia era sofferente. Secondo parto: ho preteso il cesareo perchè sono una persona, una donna che ha sofferto enormemente la prima volta. Quindi, devo reputarmi un’incoscente? Chi scrive l’articolo probabilmente ha avuto un parto naturale ‘normale’ e non x questo deve sentirsi superiore o migliore di altre donne che fanno questa scelta

    Vale Ardenghi Vale Ardenghi 22 aprile 2016 16:03 Rispondi
    • No, Vale: l’articolo non si riferisce a chi ha un trascorso clinico simile, dove è stata registrata una serie di problematiche mediche di peso, ma a situazioni in cui il cesareo non è clinicamente giustificabile e non è una scelta supportata dal parere medico.

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 16:27 Rispondi
  • Maternita.it, il post spara sentenze, é innegabile. É indifendibile. Odora di supermamma che non ha ancora messo al mondo la creatura. Scrive di essere una disorganizzata, persuasa che tutto andrà come da lei stabilito, un parto vaginale easy, senza induzione, senza epidurale. Ridicolizza chi prepara il corredino con amore(lei il suo che fa? lo ricopre di stracci??) E sciorina pseudo competenze cliniche e psicologiche.

    Lucia Siano Lucia Siano 22 aprile 2016 16:10 Rispondi
  • Io il primo grazie ad un.medico stronzo xke il.bimbo poteva stare benissimo in.pancia e decidere lui qdo uscire….il secondo ovviamente rotto le.acque…grande…cesario d urgenza

    Filomena Marino Filomena Marino 22 aprile 2016 16:18 Rispondi
  • Io ho scelto il cesareo programmato senza nessuna indicazione medica io e il piccolo stiamo bene lui è nato in 18 minuti compresa anestesia la ragazza che era in camera con me ha fatto parto naturale Travaglio di 18 ore e la bimba ha preso un virus durante questo lunghissimo Travaglio… Io sono andata a casa il quarto giorno mentre lei era in terapia intensiva… Ognuno deve essere libero di scegliere… Io credo che l’importante sia che qualunque scelta venga fatta dalla mamma sia fatta con serenità perché l’importante è essere tranquilli… Poi nel mio caso io l’ho scelto perché ho dei parenti molto vicini che hanno delle disabilità si pensa per via della sofferenza durante il parto e sapere di fare il parto naturale mi creava ansia per via di questo “spettro” ( ho voluto specificare per evitare di essere assalita dai commenti delle invasate sul “tutto naturale “)

    Alaska Snape Alaska Snape 22 aprile 2016 16:18 Rispondi
  • Cesareo d’urgenza la prima volta dopo un tentativo fallito di parto naturale, bimba rianimata e mandata in tin, a solo scopo precauzionale x 3gg, farò un cesareo programmato x il secondo perché sulla base di valutazioni cliniche é la cosa migliore x il benessere del pupo. Prima di sparare commenti magari prima si diventa mamma e poi magari Brunella capirà di quanti luoghi comuni é pieno il tuo post. Ad esempio la storia degli anticorpi e del rapporto che si viene a creare. Mia figlia é più tosta di tanti nati con parto vaginale ed abbiamo un rapporto stupendo. Secondo il suo ragionamento si dovrebbe ritenere che i prematuri portati subito in tin non potranno instaurare nessun rapporto con la madre. P.s. sono sempre più convinta che prima di azzardare giudizi bisogna farsi un minimo di esperienza e godere di un filo di empatia.

    Lucia Siano Lucia Siano 22 aprile 2016 16:23 Rispondi
  • maternita.it io ho fatto un cesareo programmato a 38+2 perché il mio cucciolo alle 37 settimana era in posizione strasversa e non avevo ancora contrazioni preparatorie ne abbassamento dell’utero in preparazione al parto, avrei potuto aspettare che si girasse e poi optare per un naturale, ma ho preferito programmare il parto per me e per lui e non per questo mi sento una madre inferiore del l’autrice del post. Maternita.it dovresti pubblicare articoli che portano alla collaborazione fra mamme, e no etichettarle fra mamme di seria A e B, compito di una pagina come la vostra non è pubblicare articoli come questo, ma selezionare e soprattutto dimostravi super partes e no attaccare che critica l’articolo che volete pure spacciare come verità assoluta. Dovevate scrivere questo: OGNI DONNA DEVE ESSERE LIBERA DI PARTORIRE COME RITIENE MEGLIO PER SE E PER IL SUO PICCOLO

    Giulia Ligas Giulia Ligas 22 aprile 2016 16:30 Rispondi
    • Cara Giulia, l’articolo è un’opinione, e non una verità assoluta, e come tale la rispettiamo, come rispettiamo anche la tua: infatti l’articolo non si riferisce a mamme che hanno serie problematiche alle spalle come è stato per te. Ma quando viene frainteso, dobbiamo puntualizzarlo 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 16:35 Rispondi
    • maternita.it il giudicare è sbagliato a prescindere anche chi decide per un cesareo programmato senza problematiche di salute non deve essere giudicato, perché ha ritenuto quella scelta la migliore per se e per il proprio cucciolo.

      Giulia Ligas Giulia Ligas 22 aprile 2016 16:39 Rispondi
    • Sono d accordissimo e penso come voi ke maternità.it pubblicando alcuni articoli sia davvero fuori luogo!!!

      Valentina Concu Valentina Concu 22 aprile 2016 22:11 Rispondi
    • Laura Fulcheri già ho visto, beh evidentemente per loro il rispetto verso tutte le mamme non è importante, meglio dar voce a una esaltata che si crede wonder woman

      Giulia Ligas Giulia Ligas 23 aprile 2016 17:25 Rispondi
  • Cara Consuelo, siamo davvero felici che si sia concluso nel migliore dei modi 🙂 abbiamo infatti recentemente pubblicato un articolo riguardo l’induzione del parto, che per molte mamme, purtroppo, non è stata una bella esperienza

    maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 16:40 Rispondi
  • Se leggeste bene l’articolo capireste che quella signora non aveva da ridire su parti cesarei perche’bimbi podalici,cordoni intorno al collo,urgenze varie per il bene del bimbo e della mamma……ma su quelle madri che lo scelgono pur di risparmiarsi ore ed ore di travaglio non sapendo che tutto il dolore che non sentono prima,lo sentiranno dopo con i punti dell’operazione(aggiungo io)!

    Castellani Simona Ivan Braccini Castellani Simona Ivan Braccini 22 aprile 2016 16:41 Rispondi
    • Io ho avuto un Cesario di urgenza,e per nove mesi ho desiderato un Cesario!!!anzi Otto mesi,cmq nn sto a dire qui il motivo, ma volevo parlare del Cesario,é stato velocissimo e indolore,sia prima che dopo,sono stata operata il martedì,il venerdì ero già a casa e la domenica con tutti i punti sono tornata a lavoro!!! Nessun dolore,nessun fastidio ,ne farei altro 10 e lo consiglio a tutte al contrario del naturale , una mia amica ancora ho problemi,per le forti spinte

      Grazia Militello Grazia Militello 22 aprile 2016 23:42 Rispondi
  • Lucia Tonarelli Lucia Tonarelli 22 aprile 2016 16:44 Rispondi
  • non voglio neanche aprire l’articolo! siamo nel 2016 ed etichettare ed essere etichetatte mi offende.. sapete cos’ è la TOCOFOBIA?

    Annachiara Alberi Annachiara Alberi 22 aprile 2016 16:48 Rispondi
  • Io non posso credere a ciò che viene scritto e descritto in questo articolo…”la moda” del cesareo non lamconoscevo e sapevo che veniva programmato solo in alcuni e specifici casi…mio figlio ha 2 anni…nato a 37+0 dopo che improvvisamente si s8no rotte le acque ed è stato un parto naturale che di naturale purtroppo non ha avuto nulla…se non l atto di uscita…mi hanno per quasi 2 giorni fatto di tutto…ossitocina a rotta di collo…manovre su manovre…messa in ogni tipo di posizione…dilatazione zero…gridavo dal dolore perché. mio figlio in realtà non voleva uscire…non era pronto…ho sperato in ogni istante che mi tagliassero…e dopo 7 ore di spinta….dopo che due ostetriche mi sono salite sopra…100 kg l.una…solo allora mio figlio è uscito….ora io dico….PERCHÉ? io mi sono sentita massacrata….e non tanto per I dolori ma per la lunghezza è la violenza del parto!!! ora aspetto un altro bambino…sono quasi arrivata a destinazione e per il momento mio figlio è podalico…cosa dovrei fare a questo punto….SPERARE CHE NON SI GIRI????

    Virginia Rapillo Virginia Rapillo 22 aprile 2016 16:57 Rispondi
    • Ci dispiace tantissimo Virginia 🙁 sembra davvero una testimonianza adatta a #BastaTacere, l’articolo che abbiamo pubblicato contro la violenza ostetrica. Speriamo che adesso vada tutto bene e che tu ti sia ripresa del tutto 🙂 ovviamente se il bambino è podalico verranno prese in merito decisioni mediche… Ma questo articolo è rivolto a coloro che il parere medico non lo ascoltano, come hai detto bene, per “moda”…

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 17:01 Rispondi
    • Le ostetriche sono state bravissime…non mi hanno lasciata mai sola…e hanno permesso che mia madre stesse con me…davvero.sono state impeccabili ma cmq il parto è stato traumatico…e a prescindere da tutto a mio avviso l indicazione per un cesareo c era.tutta…

      Virginia Rapillo Virginia Rapillo 22 aprile 2016 17:18 Rispondi
    • Ciao Virginia, forse non lo sai ma la legge stabilisce che una mamma può chiedere e ottenere il parto cesareo, basta firmare l’autorizzazione. Per la mia primogenita mi hanno fatto l’induzione e dopo sette ore di travaglio avevo 3 cm di dilatazione,contrazioni ogni minuto e dodori lancinanti. Ho capito che qualcosa non stava funzionando e ho chiesto e firmato per il cesareo che mi è stato fatto. Mia figlia era completamente avvolta nel cordone ombelicale e già sofferente e non oso pensare a cosa sarebbe successo se non avessi preso quella decisione….Concludo dicendo che ho successivamente avuto altre due figlie con TC e ho con tutte e tre un bellissimo rapporto. ..l’importante è ciò che accade dopo il parto di qualsiasi genere esso sia!

      serena.granzini@gmail.com' Serena 22 aprile 2016 21:45 Rispondi
    • Aspettare il bambino podalico, non vuole dire il cesario programmato. Il bambino podalico puo nascere con il parto naturale come quello cefalico. Io ho partorito il bambino podalico con il parto andato benissimo. Hanno cercato invano i medici di convincermi fare il cesario programmato, tranne uno, infatti ho partorito in questo ospedale dove questo medico lavorava. Il migliora cosa che una futura madre puo fare è ascoltare la natura e avere fiducia nella natura e in noi in quanto madri, siamo in grado di partorire, quando ascoltiamo noi stesse. Invece quando siamo assorbite dalle paure altrui, condizionate dagli stereotipi culturali ecc, spesso non siamo piu in grado di ascoltarci. Esiste il cesario d’urgenza, sono favorevole a questo tipo di intervento, esistono le eccezioni per ogni cosa.Il primo passo verso la consapevolezza capire che il bene del bambino e della madre e vivere il parto naturale.

      santijabieza@yahoo.it' santija bieza 23 aprile 2016 0:19 Rispondi
  • Stai zitta che è meglio

    Salvatore Emanuela Martinello Salvatore Emanuela Martinello 22 aprile 2016 17:32 Rispondi
  • Un articolo di pessimo gusto…chi fa il Cesareo è una mamma di serie B?!
    Ma di cosa stiamo parlando?! Ho fatto un Cesareo inevitabile, ed ho sofferto come un cane…sono svenuta nonostante ero in anestesia…è stata dura la ripresa… Ho lottato con tutte le mie forze rinunciando alle trasfusioni di sangue per allattare…e mi vieni a dire che il nostro rapporto non è come il vostro?!
    4giorni di febbre alta…trauma da lettino operatorio..per esserci stata più del previsto…non riuscivano due professori a liberare mia figlia dal cordone al collo e al cavallo…
    Quello che leggo mi fa davvero tristezza… Abbiamo sofferto entrambe?! Io e mia figlia? Ed io e lei siamo inseparabili…viviamo all’unisono…
    E con il senno di poi Benedetto Cesareo!
    #schifata

    Ingrid De Rosa Ingrid De Rosa 22 aprile 2016 18:36 Rispondi
    • Cara Ingrid, nell’articolo non c’è scritto nulla di simile, nè si interviene menzionando cesareo d’urgenza e/o inevitabile 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 19:41 Rispondi
    • Ma non è bello leggere anche per chi ha fatto il cesareo di urgenza e/o inevitabile che hanno un rapporto diverso con il proprio figlio..
      Molte mamme sono già in crisi per riprendersi…fresche di un parto..magari vivono la depressione post-partum e leggono questo articolo che offende le mamme e le sminuisce..
      Voluto o no loro hanno fatto un cesareo e non è delicato questo articolo!!!
      Lasciate ai medici queste valutazioni …

      Ingrid De Rosa Ingrid De Rosa 22 aprile 2016 19:48 Rispondi
    • Che si occupi di giornalismo la signora…che non è un medico…
      Ed il suo parere non interessa a nessuno…
      Sta passando un messaggio sbagliato…offendere chi partorisce con il cesareo…
      Partendo dal presupposto che ognuno della sua vita/gravidanza ne fa ciò che vuole…e che invece di fare questi “articoletti” pensasse al bene reale dei propri figli..
      Era meglio che questi 20minuti, invece di scrivere idiozie andasse al parco con sua figlia/o..

      Ingrid De Rosa Ingrid De Rosa 22 aprile 2016 19:53 Rispondi
  • Quanta presupponenza gratuita…

    Giulia Dore Giulia Dore 22 aprile 2016 18:59 Rispondi
  • Penso che chi ha scritto questo articolo non sappia proprio una beata mazza…. E parli solo per sentito dire e sulle basi delle proprie convinzioni/credenze personal-popolari

    Miky Miky Miky Miky 22 aprile 2016 19:44 Rispondi
  • Io ho scelto di fare due cesarei. Devo sentirmi meno mamma di questa pazza che ha scritto l’articolo??? Ahahahah non credo proprio. Finché la signora non mi mantiene e non mi dá da mangiare non ha diritto di giudicare me o chi sceglie un parto diverso. E vorrei specificare che non si può più scegliere se fare o no un cesareo. Quindi si informasse prima di sparare cavolate!!! Saluti

    desiderio.carla@hotmail.it' Carla 22 aprile 2016 19:50 Rispondi
  • e quali sarebbero le conseguenze

    Caffarelli Daniela Caffarelli Daniela 22 aprile 2016 20:00 Rispondi
  • Scusatemi tanto ma io non ho letto nell’articolo la distinzione tra mamme di serie A e mamme di serie B. Perché effettivamente distinzione non esiste!
    Esiste la coscienza di una mamma che decide SENZA MOTIVO di fare un cesareo programmato per evitare i dolori del parto e tutto quello che è intorno.
    E poi ci sono le problematiche reali che richiedono un necessario parto cesareo.
    Avete voluto vedere del negativo in questo post che non esiste.
    Il cesareo deve assolutamente essere fatto quando è necessario, non per un vezzo della mamma, era questo il messaggio!
    Un bacio e auguri a tutte ❤️

    Valentina Lamberti Valentina Lamberti 22 aprile 2016 20:19 Rispondi
    • Per caso avete fatto un cesareo o un parto normale, per credere che c’è una differenza?

      Mamy Mamy Mamy Mamy 22 aprile 2016 21:23 Rispondi
    • Mamy Mamy Appunto NON C’È DIFFERENZA!!!!

      Valentina Lamberti Valentina Lamberti 22 aprile 2016 21:31 Rispondi
  • Parto indotto il 1/09 alle 9.30 del mattino, indotto nuovamente alle 15.30 del pomeriggio… Dolori forti fino alle 23, e vai si va in sala parto! Dalle 23 alle 2.40 del 2/09 dolori allucinanti, provano a fare incanalare la bambina con ventosa e forcipe, ma niente x mezzo cm il collo dell’utero non si appiana… Mi fanno urlare come una pazza per ore… ( niente da dire sull’ostetrica e il medico che c’era in turno quella notte, sono stati comunque molto carini e gentili) E questo è un parto normale e fisiologico?!! Alle 2.40 quando hanno detto andiamo in sala operatoria ho tirato un respiro di sollievo e qual’ora dovessi fare un altro figlio NON ESITEREI A PROGRAMMARE IL CESAREO, non voglio più ritrovarmi in una situazione simile… È stato abbastanza traumatico. Non augurerei a nessuno di avere il mio parto.

    Veronica Caretti Veronica Caretti 22 aprile 2016 20:31 Rispondi
  • Delirio di onnipotenza materna. Per fortuna mia mamma non ce l’aveva.

    Giorgia Callegaro Giorgia Callegaro 22 aprile 2016 20:34 Rispondi
  • Io ho fatto un parto cesareo perché ho 45 anni assolutamente consigliato dal mio ginecologo

    Cristiana Michetti Cristiana Michetti 22 aprile 2016 22:00 Rispondi
  • Io ho dovuto fare cesareo x problemi alla vista e ora ripeterò il cesareo non x comodità ma x motivi di salute , altrimenti x come sono stata male la prima volta meglio il parto normale…grazie

    Francesca Sanna Francesca Sanna 22 aprile 2016 22:19 Rispondi
  • Evviva! Un altro articolo che parla di mamme di serie A e mamme di serie B!
    Chi fa il cesareo potrà solo sognarsi il
    Legame che mamma/bambino possono instaurare con un parto naturale!
    Che cacchiarola di differenza c’è tra un cesareo programmato e un cesareo d’urgenza? Capisco cosa intendete voi. Ma alla fine chi vorrebbe partorire naturalmente e le tocca fare un cesareo dovrà convivere col fatto che suo figlio non sarà attaccato alla madre come dovrebbe???
    Ma in che cazzo di mondo vivete???
    Mia figlia era podalica e mi hanno programmato il cesareo perché ho RIFIUTATO il rivolgimento esterno visto le casistiche di mortalità che queste manovra ha.
    E sono fiera di aver fatto un cesareo. Nessun dolore post operatorio, mi sono occupata della mia bambina subito e soprattutto… Mia figlia mi ama incondizionatamente!

    Giulia Vinci Giulia Vinci 22 aprile 2016 22:50 Rispondi
    • Cara Giulia, cogliamo l’occasione per l’ennesimo commento scurrile, per invitare tutte coloro che vorranno commentare a un confronto civile, pena la moderazione dei commenti, in riferimento alla tua frase riga 9. A maggior ragione perché l’articolo non parla di mamme di serie A e di serie B, né di parto cesareo decisi da un’equipe medica per figli podalici. Invitiamo tutti a una lettura approfondita 🙂

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 22:58 Rispondi
    • Ah non è scurrile l’ultima frase di questo meraviglioso articolo dove dice “sono sempre più convinta del fatto che prima di diventare genitori sia necessario sottoporrsi a un test psicoattitudinale”.
      Ma fatemi il piacere!!
      Tolgo il like alla pagina subito

      Giulia Vinci Giulia Vinci 22 aprile 2016 23:01 Rispondi
    • E comunque il mio cesareo non l’ha deciso un equipe medica ma io.
      Mi hanno fatto fare un colloquio di un’ora per convincermi al rivolgimento esterno. Ho litigato col primario e con l’ostetrica perché ho detto no a una pratica paragonabile a una violenza.
      Perciò sono tra le mamme che hanno SCELTO il cesareo. E lo rifarei milioni di volte.

      Giulia Vinci Giulia Vinci 22 aprile 2016 23:03 Rispondi
  • Io è meglio che non commento questo articolo e dico solo mah….

    Veronica Neri Veronica Neri 22 aprile 2016 22:56 Rispondi
  • Sig. Brunella le auguro soltanto di non essere mai sottoposta ad uno di quei test attitudinali cui lei auspica. Prima di qualsiasi “attitudine”, l’essere e il divenire genitori, richiedono UMILTÀ. Proprio come di fronte ad ogni grande cambiamento nella vita di un essere umano. Si immagini se si tratta di dover organizzare, come lei dice, due vite! Una delle quali dipende per la maggior parte dall’altra. Mi dispiace profondamente per il suo sovrabbondante ego, ma temo si sia divorato l’umiltà di cui ogni essere umano dovrebbe disporre almeno in mimina parte. Buonasera.

    silvybarbieri@gmail.com' Silvia barbieri 22 aprile 2016 22:58 Rispondi
  • Mamme che avete fatto cesarei D urgenza perché vi sentite prese in giudizio? Qui si parla di moda e non di condizioni cliniche particolari! Leggete l articolo!

    Marianna Cozzolino Richiello Marianna Cozzolino Richiello 22 aprile 2016 22:58 Rispondi
    • Odio la mia ferita e non l accetto! Il parto spontaneo é la cosa più naturale e più bella che esiste. Io l ho sfiorato ma purtroppo mi hanno dovuta operare d urgenza…..stupide quelle che lo programmano facendosi squartare per la paura del travaglio o semplicemente per moda!

      Giusy Damaso Giusy Damaso 22 aprile 2016 23:55 Rispondi
    • D accordassimo! Ma non odiare la tua ferita! È un segno da portare con fierezza tesoro!

      Marianna Cozzolino Richiello Marianna Cozzolino Richiello 23 aprile 2016 0:00 Rispondi
  • Non sono d’accordo. Credo che ogni mamma, certo una volta informata di tutti i pro e i contro, possa poter decidere quale tipo di parto affrontare senza essere giudicata così aspramente. Per chiarezza io ho affrontato un parto naturale, senza epidurale sono arrivata a dilatazione completa ma poi sono incorsi alcuni problemi e hanno dovuto procedere con il cesareo.

    Elena Secchi Elena Secchi 22 aprile 2016 23:09 Rispondi
  • Io gravidanza a rischio è non volevano puntare il cesareo si passavano la palla tra dottori alla 38 mio figlio voleva nascere io non ho spezzato le acque e mio figlio bloccato dal cordone è morto grazie a questi bastardi che pensavano alle ferie di merda …. ( scusate lo sfogo )

    Lorelyne Balsamo Lorelyne Balsamo 22 aprile 2016 23:14 Rispondi
    • Ci dispiace infinitamente Lorelyne 🙁 sembra davvero una testimonianza adatta alla campagna #BastaTacere pubblicata qualche giorno fa. Ti auguriamo di tutto cuore che tu possa trovare dei medici di cui fidarti totalmente in futuro. Non perdere la speranza <3

      maternita.it maternita.it 22 aprile 2016 23:18 Rispondi
    • Fortunatamente oggi ho un secondo bimbo di due anni è ho trovato un dottore veramente dolce più (umano ) che dottore un padre comunque il nostro angelo veglia su di noi <3

      Lorelyne Balsamo Lorelyne Balsamo 22 aprile 2016 23:20 Rispondi
    • <3 un abbraccio

      Giada Tabriz Giada Tabriz 23 aprile 2016 8:34 Rispondi
  • Io non credo che esista davvero questa moda ,io ho avuto il primo cesareo dopo vari giorni di induzioni al parto,quando le acque sono diventate scure e hanno visto che c’era sofferenza mi hanno fatto il casa rio. Anche il secondo era assodato un cesario eppure mi hanno mandato a casa dicendomi che se mi sento male fanno un cesario d’urgenza e così è stato(sono stati incoscienti)e io più di loro.Con il terzo ho insistito tantissimo per un ricovero e un cesareo organizzato

    Manuela Campolo Manuela Campolo 22 aprile 2016 23:51 Rispondi
  • Ma ognuna sarà libera di scegliere per sé? Il cesareo se volete saperlo è più pericolo x la madre che per il bambino. Il naturale viceversa. Ma da che mondo è mondo ognuno è libero di scegliere e soprattutto una mamma non lo si è o Lo si diventa se partorisce naturalmente se allatta. Basta Co ste storie! {Una mamma è mamma sempre indipendente dal parto dal latte dal seno!!!

    Diana Rescigno Diana Rescigno 23 aprile 2016 4:41 Rispondi
  • se è necessario ben venga a volte è impossibile fare un parto normale

    Adriana Fidanza Adriana Fidanza 23 aprile 2016 5:44 Rispondi
  • Io fatto il cesareo. 2 mesi a letto incapace di badare a mia figlia. Depressione e sensi di colpa. Ancora adesso con questi combatto e un articolo del cavolo – per di più su un sito che SEMBREREBBE dalla parte delle mamme – riapre quella ferita. Se una vuole fare il cesareo son affari suoi, per moda, necessità o qualsiasi altra ragione. Nessuno dovrebbe giudicare una scelta così personale. Se il bambino esce sano, qual è il problema? Incredible. …

    Ellie Pedrazzi Ellie Pedrazzi 23 aprile 2016 7:22 Rispondi
  • Se nel primo parto hai subito vere e proprie torture e vessazioni finendo in un cesareo di urgenza e nella seconda gravidanza scegli un cesareo programmato? Assolutamente in disaccordo. ….

    Anna On Off Coluccia Anna On Off Coluccia 23 aprile 2016 9:14 Rispondi
    • Tu nel caso sceglieresti di nuovo il naturale? Non è un’accusa non ho solo capito

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 23 aprile 2016 9:16 Rispondi
    • No io ho scelto il cesareo programmato e non mi sento un’ incosciente organizzata. Trovo l’articolo offensivo. È ora di finirla di prendersela con le madri.

      Anna On Off Coluccia Anna On Off Coluccia 23 aprile 2016 9:24 Rispondi
  • Che follia

    Tabita Frollini Tabita Frollini 23 aprile 2016 16:19 Rispondi
  • Ma io penso che l’articolo si riferisse a chi decide a priori, senza nessuna necessità di fare cesareo.

    Federica Totta Federica Totta 23 aprile 2016 18:02 Rispondi
    • Si è così ma in ogni caso che ne sa l’autrice del perché si sceglie il cesareo? Voglio dire perché ridicolizzare quelle donne? È discriminatorio

      Laura Fulcheri Laura Fulcheri 23 aprile 2016 18:07 Rispondi
    • Tutte hanno paura sopratutto al primo figlio .. Ma di certo gli ospedali non ti fanno il cesareo su questa base.. Quindi , eccetto qualche caso isolato.. Tutte le cesariate , compresa io , ci sentiamo attaccate da questa ignorante !

      Miriam Ciannarella Miriam Ciannarella 23 aprile 2016 18:52 Rispondi
  • Forse voleva solo far riflettere, e attirate l’attenzione sull’argomento. E a quanto pare c’è riuscita.

    Federica Totta Federica Totta 23 aprile 2016 19:04 Rispondi
  • Io sinceramente se dovessi fare un cesareo x giusta causa nn mi sentirei minimamente toccata sul vivo dall’opinione di questa donna

    Federica Totta Federica Totta 23 aprile 2016 19:06 Rispondi
  • Chi ha scritto questo articolo è un demente modello ciellini del tipo partorirai con dolore, come un pazzo misogino che fu primario al San Gerardo di Monza: 17 ore di travaglio assurdo ad una mamma che aveva già fatto un cesareo in passato, e che finì inevitabilmente di nuovo con un cesareo!!!!! A parte il dolore assurdo è improponibile, perché ovviamente non praticava nemmeno l’epidurale ha corso rischi gravi e soprattutto assolutamente inutili

    Barbara Perini Barbara Perini 24 aprile 2016 8:25 Rispondi
  • Io sono di 32+4 ho sempre detto che non avrei mai mai scelto cesareo solo per evitare i dolori del parto naturale e invece all’ultima visita il mio monellino si è rimesso in posizione podalica in più la ginecologa ha riscontrato la placenta bassa marginale quindi il 9 ho un’altra visita per programmare il cesareo….io sono sempre nella speranza che tutto si risolva e potrò affrontare il naturale….

    Martina D Martina D'Alessio Michele Carmignano 24 aprile 2016 10:32 Rispondi
    • Cara Martina, ti siamo vicini in questo momento importante… Facci sapere come andrà e intanto noi speriamo vada tutto per il meglio ^_^

      maternita.it maternita.it 25 aprile 2016 17:41 Rispondi
  • Mi rivolgo a chi ha scritto questo ridicolo articolo… E peggio ancora che ti permetti di giudicare una scelta che non condividi in modo approssimativo e superficiale. Poi il cattivo gusto non sono i corredini, i nastristini kitsch sono n le parole pessime che utilizzi credendoti al di n soppra di tutto per voler partorire naturalmente… non si è piu mamma se il proprio figlio nasce naturalmente tutte cazzatte di gente come te invasata… Ahhhh dimenticavo sicuramente sarai della setta del latte e no ai vaccini… auguri ai figli maschi!!!

    Maria Julia Cusano Maria Julia Cusano 25 aprile 2016 10:00 Rispondi
  • alla faccia del rispetto per opinioni/scelte altrui!! complimenti per il tuo modo di esprimerti …scusa ma non vedo perchè accanirsi tanto, ognuna valuta pro e contro in base ai propri bisogni, valori, punti di vista, condizioni di salute, paure etc etc. Le madri da disprezzare non sono quelle che scelgono il cesareo programmato “privando il bambino di uno scambio vitale” (e bla bla: caxxate) ma quelle che abbandonano i figli, li maltrattano o li ammazzano..Prova a uscire dal ruolo di super-matrona – stile “una donna che non soffre nel parto non è una buona madre” – che ti sei imposta per dare senso alla tua vita, e vedrai che riuscirai ad empatizzare anche con le (scellerate e incoscienti) mamme che scelgono il cesareo!! e ricorda che diventare MADRE non significa SMETTERE DI ESSERE UNA DONNA E, PRIMA ANCORA SOPRATTUTTO, una PERSONA!

    la_sara_1980@libero.it' sara 14 maggio 2016 2:52 Rispondi
  • Questo articolo denota una insensibilità enorme oltre a un grande rispetto per chi agisce liberamente sul proprio corpo. Non ho parole.complimenti

    cristinamcristinamelotti.1985@gmail.com' Cristina 13 luglio 2016 12:25 Rispondi
  • Forse alla mamma dell’autrice sarebbe servito un tc in urgenza proprio per evitare che la figlia entrasse in sofferenza e riportare danni cerebrali ben evidenti dall’articolo in questione. Come ci si può permettere di giudicare a priori le scelte altrui? Ringraziamo che siamo nel 2016 e che le donne sono libere di scegliere come disporre del proprio corpo,specialmente riguardo un’esperienza così intima e forte come il parto. Il parto anche se cesareo non è una passeggiata e di certo chi sceglie di farsi aprire da un chirurgo perché di questo si tratta non è meno madre di chi passa 20 ore tra sala parto e sala travaglio. Mi meraviglio che il vostro sito dia l’opportunità alle donne di svilire o peggio deridere le scelte di altre donne. Poi ci si meraviglia delle depressioni post partum.

    debora.tognon@gmail.com' Debora Tognon 12 novembre 2016 11:12 Rispondi
    • Cara Debora, forse basta leggere l’articolo, che non parla di “tc in urgenza proprio per evitare che la figlia entrasse in sofferenza”, che non si augura a nessuno. I dati della sanità parlano chiaro: troppe donne ricorrono a taglio cesareo senza necessità, senza conoscere i rischi della pratica, ma esclusivamente perché si pensa a una scorciatoia facile e pulita, senza ore di travaglio. Confrontarsi senza offendere sarebbe gradito.

      info@maternita.it' Redazione 12 novembre 2016 11:48 Rispondi
  • Neanche finito di leggere. Articolo vergognoso figlio dell’ignoranza più pura. Ma d’altronde si sa…la madre del cretino è sempre incinta…

    ele.martini@alice.it' Eleonora Martini 5 gennaio 2017 7:02 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *