Diventare mamma nonostante il fibroma uterino

Scritto da
diventare mamma nonostante fibroma

Il fibroma uterino rappresenta la più comune neoplasia benigna femminile, tanto che dopo i 35 anni una donna su tre sviluppa una o più formazioni miomatose che nella maggior parte dei casi, non dando sempre sintomi evidenti, vengono scoperte solo durante una normale visita ginecologica, se non addirittura durante la gravidanza. Impossibile? Assolutamente no. Questo perché la presenza di uno o più fibromi è solo raramente causa di infertilità. Tuttavia, pur non ostacolando il concepimento, la presenza di un fibroma uterino non deve essere presa sottogamba da chi cerca un figlio. Come mai? Scopriamolo insieme.

Fibroma uterino e gravidanza

Pur non essendo di per sé causa di infertilità, la presenza di uno o più fibromi uterini peggiora la situazione nel caso in cui la coppia abbia altri problemi di fertilità, pertanto è buona regola sottoporsi a controlli periodici. Nel caso di concepimento andato invece a buon fine è importante affidarsi fin da subito alle abili mani di uno specialista, in quanto la presenza di un fibroma uterino potrebbe dare problemi durante la gravidanza, in particolare a causa dell’aumentata concentrazione di estrogeni nel sangue che stimolano la crescita dell’utero ma anche dei fibromi preesistenti. Durante la gravidanza i fibromi possono, infatti, aumentare da due a tre volte il loro volume causando mal posizionamenti fetali o problemi di sviluppo. Nei casi più gravi l’aumento di volume potrebbe essere talmente eccessivo da “rompere” il fibroma causando delle forti contrazioni che obbligano la gestante al ricovero in ospedale per scongiurare il rischio di aborto o parto prematuro.

Fibroma uterino e chirurgia pre-concepimento

Posto che la presenza di un fibroma uterino in gravidanza non è necessariamente fonte di problemi, la decisione di asportare chirurgicamente il fibroma in vista di una gravidanza va sempre presa caso per caso, anche perché molto dipende dalla posizione, dimensione e storia clinica della donna. Di conseguenza è importante affidarsi a un ginecologo di fiducia con cui valutare insieme la necessità o meno di un intervento.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Disturbi · Gravidanza

Commenti

  • Avevo un mio ma che durante la gravidanza è aumentato e alla 24 settimana ho perso la mia bambina.in seguito mi sono operata e sette mesi fa sono diventata mamma di una splendida bambina.

    Giulia Nozzolini Giulia Nozzolini 5 aprile 2017 23:13 Rispondi
  • io ho fatto due gravidanze con otto fibromi.sono mamma di due principesse sane.unico nei sono state entrambe dolorose e ho dovuto assumere antidolorifici e tisane rilassanti soprattutto al termine.

    Alessia Schirinzi Alessia Schirinzi 6 aprile 2017 10:11 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *