Cioccolato fondente: benefici per la memoria e il cervello

Scritto da

Le giornate uggiose di questo periodo vi hanno spinto a essere un po’ meno severe con voi stesse e avete ceduto senza troppe difficoltà a un buon pezzo di cioccolato? Tranquille, lasciate da parte i sensi di colpa. Il cioccolato fondente è un piccolo e grande toccasana per la nostra salute e, in particolare, per il nostro cervello e la nostra memoria.

È quanto hanno recentemente scoperto i ricercatori della Loma Linda University: il cioccolato migliorerebbe il flusso sanguigno nel cervello e, quindi, permetterebbe un miglior insediamento dei flavonoidi nelle zone dell’apprendimento e della memoria. In questo senso, quindi, le nostre facoltà intellettive migliorerebbero indubbiamente.

La scoperta non può che farci piacere: il cioccolato è una di quelle sostanze che, strano ma vero, sono buone e fanno bene. Oltre alla recente scoperta dell’equipe della Loma Linda University, altre recenti ricerche hanno portato alla luce le potenzialità del cioccolato per il cuore e anche per il dimagrimento.

In particolare, una ricerca ha dimostrato che chi consuma regolarmente cioccolato può prevenire obesità e diabete e controllare il proprio peso. Questo, naturalmente, non deve indurci a consumare senza limiti il cioccolato: se assunto con moderazione il cioccolato fondente fa bene a tutte le età.

In particolare, sono stati evidenziati effetti positivi con l’avanzare degli anni, quando la memoria inizia a calare, l’azione rinforzante del cacao sulle nostre capacità intellettive potrebbe evitare il peggioramento della situazione.
Dunque, oltre a mangiare una barretta o un quadratino di cioccolato fondente, possiamo sicuramente utilizzare il cioccolato nella preparazione di biscotti in casa e in torte domestiche.

Il cioccolato poi può essere uno dei doni più apprezzati per le prossime festività: dolce, gustoso e soprattutto salutare, chi di noi non si rallegrerebbe a trovarne una stecca così golosa e così benefica sotto l’albero?

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Alimentazione

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *