C’erano una volta gli addominali

Scritto da

Sono poche le donne che dopo il parto possono vantare una forma fisica perfetta, non son mica tutte come la principessa Kate d’Inghilterra, bella, ricca e sposata con un futuro re. A parte gli scherzi, diciamo che il mondo è fatto più da noi comuni mortali che, dopo un parto, non sempre possiamo infilarci con nonchalance dentro al bikini dell’anno prima. Non solo, tante donne soffrono di un inestetismo al quale purtroppo, se in forma grave, non c’è rimedio se non chirurgico. La diastasi addominale è un disturbo molto frequente. In poche parole si tratta della separazione dei retti addominali che si “allontanano” per far spazio al feto che cresce dentro la pancia. Addio addominali? Non è detta l’ultima parola.

In teoria, i muscoli, una volta nato il bambino dovrebbero riavvicinarsi da soli, in pratica questo avviene, ma non sempre. Capita così che ci si ritrovi con una pancia non proprio al top, e se da una parte è vero che sarete talmente prese dal fagottino che avrete tra le braccia da mettere in secondo piano il vostro aspetto, dall’altra è pur vero che non ci si deve dimenticare di essere una mamma, ma anche una donna e non ci si deve trascurare. Come per tutte le cose, ci vuole buon senso ed equilibrio. Detto questo, nel caso ci si ritrovi ad avere questo disturbo, è bene fare una visita medica atta a rilevarne l’entità. In caso di lieve inestetismo vi sono degli esercizi che si possono fare altri che non vanno assolutamente fatti, come i classici addominali che aggravano il problema invece di risolverlo.

Cosa fare in questi caso quindi? Sicuramente evitare il fai da te. Cercate un bravo personal trainer e affidatevi ai suoi consigli. Una persona informata e con esperienza e professionalità saprà indicarvi sicuramente gli esercizi migliori da fare per tonificare muscolatura e addominali senza aggravare il problema. Infatti, in caso di leggera diastasi il giusto esercizio migliora l’aspetto dell’addome, anche se tornare come prima della gravidanza sarà un privilegio per poche. Nei casi gravi di diastasi, dove per grave s’intende a livello estetico, l’unica soluzione, come detto, è purtroppo quella chirurgica dove si vanno a cucire i retti addominali. Si tratta di un intervento comunque invasivo e che può lasciare una brutta cicatrice, per questo sovente si realizza durante gli interventi di taglio cesareo.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Fitness

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *