Bimbi appena nati: come affrontare l’estate

Scritto da
estate con bimbi appena nati

Se quando si ha un bambino molto piccolo in inverno, si ha paura che prenda freddo, in estate c’è il problema opposto, quello del caldo.

Se non facciamo attenzione, corriamo il rischio di farlo soffrire inutilmente. Vediamo alcuni accorgimenti per superare in tutta tranquillità i mesi estivi con i bimbi appena nati.

Come affrontare l’estate con bimbi appena nati

Mantenere l’idratazione

I neonatologi consigliano di non offrire acqua ai neonati nei primi mesi di vita, perché sia il latte artificiale che quello materno hanno una composizione tale da garantire l’idratazione del piccolo; se i bimbi allattati al seno vogliono mangiare più spesso è utile assecondarli, perché attraverso il latte della mamma si mantengono idratati.

Abbigliamento fresco e leggero

Anche se il nostro bambino è molto piccolo, coprirlo troppo può essere controproducente, perché può farlo sentire accaldato e provocare irritazioni come la sudamina.Via libera all’abbigliamento in cotone: body e calzine per stare in casa, vestitini freschi e leggeri per le uscite, con un giacchettino o una copertina leggera per i luoghi in cui c’è l’aria condizionata.

Anche per la culla è sufficiente un lenzuolino di cotone.

Bagnetti più frequenti

Può capitare che il piccolo si senta accaldato e diventi irritabile; una soluzione può essere quella di fargli un bel bagnetto, per aiutarlo a rinfrescarsi. Lo si può fare anche un paio di volte al giorno, a patto di non usare troppo detergente.

Viaggi in macchina

Via libera anche ai viaggi in macchina, a patto che si parta nelle ore più fresche e i finestrini siano dotati di parasole. L’aria condizionata può essere usata, ma con moderazione.

Sì alle passeggiate

Passeggiare fa sempre bene al piccolo, purché si esca nelle ore più fresche. L’ideale è prediligere parchi e zone verdi, oppure il lungomare.

Non stravolgere i suoi ritmi

Anche se siamo in estate e portiamo il bambino in vacanza con noi, è importante non alterare la sua routine quotidiana, rispettando i suoi tempi per la pappa e la nanna.

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino · Ho un bimbo

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *