Bilinguismo: effetti positivi sui bambini

Scritto da
Bilinguismo effetti positivi sui bambini

Memoria e neonati: gli effetti positivi del bilinguismo a 11 mesi

La memoria e le capacità cognitive dei bambini riescono sempre a lasciarci di stucco; se è facile apprezzarne gli spunti quando riescono a esprimersi con una buona proprietà di linguaggio, quindi dalla scuola dell’infanzia in poi, può essere più complesso prima. Ma ciò non deve assolutamente indurci a pensare che i giusti stimoli in bimbi molto piccoli non producano risultati.

Per esempio, sapevate che già a 11 mesi è possibile notare gli effetti del bilinguismo sui neonati? Ebbene sì, anche nei bambini con meno di un anno il cervello è recettivo nei confronti di due lingue. È quanto è emerso da una ricerca condotta dalla University of Washington a Seattle (Usa), i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Developmental Science, che ha preso un campione di 16 bambini di 11 mesi, di cui 8 provenienti da famiglie monolingua (in cui si parlava solo l’inglese) e 8 da famiglie bilingue (dove veniva usato sia l’inglese che lo spagnolo).

Bambini bilingui: un toccasana per il cervello!

Per alcuni minuti, indossando delle cuffie, i bambini hanno ascoltato un flusso di suoni tipici delle due lingue ed è stata monitorata l’attività cerebrale: nei bambini provenienti da famiglie bilingue, le principali aree del cervello destinate alle funzioni esecutive (la corteccia prefrontale e la orbitofrontale) erano più propense a imparare i suoni dei linguaggi nuovi, mentre negli altri si registrava una specie di opposizione.

Essendo i risultati apprezzabili in zone del cervello legate alle funzioni esecutive, gli esperti hanno dedotto come il bilinguismo abbia effetti positivi sulle capacità di linguaggio, ma anche sulle capacità cognitive. Sul lungo periodo, il bilinguismo è stato associato anche al contrasto dell’invecchiamento precoce.

In definitiva, imparare due lingue da piccoli non solo non comporta fatica e sforzo, ma fa benissimo alla salute in tutte le sue declinazioni: fra un gioco e l’altro, mamme, insegniamo anche ai nostri figli più idiomi, un modo diverso per dimostrare il nostro amore per loro.

 

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino · Educazione/psicologia

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *