Bambini, cosa fare se mettono tutto in bocca?

Scritto da
bambini-cosa-fare-se-mettono-tutto-in-bocca

Tuo figlio mette tutto in bocca? Niente panico: è un vizio di molti bambini. Oggetti che trova per terra, ciucci ricchi di microbi, mani polverose e sporche di ogni “leccornia”.

Il bambino desidera conoscere e scoprire che cosa ha da offrirgli uno dei suoi cinque sensi, e lo fa con l’unico metodo che conosce: assaggiando e mettendo tutto in bocca.

Perché i bambini vogliono mettere tutto in bocca?

Il desiderio di mettere in bocca ogni cosa per il bambino è innato. In lui scatta la voglia di esplorare, di capire che cosa è quell’oggetto che vede, accarezza, tiene in mano. Da quando inizia a scoprire ciò che lo circonda, e quindi intorno ai cinque mesi di vita, esaudire la sua curiosità diventa necessario e la bocca è il collegamento con il mondo.

A spiegare perché i bambini mettono tutto in bocca è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Pnas e condotto da un team di ricercatori francesi e italiani dell’istituto di Scienze Cognitive di Bron.  La ricerca ha preso in esame 26 persone che hanno dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico con diverse patologie. Dopo essere stati stimolati con il precentrale sensormotorio, i pazienti hanno avuto dei gesti inconsci, hanno aperto la bocca e sollevato il braccio.

Da qui la conclusione che con molta probabilità alcune aree cerebrali si sviluppano in maniera innata già da quando il bambino è un piccolo esserino nel pancione della mamma.

Quando mettere tutto in bocca diventa pericoloso

Prendere un giocattolo e assaggiarne la consistenza non comporta gravi rischi per il bambino. Se è stato messo in bocca da altri bambini, o se non è troppo pulito, può rischiare di ingerire microbi, ma trattandosi di un gioco per bambini è difficile che rappresenti un pericolo.  

Ben diverso è il desiderio di mettere in bocca oggetti per adulti considerati per questo pericolosi. Degli esempi? I gioielli della mamma, oggetti contundenti, smartphone, alimenti non adatti alla sua età.

Che cosa fare quando il bambino vuole mettere tutto in bocca

La cosa più importante da fare quando il bambino mette tutto in bocca è controllare i suoi movimenti. Il bambino va monitorato da vicino senza lasciarlo solo, soprattutto se ha il vizio di portare alla bocca ogni cosa in tempi molto rapidi. Non tutti, infatti, hanno questo desiderio, ma qualora tuo figlio abbia questa tendenza, il controllo deve essere costante e maniacale.

A completare il quadro della prevenzione per possibili pericoli con questa brutta abitudine c’è quello della sicurezza domestica. Organizzate una casa a misura di bambini e i possibili rischi diminuiranno.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino · Educazione/psicologia

Commenti

  • Non è un vizio ma un istinto…è l unico modo che hanno per conoscere…

    Elisa Telesca Elisa Telesca 6 dicembre 2016 21:06 Rispondi
  • Fa parte delle fasi cognitive del neonato

    Alina Vitale Gatto Alina Vitale Gatto 6 dicembre 2016 21:53 Rispondi
  • Che articolo…aiuto! Che rimanda ad altrettanti articoli da paura! Vizio..eh vabbe. Maniacale..dai!

    Federica Faraone Federica Faraone 6 dicembre 2016 22:28 Rispondi
  • La mia bimba e nella fase che mette qualsiasi cosa in bocca e tutti che la sgridano e dicono non devi lasciargli mettere le cose in bocca io penso ma lasciamo che scopra il mondo come meglio crede lasciamo liberi questi santi bambini

    Rosa Donnarumma Rosa Donnarumma 6 dicembre 2016 22:35 Rispondi
  • Mettiamogki un tappo

    Ginevra Scotti Ginevra Scotti 6 dicembre 2016 22:59 Rispondi
  • Mio figlio ha 7 mesi e mettere le cose in bocca è il suo gioco preferito!!!!

    Daniela Maggiore Teresi Daniela Maggiore Teresi 6 dicembre 2016 23:44 Rispondi
  • Prima si parla di vizio… poi di istinto…. chiaritevi le idee prima di scrivere baggianate. Il bimbo si mette tutto in bocca? È normale non c’è assolutamente nulla da fare, se non far sparire tutte le cose piccole alla sua portata

    Stella Meneghini Parigi Stella Meneghini Parigi 7 dicembre 2016 0:19 Rispondi
  • Rosa Maria

    Concetta Diana Concetta Diana 7 dicembre 2016 8:02 Rispondi
  • Francesthali Matarrese

    Carmela Matarrese Carmela Matarrese 7 dicembre 2016 8:08 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *