Walking Mama, un’idea per favorire l’aggregazione tra mamme

Scritto da
walking-mama-unidea-per-favorire-laggregazione-tra-mamme
chiara.gera@algorithmedia.com'

Nel cuore delle neomamme si accavallano tanti sentimenti diversi. Se da una parte c’è ovviamente la la felicità di avere finalmente tra le braccia il proprio piccolo, dall’altra comincia anche a fare capolino la solitudine che, insieme al senso di inadeguatezza e alla paura di non essere mai abbastanza, ci accompagna nelle giornate, che diventano sempre più frenetiche.

Due amiche bresciane hanno dato vita ad un progetto semplice ma straordinariamente efficace, trasformando una semplice passeggiata in un forte momento di aggregazione che sta coinvolgendo sempre più donne. Ecco la loro storia.

The Walking Mama: da una semplice camminata possono nascere grandi cose

Simona e Mara sono le fondatrici dell’associazione “The walking mama odv” nata a Bovezzo, in provincia di Brescia) quasi per gioco da idea lo scorso inverno. E’ il mese di gennaio 2018 quando le due amiche decidono di prendersi qualche ora a settimana per staccare dalla routine quotidiana (figli, casa, lavoro…) e uscire insieme a camminare la sera. Pubblicando sui social foto e percorsi, parecchie donne della zona cominciano ad interessarsi a questi incontri serali e a chiedere di unirsi a loro.

Le due mamme decidono, quindi, di aprire un gruppo Facebook e provare  a condividere queste uscite con tutte le donne che volevano prenderne parte. “Abbiamo scelto di aprire l’iniziativa solo alle donne in quanto abbiamo constatato che ci si sente più libere di affrontare determinati argomenti e meno a disagio a camminare ognuna con le proprie possibilità”, raccontano.

E’ inverno, ma nonostante questo riescono a formare un gruppo di cammino sempre presente. Con l’arrivo della primavera e con il bel tempo le adesioni aumentano comprendendo anche persone che arrivano dai paesi limitrofi.

Considerato il grande successo delle uscite a livello locale, a giugno 2018 arriva la decisione di aprire l’associazione di volontariato per acquisire un’identità definita e provare a far partire altri gruppi nella provincia di Brescia: “Abbiamo proposto la nostra iniziativa alle amministratrici del gruppo Facebook “Non solo mamme Bs” – raccontano – che ci ha aiutato a veicolare la nostra idea a più di 11000 donne e a trovare le volontarie che hanno fatto partire altri gruppi in zone di Brescia e provincia, tutt’oggi sono 21 quelli attivi con una partecipazione dalle 5 alle 50 persone ciascuno in base alla località”.

The Walking Mama: molto più di una passeggiata

“Ci piacerebbe allargare questo progetto di aggregazione e creare una grande community di Walking mama”. E’ questo il desiderio di Simona e Mara, che hanno toccato con mano il beneficio di una semplice passeggiata in compagnia: “abbiamo dimostrato che prendersi qualche ora per se stesse camminando insieme, oltre a far bene fisicamente e mentalmente è occasione di confronto, condivisione e di aiuto reciproco“. 

Ma cosa succede nel corso di questa passeggiata? “Nei nostri gruppi si chiacchera e si cammina tanto: si rientra a casa più serene e più cariche, a volte anche con una visione diversa sui problemi quotidiani”. Per molte mamme è diventato un appuntamento fisso, che ha permesso di unire donne anche molto diverse tra loro, ma tutte accomunate da una vita frenetica e dalla voglia di ritagliarsi un piccolo momento per sè stesse.

“Nascono nuove amicizie e ci si mette tutte allo stesso livello indipendentemente dall’età e dalla vita che una persona svolge. – continuano –  Il nostro progetto è rivolto a tutte le donne, di qualsiasi età, mamme, nonne e ragazze. I nostri gruppi hanno la finalità  di essere alla portata di tutte: non promuoviamo l’attività sportiva ma un salutare modo per stare insieme all’aria aperta.”

Le testimonianze delle mamme

L’entusiasmo che si respira tra i menbri del gruppo, è palpabile. Imma, ad esempio, racconta: “Erano anni che cercavo qualche amica con cui fare una camminata e appena venni a conoscenza di questo gruppo ho voluto subito farne parte. Ho conosciuto non un’amica ma tante amiche. Anche se ho avuto una giornata stancante, quando arrivo alla fermata e vedo qualcuno la stanchezza sparisce”. 

Il tema dell’amicizia è quello salta fuori con più assiduità nei racconti delle mamme, che spesso con l’arrivo dei figli si trovano ad affrontare grandi cambiamenti anche nella vita sociale“Mi è servito a fare nuove amicizie e sinceramente ne avevo un gran bisogno perchè accudire i miei bimbi mi ha fatto perdere delle amicizie che prima avevo– confida ad esempio Cristina  Ero in un momento in cui ero un pochino sola”

Secondo Ornella poi, la passeggiata con le altre mamme ha una valore quasi catartico: “Tutte noi abbiamo problemi, grandi o piccoli, stando in compagnia, chiacchierando di argomenti frivoli oppure di temi seri i problemi si ridimensionano, vengono messi in pausa. Sicuramente questo è positivo per la sfera emotiva di ognuna di noi. Il movimento, che si svolge nelle aree più verdi della zona, completa l’opera. Si torna a casa felici e motivate.”

Roberta, infine, ha definito il suo impegno di referente come“una scelta azzardata visto i mille impegni che può portare l’essere mamma di 3 figli. L’ho fatto per me, ma non pensavo di vivere poi una delle esperienze più gratificanti della mia vita“. Malgrado gli inevitabili problemi di gestione degli impegni, anche il suo bilancio è molto positivo: “In questi 5 mesi di gruppo ho visto nascere bei legami, ho visto donne ritrovarsi dopo tanto tempo, donne che hanno i loro problemi e pensieri, ma che nell’ora di camminata respirano aria diversa, in tutti i sensi”.

Categorie dell'articolo:
Post parto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.