Vaccino contro la varicella, in pochi lo scelgono

Scritto da
vaccino contro varicella

Il vaccino contro il virus della varicella è disponibile già da una decina d’anni, solo il 30% dei genitori l’ha scelto e molti ignorano la sua esistenza. La varicella, tuttavia, è una malattia tutt’altro che banale e può colpire anche gli adulti.

Vaccino contro la varicella: non vaccinare aumenta i rischi per gli adulti

In alcuni casi per i bambini che hanno contratto la varicella si è reso necessario il ricovero ospedaliero a causa di una sintomatologia importante. Come spiega la dottoressa Susanna Esposito, pediatra e presidente dell’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici, “I genitori e i bambini che invece devono ricorrere alle cure ospedaliere si rendono subito conto dell’importanza della prevenzione”.

Vaccino contro la varicella: manca l’informazione

Tuttavia, ancora in pochi decidono di vaccinare i propri figli contro il virus e la ragione potrebbe risiedere nella mancanza d’informazione che circola attorno alla possibilità di ricorrere al vaccino. Questo viene somministrato in due dosi, la prima al secondo anno di vita (in concomitanza con la vaccinazione contro morbillo, parotite, rosolia) e la seconda in età prescolare. Grazie a questa immunizzazione è possibile prevenire eventuali complicanze, rese ancor più severe se la malattia si manifesta in età adulta.

Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo · Salute del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *