Bambini e vaccini obbligatori: cose da sapere

Scritto da
vaccini-obbligatori-e-bambini-cosa-sapere

Negli ultimi anni i vaccini obbligatori dei bambini sono fonte di polemica. Spaventano, confondono e molte volte creano equivoci spiacevoli sullo stato di salute del bambino. Una scorretta informazione prima di effettuare il vaccino previsto è il motivo principale delle paure dei genitori. Si dimentica però una cosa fondamentale: i vaccini per l’infanzia prevengono le malattie infettive serie.

Il risultato della scorretta informazione è l’aumento dei genitori che decidono di non vaccinare i loro figli. La paura di creare dei problemi ai bambini spinge a evitare il vaccino e così, senza saperlo, si ottiene l’effetto contrario: aumentano i rischi e la possibilità di contrarre malattie pericolose.

bambini e vaccini obbligatori le cose da sapere

Quali sono i vaccini obbligatori dei bambini

Quali sono i vaccini obbligatori in Italia? Il servizio sanitario nazionale li fornisce a titolo gratuito e consegna ai genitori un calendario dei vaccini con aggiornamenti contenuti nel Piano nazionale prevenzione vaccinale 2012-2014.

Nello specifico, i vaccini obbligatori in Italia riguardano i nuovi nati per la poliomielite, il tetano, la difterite e l’epatite B.

Il terzo mese di nascita del bambino si somministra:

PRIMA DOSE IPV ( vaccino antipolio inattivato );
PRIMA DOSE di DTPa ( vaccino antidifto-tetanico-pertossico acellulare ), contro difterite e tetano;
PRIMA DOSE di HBV ( Antiepatite B );

Al quinto mese si prosegue con:

SECONDA DOSE di IPV ( vaccino antipolio inattivato );
SECONDA DOSE di DTPa ( vaccino antidifto-tetanico-pertossico acellulare ), contro difterite e tetano;
SECONDA DOSE di HBV ( Antiepatite B );

Al dodicesimo mese si fa il richiamo con la terza dose di IPV ( vaccino antipolio inattivato ), DTPa ( vaccino antidifto-tetanico-pertossico acellulare ), contro difterite e tetano, HBV ( Antiepatite B ).

Oltre a queste tre somministrazioni obbligatorie il Ministero della Salute consiglia vivamente di effettuare le vaccinazioni raccomandate, che riguardano nello specifico:

  • la pertosse
  • la meningite (attraverso i vaccini contro l’haemophilus influenzae tipo B, PCV antipneumococcico coniugato contro lo pneumococco, e il meningococco di tipo C)
  • il morbillo
  • la rosolia
  • la varicella
  • la parotite
  • infezione da papillomavirus

Il vaccino antipertosse si aggiunge a quello di Difterite e tetano; per questo prende il nome di Trivalente, e viene effettuato anche in questo caso in tre dosi differenti.

Il medico specializzato della struttura sanitaria a cui ci si rivolge per i vaccini del bambino saprà fornire alle mamme tutte le informazioni su calendario e dosi nel corso del tempo. In questa guida vi forniamo soltanto le prime informazioni post nascita.

vaccini-quali-sono-quelli-obbligatori-per-i-bambini

Vaccini obbligatori dei bambini: che cosa fare prima del vaccino

Il bambino può fare il vaccino se in completa salute. Non deve aver assunto medicinali nei giorni prima della somministrazione (il pediatra saprà indicare nello specifico tempistiche e cure), non deve avere tosse, raffreddore o qualsiasi stato influenzale.

In ogni caso, solo il pediatra può valutare se il bambino può ricevere il vaccino in base al suo stato di salute. Per questo deve essere controllato dal medico prima di ricevere la dose prevista dal calendario vaccinale e solo dopo aver ricevuto l’ok dal pediatra.

vaccini-quali-sono-quelli-obbligatori-per-i-bambini

Vaccini obbligatori dei bambini: le reazioni post vaccino

Le reazioni comuni al post vaccino sono descritte nel manuale di Alberto Mantovani, “Immunità e Vaccini” della Mondadori Editore. L’immunologo parla di leggera febbre, arrossamento e dolore nel punto dove è stata fatta l’iniezione, ma anche un malessere generale che irrita il bambino.

Lo stato di irrequietezza è normale, soprattutto se il bambino è ancora piccolo. Il dolore alle gambe causato dalle punture, lo spavento e il pianto durante la somministrazione possono averlo  innervosito e questo malessere prosegue anche una volta tornati a casa.  

reazioni-post-vaccini-obbligatori-nei-bambini

Per qualsiasi dubbio o preoccupazione è importante chiedere supporto al pediatra di fiducia, che potrà visitare il bambino, controllare gli effetti collaterali e consigliare ai genitori come consolare e far star meglio il piccolo.

Bisogna sempre evitare di procedere in autonomia e decidere, ad esempio, di spalmare pomate antinfiammatorie a base di cortisone sul punto in cui sono state fatte le due iniezioni. Una chiamata al pediatra è sempre la soluzione migliore per sapere che cosa fare. 

 

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Guide e Tutorial · Salute del bambino

Commenti

  • Jessica Ferrara

    Anna Di Nisio Anna Di Nisio 7 novembre 2016 14:18 Rispondi
  • Secondo me i bambini dovrebbero andare all’asilo solo se hanno fatto tutti i vaccini!

    La Rosa La Rosa 7 novembre 2016 14:50 Rispondi
    • Una domanda critica, dove sta il problema se un bimbo non viene vaccinato mentre il resto della classe si? Se un bambino è vaccinato dovrebbe essere immune, quindi non capisco dove sta il problema.

      Graziano Ardore Graziano Ardore 7 novembre 2016 15:35 Rispondi
    • Legga la storia recente della signora che ha la figlia in punto di morte per la pertosse, 7 mesi. Se capita a suo figlio poi capisce dove sta il problema.

      La Rosa La Rosa 7 novembre 2016 15:39 Rispondi
    • Perché se un bimbo non può essere vaccinato(o perché troppo piccolo o per vari problemi che non permettono di poter essere vaccinato)viene messo in pericolo dai genitori che non vaccinano i figli per scelta propria. Io sono del parere che la libertà altrui viene meno quando mette in pericolo la vita di un altro.

      Maria Assunta Brunelli Maria Assunta Brunelli 7 novembre 2016 15:42 Rispondi
    • La gente non sa che ci sono bimbi che x problemi immunitari o altro non può essere vaccinato e stando accanto a bimbi non vaccinati può contrarre queste malattie di cui oggi come oggi i virus sono pure più forti e quindi morirne…mettono in pericolo la propria e quella degli altri vita…e si può morire di pertosse o di morbillo…o avere pesanti conseguenze da adulti se prendi la rosolia o la parotite..stiamo tornando indietro di 50 anni…..

      Erika Catalano Erika Catalano 7 novembre 2016 16:31 Rispondi
    • La Rosa stesso discorso per bambino diventato autistico a causa del vaccino, se capita a suo figlio…

      Luisa Citro Luisa Citro 7 novembre 2016 16:54 Rispondi
    • Non c’e’ nessuna correlazione tra vaccini e autismo. Non diciamo stronzate! Purtroppo li’ c’entra la genetica, e’ risaputo!

      La Rosa La Rosa 7 novembre 2016 16:56 Rispondi
    • non si muore “Di” morbillo ma “con” il morbillo, vi do solo un dato un bambino su 48 ha l’autismo, una bambina su 120 ha l’autismo, riflettete un po, attenzione non sono contrario ai vaccini, ma voglio vederci chiaro, un altro dato, oggi esistono più di dieci ceppi di meningite ed il vaccino contro la meningite ne contiene solo 4 ne vogliamo parlare?

      Graziano Ardore Graziano Ardore 7 novembre 2016 16:59 Rispondi
    • Ovviamente non si augurano malattie a nessuno dei nostri angioletti; purtroppo per colpa di genitori IGNORANTI i nostri cuccioli rischiano di morire per malattie che oramai erano state quasi debellate! Queste malattie dovrebbero venire ai genitori che non hanno fatto vaccinare a mio avviso.

      La Rosa La Rosa 7 novembre 2016 16:59 Rispondi
    • La Rosa vada a leggere il bugiardino dell’esavalente

      Graziano Ardore Graziano Ardore 7 novembre 2016 17:03 Rispondi
    • Graziano Ardore segua Roberto Burioni, medico qui su fb, cosi’ imparara qualcosa di sensato. La saluto.

      La Rosa La Rosa 7 novembre 2016 17:04 Rispondi
    • La Rosa poi mi spiega il perchè ne mettono sei di vaccini ma quelli obbligatori sono solamente 4! Dare dell’ignorante è una cosa brutta soprattutto quando non si conoscono le persone.

      Graziano Ardore Graziano Ardore 7 novembre 2016 17:42 Rispondi
    • Luisa certo che a spararle grosse, si fa prima che a informarsi bene 😀 Graziano, lei la smetta di leggere bugiardini (questa storia ha veramente annoiato) e inizi a parlare con i pediatri. Grazie della collaborazione 😀

      maternita.it maternita.it 7 novembre 2016 17:52 Rispondi
    • Eh certo si informi bene lei è stato riconosciuto danno da vaccino, si informi bene

      Luisa Citro Luisa Citro 7 novembre 2016 17:53 Rispondi
    • si perchè uno deve smettere di cercare la verità, so bene io cosa fare per proteggere mio Figlio.

      Graziano Ardore Graziano Ardore 7 novembre 2016 17:57 Rispondi
    • È stato detto più volte che il medico che disse che esiste correlazione tra autismo e vaccini aveva falsificato i dati…ovvio che il rischio che non vada tutto liscio ci PUO essere (anche prendendo la tachipirina ci sono molti rischi )però contrarre morbillo,pertosse ecc è molto ma molto più pericoloso. ..

      Maria Assunta Brunelli Maria Assunta Brunelli 7 novembre 2016 17:59 Rispondi
    • I pediatri sono costretti a dire di vaccinare a tutti i costi altrimenti sono cavoli amari per loro, vengono radiati dall’albo ecc. Poi, sono un’insegnante e a scuola ne ho viste di tutti i colori.. tra cui qualche caso dove i bambini hanno avuto problemi (non mi riferisco solo all’autismo) dopo essere stati vaccinati. Io non sono assolutamente contro i vaccini, ci mancherebbe, ma iniziare a bombardare un corpicino di 3 mesi non lo condivido. Diamo loro tempo di crescere almeno un pochino di più….

      Valentina Brasili Valentina Brasili 7 novembre 2016 22:49 Rispondi
    • Si btava vavvona e imborrisci di achofezze il tuo csi sara protetti ssimo che te ne frega degli altri. ..non sono mica tuoi figli pensa per te e le tue paranoie da pauta del bubbo nero….

      Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:28 Rispondi
    • Si brav imbottisci di schifezze il tuo csi sara protettissimo che te ne frega degli altri. ..non sono mica tuoi figli pensa per te e le tue paranoie da paura del bubbo nero….

      Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:40 Rispondi
    • X snnnambini cagionevolibche lenprendono rre forse perche hanno peeso sei vaccini a tre mesi o non funziona la protezione allora perche ce libdanno ma cme sono magnanimi quelli che c protwggono cme una mamma credeteci credeteci ai benefici del vaccino

      Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:41 Rispondi
    • Impara l’italiano per favore

      La Rosa La Rosa 8 novembre 2016 8:59 Rispondi
    • Graziano Ardore legga anche bugiardino dell’aspirina!

      Antonietta Palermo Antonietta Palermo 8 novembre 2016 15:14 Rispondi
    • Antonietta Palermo aspetti forse ha ragione, darò a mio figlio di soli 4 mesi l’aspirina, ma stiamo scherzando?

      Graziano Ardore Graziano Ardore 8 novembre 2016 17:46 Rispondi
  • Anna Pigozzi

    Beatrice Ronconi Beatrice Ronconi 7 novembre 2016 14:58 Rispondi
  • I vaccini vanno fatti

    Anna Veroli Anna Veroli 7 novembre 2016 15:03 Rispondi
    • Ahahajaj quandonrealizzerai perbte sara tardi anzi no per il tuonpobero bimbo che avra sempre una salute cagionevole

      Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:36 Rispondi
    • Mio nipete con la vacinzione trivalenti è rimasto celobroleso ma le vacinazoone vanno fatte

      Anna Veroli Anna Veroli 8 novembre 2016 8:53 Rispondi
  • Concordo. Il vaccino non è un’opzione da poter scegliere o meno. Non vaccinare non ricade solo sulla salute del proprio bambino ma anche sugli altri e sulla comunità perché diminuisce la percentuale di vaccinati e aumenta il rischio di contagio

    Paola Ferrulli Paola Ferrulli 7 novembre 2016 15:16 Rispondi
    • Chiudi tuo bimbo in campana di veteo rienilo al riparo c saranno sempre le malattie e non prenderle non aiuta a svilupparr sisstema immunitario e csi s diventa cagionevoloi..ahh ma ognuno pensi cn il suo cervello e s tuteli il nazismo vredevo fosse fifinito….e cmq vaccina un esserino inerme d soli tre mesi cn bombe inutili ad eta pericolose per rosolia morbillo parotite l han presa tti non s muoie…nn esiste la bacchetta magica che lo vaxcini tanto lo prende cmq e anzi hli fa anche bene alla salute ammalarsi d queate malattie.e poi c e menigiococco è sempre esistito nn c e perche nn c s vaccina anzi baccinarsi per qiesto è rischioso perchw se t attecchisce c resti lesionato o vogliamo parlare dell epatite b quando mai un esserino potrebbemai viverpericoli d conyrarla ..ma ragiona…vaccini si ma nn scriteriati per eta o tipo d cose che nn s corre rischio..usanla teaya ragiona invece d prendere la pappa scodellata da chi t vuole tanto bene ..uno stato e sistema sanitario che se ne fottw altamente d te basta che tu paghi e vhe t convinca che non devi rompere ma eseguire cose come ad es pagare pagare pagare anche in salute ahahaha

      Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:34 Rispondi
    • Tipico esempio di mala informazione

      Paola Ferrulli Paola Ferrulli 8 novembre 2016 8:49 Rispondi
  • Post direi mooolto datato, antipolio orale?! L’esavalente?!

    Valentina Tamberi Valentina Tamberi 7 novembre 2016 17:22 Rispondi
  • Queste vaccinazioni sono vecchie .. il morbillo è obbligatorio,e anche altre

    Michela Rucchetto Michela Rucchetto 7 novembre 2016 19:12 Rispondi
    • Michela, da quando il morbillo sarebbe diventato obbligatorio? Un giro sul sito governativo del ministero della salute, forse, chiarirebbe molti dubbi in merito 🙂

      maternita.it maternita.it 8 novembre 2016 10:36 Rispondi
  • I vaccini vanno fatti!!!

    Marica Monico Marica Monico 7 novembre 2016 20:31 Rispondi
  • I vaccini vanno fatti, sono d’accordo, ma non a 3 mesi. Come si può iniettare un’esavalente ad un esserino così piccolo senza nemmeno l’esistenza del suo sistema immunitario?! Lasciamo almeno che passi qualche mese in più, che a mio avviso, male non fa… anzi molto meglio!!!

    Valentina Brasili Valentina Brasili 7 novembre 2016 22:42 Rispondi
  • Favorevole..morire di pertosse o meningite..terribile!

    Elisabetta Ciccolo Elisabetta Ciccolo 8 novembre 2016 7:52 Rispondi
    • Ahaha e di queste persone che ha bosogno il mondo per andare avanti e salvarsi dall estinzione ahaha

      Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:37 Rispondi
    • non vaccinare i figli e’ una grande responsabilita’ la mortalita’ infantile per malattie contagiose e fatali sono state debellate ,e’ un dato di fatto ,tutti i farmaci hanno le controindicazioni anche una semplice aspirina

      Antonietta Palermo Antonietta Palermo 8 novembre 2016 15:19 Rispondi
  • Ahahah al soldo che spwttacolo simile divulgazione parlate anche dei danni da vaccino e simili articoli saranno un ricordo ridicolo! !!!!!!!

    Ginevra Scotti Ginevra Scotti 8 novembre 2016 8:27 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *