Uno studio americano dichiara: tra una gravidanza e l’altra è necessario aspettare un anno

Scritto da
uno-studio-americano-dichiara-tra-una-gravidanza-e-laltra-e-necessario-aspettare-un-anno

Un recente studio americano condotto dalla University of British Columbia e successivamente pubblicato sulla rivista specializzata Jama Internal Medicine dichiara che tra una gravidanza e un’altra è sufficiente aspettare un anno. I ginecologi statunitensi abbreviano in tal modo il limite temporale dei 18 mesi che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva ufficialmente stabilito.

le mamme di oggi desiderano avere figli a distanza ravvicinata

i ritmi frenetici della società odierna, uniti alle scarse possibilità di lavoro inducono le coppie a mettere su famiglia più tardi rispetto agli anni passati. Dati statistici confermano che le donne italiane, in media, diventano mamme per la prima volta all’età di 32 anni. Tale slittamento della prima gravidanza impone a chi vuole più di un figlio di accelerare i tempi tra una gravidanza e l’altra. Ma quanto tempo occorre aspettare senza che madre e nascituro corrano rischi? Uno studio americano della University of British Columbia dichiara che sono sufficienti dodici mesi.

Aspettare meno di un anno tra una gravidanza e l’altra espone a dei rischi

I ricercatori statunitensi hanno osservato e monitorato 150.000 seconde gravidanze ad intervalli differenti, rilevando così che dopo i dodici mesi dalla prima gestazione, l’organismo femminile è di nuovo equilibrato e pronto ad accogliere un secondo bambino: le dimensioni uterine tornano alla normalità e i livelli ormonali si riassestano.

In tal modo lo studio americano riduce il tempo di attesa dichiarato ufficialmente dall’OMS che è fissato a 18 mesi. Tuttavia, tengono a precisare i ricercatori americani, bisogna fare attenzione a non avere troppa fretta perché anticipare l’anno tra una gravidanza e l’altra può rivelarsi molto rischioso sia per il bambino che per la mamma. In casi simili la percentuale che il piccolo nasca prematuramente sale all’8,6% e la possibilità che sviluppi problemi cognitivi e fisici alla nascita è del 2,3%. Anche la madre potrebbe andare incontro a seri problemi durante il parto, a volte rischiando di morire (1,2% dei casi). Se si vogliono evitare complicazioni pertanto è necessario aspettare almeno un anno per la seconda gravidanza e possibilmente chiedere il parere professionale di uno specialista.

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.