Scambio di culle: perché è quasi impossibile

Scritto da
scambio di culle quasi impossibile

L’idea di doversi separare anche per un solo istante dalla propria creatura appena nata, lasciandola nelle mani di persone sconosciute, per molte future mamme rappresenta una vera e propria fobia. Ma è davvero possibile che al giorno d’oggi possa accadere che il proprio bimbo sia scambiato con quello di un’altra donna?

Come avviene il riconoscimento mamma-bambino?

Come spiega il prof. Costantino Romagnoli, responsabile della Struttura Complessa di Neonatologia al Policlinico Gemelli di Roma, un errore umano non è mai da escludere, ma nel nostro Paese è tecnicamente impossibile che avvenga uno scambio in culla dei neonati perché i nostri standard di sicurezza sono tra i più alti del mondo.Nelle sale parto di tutta Italia per associare un neonato alla sua mamma si utilizza un bracciale dotato di numero identificativo, uguale per entrambi. Questo braccialetto è poi verificato costantemente sia dagli infermieri che dalle puericultrici, soprattutto, ogni volta che il piccolo è accompagnato dalla madre. Il personale sanitario, inoltre, è tenuto a osservare scrupolosamente queste disposizioni e il più delle volte, quando è possibile, il momento dell’identificazione viene fatto davanti alla neomamma o di chi l’ha assistita durante il parto.

Scambio di culle: quando potrebbe avvenire l’errore?

Il famoso errore umano di cui parlavamo poco sopra, potrebbe subentrare anche subito, se ad esempio al neonato e/o alla madre sono assegnati dei bracciali con numeri diversi. Tuttavia, questo momento corrisponde anche a quello di massima attenzione da parte del personale.

Può anche accadere che il neonato smarrisca il bracciale perché applicato nel modo sbagliato, ma anche in questo caso ci si renderebbe subito conto dell’accaduto e non sarebbe difficile risalire alla mamma e quindi al suo bambino.

Se invece l’infermiera non dovesse controllare il bracciale, evento molto raro, e dovesse consegnare un’altra culla, la mamma se ne accorgerebbe subito semplicemente osservando il vestitino.

Scambio di culle: come funziona per i neonati prematuri

E i neonati prematuri? I bebè pretermine non hanno il braccialetto ma un foglio attaccato all’incubatrice: in questo caso si tratta di bambini che restano diversi giorni in ospedale e i genitori sanno già come riconoscerli.

 

Tags dell'articolo:
Categorie dell'articolo:
Post parto

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *