Miracolo di Natale per mamma e bebè

Scritto da
miracolo natale prematuro

Nella città di Avellino, il 25 dicembre sono stati salvati da una grave emorragia sia la mamma che il neonato già entrato in arresto cardiaco: un vero e proprio miracolo di Natale.

Mamma e neonato salvati in extremis a Natale

La donna incinta è arrivata in condizioni disperate presso l’ospedale Malzoni e gli operatori che l’hanno accolta si sono fatti in quattro per salvare lei e il bambino, purtroppo già in arresto cardiaco. La mamma di 45 anni che vive nella provincia di Avellino è giunta in clinica in fin di vita: le sue condizioni erano davvero drammatiche e avrebbe potuto morire da un momento all’altro. A causa di una rottura improvvisa dell’utero accaduta alla 35° settimana di gestazione, le si sono riversati in pancia ben due litri di sangue lasciandola priva di forze. Una situazione devastante che ha messo in serio pericolo la vita della mamma e del bambino.

Il più bel miracolo di Natale

La donna è arrivata in clinica in codice rosso. All’interno della struttura c’era aria di festa: il professore Malzoni era intento a fare gli auguri di Natale ai suoi collaboratori e poche altre pazienti. Il dottor Manzoni non ha certo perso tempo e prontamente è intervenuto portando la donna in sala operatoria. È riuscito ad asportarle l’utero rapidamente con un taglio cesareo e ha fatto nascere il bambino stabilizzando con i suoi collaboratori le condizioni della mamma. Al bambino già si era fermato il cuore ma i neonatologi arrivati direttamente dal reparto di terapia intensiva sono riusciti rapidamente a rianimarlo. Durante l’intervento la mamma è stata sottoposta a quattro trasfusioni e adesso le sue condizioni sono in netto miglioramento. Il bambino gode di ottima salute e i familiari, nonostante la grandissima preoccupazione e lo spavento che hanno avuto, possono festeggiare il Natale appena trascorso e molto presto mamma e neonato potranno tornare a casa sani e salvi.

Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.