Maternità: opportunità o problema per il lavoro?

Scritto da
maternità e lavoro

Secondo l’esperienza della fondatrice della start up MAAM, la maternità non è un problema per il lavoro ma un incentivo a fare sempre meglio. Ecco la sua esperienza.

La maternità come opportunità di crescita professionale

Se avete a che fare con un neonato e le notti insonni si susseguono una dopo l’altra, non dovete preoccuparvi. Tutto ciò è una sorta di master che vi aiuterà ad avere successo nel lavoro. Questo è quello che garantisce Riccarda Zezza, ovvero una ex manager che ha lavorato in differenti multinazionali. Attualmente ha due figli in età scolare ed è nota per aver fondato il Piano C, ovvero il primo coworking con cobaby presente sul territorio italiano. Riccarda ha anche creato MAAM, ovvero Maternity as a Master. Si tratta di una piattaforma digitale che serve per la formazione aziendale. Questa start up è nata quasi per caso ma poco a poco è approdata in grandi aziende come Luxottica, Unipol e Ikea. Fino al momento ha visto partecipare duemila mamme e papà con bambini in età compresa dagli zero ai tre anni. Si tratta di una vera e propria business school dedicata ai genitori basata sull’intelligenza emotiva che consente di affinare le proprie competenze all’interno delle aziende.

Le qualità che regala la maternità

È scientificamente provato che il cervello delle mamme cambi dopo la nascita dei figli. L’organismo delle donne che diventano madri produce quantitativi maggiori di dopamina e ossitocina. Queste sostanze facilitano le sinapsi consentendo un passaggio più rapido delle informazioni al cervello. Il modo di pensare delle mamme cambia radicalmente ed è diversa la visione che hanno del mondo. In pratica le mamme diventano delle ottime problem solving e riescono ad avere nuove opportunità proprio in virtù del loro nuovo modo di affrontare la vita.

A queste abilità del tutto biologiche si sommano le capacità acquisite nella gestione del neonato che necessita di tutto nelle 24 ore della giornata. Si sviluppa così un efficace modo di dare priorità a ciò che è importante e ciò che può essere rimandato. La maternità quindi diviene un’opportunità importante di crescita in ambito lavorativo. Migliora le capacità di adattamento, aiuta a far prendere rapidamente decisioni importanti e fa mediare i conflitti scegliendo opzioni risolutive.

Riccarda Zezza ha quindi studiato e realizzato un programma di formazione aziendale in grado di esaltare al massimo quelle capacità che nascono assieme ai figli. La start up ha avuto un successo inaspettato che ha messo in luce il fatto che divenire genitori non può essere considerato un ostacolo nel mondo del lavoro bensì un’importante opportunità che, se sfruttata nel modo corretto, aiuterà a migliorare le proprie prestazioni lavorative in maniera esponenziale.

Speriamo che sempre più aziende comprendano il valore aggiunto di essere mamma!

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Mamme e lavoro

Commenti

  • Ahahahah dicono che le donne , abituate ad organizzare la vita sua ,dei figli, della famiglia , spesa ecc…., non hanno carisma ….ma andasse a fanculo chi parla di carisma.

    Giada Passerini Giada Passerini 29 dicembre 2017 14:10 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.