L’importanza dei pennarelli al tempo del coronavirus

Scritto da
l'importanza-dei-pennarelli-al-tempo-del-coronavirus
info@maternita.it'

“Andrà tutto bene” è la scritta in caratteri cubitali che spicca dagli striscioni appesi alle finestre dai nostri bambini. Un grande arcobaleno che ci aiuta a guardare con un pizzico di speranza in più al futuro, oggi così incerto. Intrattenere i più piccoli durante le lunghe giornate che trascorriamo in casa non è facile. Tra un cartone, un libro di storie e i compiti inviata per mail dalle maestre, un grande alleato sono i colori: matite e pennarelli per dare vita alle immagini della nostra fantasia. Cosa possiamo fare quando i pennarelli si scaricano e non possiamo comprarne una nuova confezione? Le cartolerie sono chiuse e i supermercati permettono l’acquisto dei soli beni di prima necessità e i giochi per i bambini non rientrano in questa categoria.

La reazione sui social: fioccano gli hashtag #ildirittoalgioco e #bimbicoraggiosi

Subito i social sono diventati cassa di risonanza per la preoccupazione dei tanti genitori: “non possiamo più colorare arcobaleni” lamentano, affermando anche “i bambini non possono più fare i bambini per colpa delle attuali disposizioni”. Nei gruppi di Facebbok rimbalza un post che recita “Non togliete ai bambini il diritto di vivere una vita piena di colore, anche tra le mura di casa”. In risposta a questa nuova esigenza si leggono commenti con spunti e idee per nuovi giochi e esperimenti da realizzare in casa per divertire i bambini. Si muovono alcune cartolerie che si reinventano con servizi a domicilio organizzati appositamente per raggiungere tutte le famiglie rimaste senza pennarelli e blocchi di carta.

Pennarelli come prodotti essenziali: riprende la vendita

Dopo circa dieci giorni e centinaia di post sui social, interviene l’associazione di categoria Federdistribuzione per portare un po’ di chiarezza e tranquillizzare i genitori. Da ora anche pennarelli, fogli e matite colorate per disegnare rientrano nei beni essenziali e possono essere acquistati nei supermercati. Se dovessero esaurirsi le scorte anche nelle corsie degli ipermercati, vi ricordiamo che le tabaccherie possono rimanere aperte e spesso vendono materiali come pastelli colorati e risme di carta.

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
News e Gossip