Leggere sempre lo stesso libro al proprio figlio lo rende più intelligente: lo dice la scienza

Scritto da
leggere-sempre-lo-stesso-libro-al-proprio-figlio-lo-rende-piu-intelligente-lo-dice-la-scienza
silvia.migl@peppereppe.com'

Per migliorare le capacità di comprensione del proprio figlio è meglio variare la scelta dei libri da leggere? Secondo le ultime scoperte scientifiche in realtà non è così.

In realtà, leggere sempre lo stesso libro ai bambini in età prescolare li rende più intelligenti. Inoltre si pongono le basi per il loro futuro successo scolastico.

Lettura e sviluppo del vocabolario

Leggere ai propri bambini non è soltanto un momento da condividere insieme oppure di relax, ma è anche estremamente importante per la loro vita futura, soprattutto una volta che inizieranno a frequentare la scuola.

Infatti si tratta di un’occasione per migliorare la loro comprensione del vocabolario quando sono ancora piccoli e non hanno ancora imparato a leggere. A casa oppure alla scuola materna i bambini acquistano le capacità per decodificare e scandire le parole e trasformare le lettere in linguaggio.

Tuttavia questa abilità non è sufficiente da sola perché le parole devono avere un senso. Per comprendere la storia e il significato del discorso devono capire cosa significhino le parole che stanno leggendo. Di conseguenza la costruzione di un ricco vocabolario è fondamentale non soltanto per costruire i lettori, ma anche per migliorare le relazioni sociali.

La lettura dello stesso libro: quali sono i vantaggi

Lo sviluppo del linguaggio e del vocabolario avviene in tanti modi diversi, innanzitutto parlando e leggendo ogni giorno con il proprio bambino.

Però questa ricchezza non serve se mancano le basi. Leggendo sempre il loro libro preferito si è certi che i bambini comprendano bene la storia e il significato delle parole. Avere un buon vocabolario di base aiuta ad affrontare meglio altri libri e, in futuro, lo studio.

Al tempo stesso non bisogna dimenticare come i libri per bambini in età prescolare migliorino l’esperienza grazie al contesto significativo. Infatti il linguaggio usato assume aspetti giocosi che attirano l’attenzione del bambino e facilitano l’apprendimento.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.