Lavatrici e batteri: lo studio di un ospedale pediatrico

Scritto da
lavatrici-e-batteri-lo-studio-di-un-ospedale-pediatrico
info@maternita.it'

Tirare fuori i vestiti dalla lavatrice e vederli belli puliti e profumati non significa aver eliminato anche i batteri. Anzi, talvolta può essere proprio la lavatrice a trasmettere batteri e virus nocivi per la salute, e a dirlo è uno studio condotto da ricercatori universitari.

Ospedale pediatrico: contaminati neonati e bambini

In un ospedale pediatrico di Bonn, in Germania, tra il 2012 e il 2013, un bambino e 13 neonati furono contagiati da un batterio molto aggressivo che provocava disturbi a livello gastrointestinale e dell’apparato respiratorio. Il microrganismo in questione noto come Klebsiella oxytoca, nei casi più gravi può anche condurre alla morte. Nonostante l’ospedale avesse applicato tutte le misure straordinarie di disinfestazione e di igiene, la contaminazione proseguiva e così diedero incarico all’Istituto di Igiene di scoprirne le cause.
La studio fu avviato dai ricercatori dell’Università di Bonn che senza tralasciare alcun reparto dell’ospedale fecero la sorprendente scoperta.

Neonati contaminati: i batteri si annidavano nella lavatrice

Esaminato ogni singolo reparto, i ricercatori scoprirono che il batterio era presente nel seminterrato della struttura, ovvero nella zona che ospitava le lavatrici e le asciugatrici utilizzate per lavare e asciugare la biancheria dei piccoli pazienti. In particolare, la presenza del batterio fu riscontrata sulle guarnizioni e nei cassetti della lavatrice, ed era proprio da lì che avveniva il passaggio sui panni dei neonati.

Scoperta la causa, l’ospedale ha provveduto a rimuovere tutte le lavatrici presenti e sostituirle con delle nuove mettendo così fine al contagio. La ricerca effettuata dall’Istituto di igiene fu pubblicata sulla rivista scientifica Applied and Environmental Microbiology e dimostra senza ombra di dubbio come un comunissimo elettrodomestico possa essere fonte di proliferazione di batteri e virus. Per evitare che ciò accada anche nelle nostre case, l’unica soluzione è quella di dedicare un pò del nostro tempo (almeno una volta al mese) a pulire guarnizioni e cassetto della lavatrice o lavare ad una temperatura non inferiore ai 60°, in modo da uccidere i batteri.

Categorie dell'articolo:
News e Gossip