In travaglio, si reca in ospedale a partorire in bicicletta: la storia della deputata neozelandese

Scritto da
info@maternita.it'

Julie Anne Genter, deputata del partito dei Verdi in Nuova Zelanda, per la seconda volta di seguito si reca da sola in ospedale quando avverte le prime contrazioni. Effettua il viaggio in bicicletta e poche ore dopo da alla luce il suo bellissimo bambino.



Deputata neozelandese va in ospedale per partorire con la sua bicicletta

Sono circa le due di notte e Julie Anne Genter si rende conto che è appena iniziato il suo travaglio. Normalmente una madre in questa situazione avrebbe chiamato un parente o un taxi per farsi portare in ospedale, ma non Julie! In piena notte è salita sulla sua bici ed è andata dritta in ospedale per partorire il suo secondogenito.
La Genter è portavoce del suo partito ed è impegnata nel sostenere soluzioni green per risolvere problemi legati ai trasporti. Si muove con la sua due ruote in ogni circostanza e in effetti è ciò che è successo anche in questo caso, sebbene nel suo post pubblicato su Facebook dice che non era sua intenzione andare in ospedale montando una bicicletta.

La descrizione del tragitto in bicicletta e del parto

La deputata neozelandese comunica la notizia della nascita del suo bambino attraverso i social, con un post in cui spiega dettagliatamente cosa è accaduto. Alle due di notte avverte le prime contrazioni, che non le sembravano poi così forti e quindi decide di andare in bici.
L’intervallo era di circa 2-3 minuti ed è aumentato man mano di intensità col passare del tempo, tant’è che alle 3 del mattino è nato il suo secondogenito. Approfitta del post per ringraziare anche l’equipe medica per le cure e il supporto che le è stato dato. Alla fine si è trattato di una parto molto veloce e semplice, infatti nella foto del suo account Facebook la vediamo gioiosa e serena mentre lei e suo marito guardano innamorati il nuovo arrivato.

Tags dell'articolo:
· · · ·
Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *