Genitori pentiti sul web “amo i miei figli ma rinuncerei a loro”

Scritto da
genitori-pentiti-sul-web-amo-i-miei-figli-ma-rinuncerei-a-loro
info@maternita.it'

Pochi giorni fa su Reddit, sito Internet di social news, intrattenimento e forum, in cui gli users pubblicano post e molto altro, l’utente u/SniperGlizzy ha lanciato una domanda provocatoria, ossia: Come ci si sente ad avere dei figli che in realtà non desideravi?



Sono stati in molti gli utenti a raccontare la loro storia e il loro punto di vista sull’argomento.

Ciò che ne è emerso è che sono in tanti ad amare molto i propri figli, ma ad essere pronti a rinunciare a loro.

Si tratta di una questione molto delicata, considerata ancora un taboo, ma, proprio grazie a questo post i genitori sono riusciti a confessare un sentimento che in realtà provano in molti.

Leggi anche: “Mamme che rinunciano ai propri figli” si raccontano nel documentario The Last Taboo (Video)

Il video della settimana

Le confessioni dei genitori su Reddit

A seguito della domanda lanciata dallo user u/SniperGlizzy su Reddit sono stati in molti gli utenti a voler dire la loro, chiaramente sotto forma anonima.

Alcuni hanno ammesso di amare molto i loro figli e di provare a volte una grande felicità ma, allo stesso tempo, hanno confessato di essere spesso sull’orlo dell’esaurimento nervoso. Avere sempre e solo a che fare con bambini piccoli è frustrante e poco appagante.

Altri ancora hanno ammesso di accudire un figlio che non desideravano e di essere negativamente influenzati dal rapporto che loro stessi hanno avuto con i propri genitori.

Alcuni utenti si dicono semplicemente stanchi poiché il ruolo del genitore è continuo e non consente mai di staccare.

Molti ammettono di favoleggiare sul momento in cui i figli se ne andranno e di come diventerà piacevole la loro vita non appena questo accadrà.

E ancora, un utente dichiara di avere tre bambini e di averli fortemente desiderati poiché, influenzata dalla società, pensava di voler essere una moglie e di avere dei figli. Tuttavia, una volta nati, non si è creato il legame e il rapporto che si aspettava e che invece ha visto tra le altre mamme e i rispettivi figli.

Ammette inoltre di aspettare con ansia i momenti in cui i figli vanno in gita o non sono con lei poiché solo allora si sente bene e rinata.

Tali sentimenti la fanno sentire molto in colpa e sbagliata e spera di non dover trascorrere tutta la sua vita in questo stato.

“I’ve honestly thought about this question before. My son (14 months) was planned, and he is incredible, absolutely a light in our lives. On the other hand, I was super ill the entire pregnancy, depressed and struggling up until a few months ago. Now, this was made worse by two moves (military) and COVID, of course, but I never, ever want to do this again.”

“I don’t feel like a mom, I feel like a caregiver. I get little joy in taking care of my daughter, and I am constantly worn down. I’m exhausted. This pandemic has destroyed what little sanity I had left, as I can’t even get a small break because there’s no school.”


“I have three. I really thought I wanted kids because that’s what I thought I was supposed to do: be a wife and have kids. I love them, and I want the best for them. But I don’t have the same connection to them that other moms seem to have. I don’t miss them when I have to go on a long trip. I just feel relief. Having them home because of the pandemic has been really hard for me. I have a lot of guilt about it. Even though I’m surrounded by family, it feels pretty damn lonely. I don’t feel like I belong in my own life.”

Non desiderare dei figli è uno stigma sociale

Il non sentirsi a proprio agio nel ruolo di genitore ed arrivare a pensare di poter rinunciare ai propri figli è un argomento taboo e che viene mal visto da molti.

In realtà, sono diverse le persone che, soprattutto nel web, confessano di dover accudire dei bambini che in realtà non desideravano o di provare sentimenti ed emozioni molto contrastanti e che li fanno sentire sbagliati.

Su Reddit e su altri forum in Internet diverse donne, ancora prima di rimanere incinta, si dicono molto spaventate di poter aspettare un figlio e di non volerlo né nell’immediato né in futuro.

Ammettere ciò non viene ancora accettato dalla società secondo cui una donna e una coppia eterosessuale per essere completa deve mettere per forza al mondo un bambino. Molte donne confessano di sentirsi delle persone orrende e sbagliate poiché si sentono diverse da come le vorrebbe la società.

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia · Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.