Docenti e congedo di maternità: come funziona

Scritto da
congedo-di-maternita-e-docenti
info@maternita.it'

Per la donna che lavora la gravidanza è spesso fonte di preoccupazione nonostante il congedo di maternità e l’interdizione dal lavoro per gravi complicanze siano assolutamente obbligatori. Consce del fatto che i dubbi in materia non mancano ci occuperemo del congedo di maternità nel mondo della scuola, riportando un botta e risposta tra una docente di scuola primaria assunta in ruolo e un consulente del blog “Chiedilo a Lalla”, che speriamo possa essere utile ad altre docenti che vivono la stessa situazione.

Congedo di maternità della docente Laura

Sono una docente di scuola primaria assunta in ruolo il 1 settembre 2015. Ho effettuato l’anno di prova superandolo a giugno con il comitato di valutazione. Ora sono in gravidanza e sono in interdizione per complicanze gravi da metà agosto. Per questo motivo non sono potuta tornare a scuola il 1 settembre 2016. Informandomi, ho capito che tutti devono prendere servizio a settembre eccetto chi è appunto nella mia condizione, quindi esonerata dalla presa di servizio. Scrivo per una conferma perché non vorrei aver capito male. Grazie mille.

Il congedo di maternità secondo il consulente Paolo Pizzo

Il congedo di maternità e l’interdizione dal lavoro per gravi complicanze (artt. 16 e 17 d.lgs 151/01) sono assolutamente inderogabili, conseguentemente l’instaurazione del rapporto deve intendersi realizzata con l’accettazione della nomina e non con l’inizio della effettiva prestazione del servizio. Tale principio, ormai applicabile anche nel nuovo sistema privatistico, è stato ribadito più volte dal TAR (Puglia n. 150 del 7.6.1986) e dal CdS (Sez. V n. 1306 del 17.11.1994; n. 5095 del 4.9.2006). Pertanto, nel tuo caso, sarai considerata in effettivo servizio in quanto ciò non è potuto avvenire fisicamente per motivi oggettivi connessi alla gravidanza.

Categorie dell'articolo:
Mamme e lavoro · Notizie dal mondo

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *