Creme solari per bambini: quali scegliere

Scritto da
creme-solari-per-bambini-quali-scegliere
info@maternita.it'


L‘esposizione al sole è molto importante per la salute del corpo, grazie alla produzione di vitamina D, ma allo stesso tempo è necessario avere una serie di accorgimenti soprattutto nel periodo estivo.

Questo è ancora più vero quando si tratta di bambini, i quali devono essere protetti dai raggi solari ed esposti ad essi gradualmente, non nei primi anni di vita e sempre comunque utilizzando un’adeguata crema solare.

In commercio esistono moltissime creme ma solo alcune svolgono davvero la funzione di protezione, per questo è importante sceglierle con cura e con criterio, a seconda dell’età del bambino e di alcune proprietà della crema stessa.

Tra le più importanti, sicuramente la capacità di proteggere anche dai raggi UVA e di essere resistente all’acqua, per evitare che dopo ogni bagno il bambino perda la protezione.

Bambini ed esposizione al sole: perché è importante proteggerli?

Il sole è un elemento fondamentale per la salute degli esseri umani, poiché stimola la produzione di vitamina D che ha un ruolo importantissimo per il benessere dell’organismo.

Il video della settimana

Tuttavia sono note anche le problematiche che un’eccessiva esposizione al sole può causare, soprattutto tra i più piccoli: da pericolose insolazioni fino all’aumento della probabilità di sviluppare, in età adulta, tumori della pelle come melanomi, ma anche semplicemente secchezza della pelle e mucose, mal di testa e disidratazione.

I bambini sono senza dubbio i più esposti a tutto questo e dunque meritano di essere protetti, in relazione soprattutto all’età.

0 – 6 mesi: come comportarsi?

Nei primi mesi di vita, infatti, il bambini non devono essere esposti al sole ne direttamente né indirettamente, dunque sarebbe opportuno evitare di portarli al mare anche se coperti o all’ombra, poiché i raggi ultravioletti si riflettono sia sulla sabbia che nell’acqua.

6 -36 mesi

Sempre coperti con cappellino, indumenti e crema specifica. I bambini inizieranno a giocare nella sabbia e nel mare: è importante sapere che esiste anche la radiazione riflessa del suolo  (sabbia e acqua) e la radiazione diffusa del cielo.

3 – 12 anni

Dai tre ai dodici anni di vita i bambini dovrebbero essere protetti, dunque è possibile portarli al mare ma evitando l’esposizione nelle ore più calde (da mezzogiorno alle tre del pomeriggio circa) e, possibilmente, evitando le giornate veramente afose.

Al di là delle età, comunque, è imprescindibile l’utilizzo di un’ottima crema solare e per questo è fondamentale capire quali sono i parametri su cui basarsi per acquistarla.

Crema solare per bambini: quale comprare?

Vediamo alcune caratteristiche importanti da tenere a mente nella scelta della crema solare per bambini:

  1. Anzitutto è importante che il prodotto sia più naturale possibile, quindi senza l’aggiunta di elementi dannosi per la pelle e per la salute del bambino. È importante che sia priva di conservanti, coloranti, nickel, profumi e sostanze allergizzanti.
  2. Meglio optare per prodotto biologico o comunque con una percentuale molto alta di elementi naturali, dermatologicamente testato proprio sulla pelle dei bambini. Meglio ancora se contiene ingredienti biodegradabili
  3. Deve trattarsi inoltre di una protezione 50+, perché a quell’età i bambini devono essere protetti al 100%, a prescindere dal tipo di pelle e dal colore.
  4. E’ fondamentale inoltre che la crema sia resistente all’acqua, ossia water resistent, per evitare che si perda dopo un tuffo o un bagno, considerando anche il tempo che i bambini passano in acqua quando sono al mare.
  5. Altro aspetto fondamentale è che la crema protegga anche dai raggi UVA, solitamente lo si capisce dal simbolo di un cerchio con la scritta UVA e una barra sopra.

La crema va spalmata in abbondanza su tutto il corpo e non solo sulle parti generalmente più sensibili, poiché a quell’età ogni centimetro di pelle deve essere protetto. Meglio applicarla almeno mezz’ora prima dell’esposizione, in modo che i filtri possano attivarsi.

È buona norma, infine, applicare la crema sistematicamente ogni due tre ore, anche se si tratta di una formula resistente all’acqua: i bambini, infatti, tendono a strusciarsi, rotolarsi e sporcarsi molto più degli adulti al mare o in piscina, e questo favorisce una minor resistenza della crema.

È importante applicare la crema anche quando la pelle inizia a colorarsi.

Migliori creme solari per bambini

Nature’s – I solari

La texture trasparente e ultra-sottile si nebulizza finemente senza lasciare traccia. La Tripla Protezione UVA-UVB-IR” associa filtri solari fotostabili di nuova generazione ad attivi antiossidanti. La protezione alta SPF 50+ è indicata per le pelli più delicate, come quella dei bambini.
Resistente all’acqua, anti-sabbia. 100% filtri fotostabili.
Formula vegan, con ingredienti biodegradabili e 100% riciclabili per rispettare l’ecosistema marino.

Crema solare BJOBJ 

La Crema Solare SPF30 Bjobj è ideale per la pelle chiara. Protezione alta UVA/UVB. Dermatologicamente testata Contiene filtri minerali ed oli di Cocco, Mandorle dolci, Argan, Jojoba e Lino dalle proprietà emollienti, vitamina E antiossidante utile per contrastare i radicali liberi, gamma orizanolo ed estratto di Carota.

Laboratoires de Biarritz

Alta protezione solare bio e naturale: ipoallergenico, senza conservanti, senza profumo, Protegge contro i raggi UVA e UVB.
Per tutta la famiglia: utilizzabile sia negli adulti che nei bambini a partire dai 6 mesi, garantendo una protezione molto elevata. Ingredienti naturali, nessuna origine petrolchimica controversa, nessun inquinante.

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo · Salute del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.