Costanza Caracciolo mamma bis: ecco come è stato partorire da sola

Scritto da
"Nessuno mai avrebbe creduto che avremmo affrontato un momento così importante da sole, senza il tuo papà, senza la famiglia e gli amici, ma devo dire che ce la siamo cavata davvero bene..." Con queste parole Costanza Caracciolo annuncia su Instagram la nascita di Isabel, la sua secondogenita. Ecco il suo racconto del suo parto in solitaria. #CostanzaCaracciolo #ChristianVieri #Partorire #Coronavirus
info@maternita.it'

Costanza Caracciolo, l’ex velina e moglie dell’ex calciatore della nazionale italiana, Christian Vieri, ha partorito nei giorni scorsi la sua seconda figlia, Isabel, ed ha voluto raccontare le sensazioni provate in questo parto “da sola”.



Le differenze rispetto al primo parto

Una delle conseguenze dell’epidemia in corso nel nostro Paese è anche quella relativa alle cure ospedaliere per le persone con diverse patologie e ai parti.

La necessità di limitare il contagio infatti, porta a situazioni come quella della Caracciolo, che ha dovuto partorire in solitudine, senza la vicinanza del marito.

E proprio a Christian Vieri sono andati i primi ringraziamenti dell’ex velina che ha sottolineato come l’ex calciatore si sia preso cura sia di lei che della prima figlia, Stella proprio fino al momento dell’ingresso in ospedale, sopportando, come dice la Caracciolo, tutte le sue “paranoie” dettate proprio dalla situazione attuale.

Visualizza questo post su Instagram

25Marzo2020🌈 Ieri era il compleanno di un grande mito e proprio sulle note di “Amor mio Basto io Grandi braccia Grandi mani avrò per te Stretto al mio seno freddo non avrai No, tu non tremerai Non tremerai..”♥️ ..sei nata tu, Isabel mia.. 🌹 Nessuno mai avrebbe creduto che avremmo affrontato un momento così importante da sole, senza il tuo papà, senza la famiglia e gli amici, ma devo dire che ce la siamo cavata davvero bene… Il parto precedente non è stato facile, eppure all’esterno era tutto apparentemente così bello… ieri invece durante il tragitto, mentre mi accompagnava papà, era tutto molto strano, strade vuote, silenzio assordante e io tremavo all’idea di dover affrontare tutto da sola.. 😔Invece è stato un parto magnifico a suon di musica, con un team quasi tutto al femminile ed è andata benissimissimo, sei nata tu, gioia e luce di cui avevamo bisogno💪🏽💕💪🏽Far finta di niente rispetto a quello che succede qui fuori è impossibile, però per 24h non ci ho pensato ed è stato bellissimo..🎈 Ringrazio mio marito @christianvieri che si è preso cura di me e di Stella fino all’ultimo, sopportandomi per le mie continue paranoie per la paura del parto.. 😢 Ringrazio tutti gli amici che mi hanno sostenuta con messaggi e chiamate prima e dopo… un grazie gigante va al mio super ginecologo @francovicariotto e la moglie perché oltre ad essere due grandi professionisti si sono rivelati ancora una volta persone di famiglia…( rapporti che vanno oltre) Tutto il team dalle ostetriche, all’anestesista, infermiere, donne, mamme, ma prima di tutto persone umane che mi hanno dimostrato tutto il loro grandissimo affetto in un momento dove i miei affetti veri non potevano essere presenti💕 #welcomeIsabel #mammabis #papabis #stellinabigsister 💕 Grazie grazie grazie 📸 @andreavarani

Un post condiviso da Costanza Caracciolo🍒🇮🇹 (@costy_caracciolo) in data:

L’ex velina ha voluto evidenziare le differenze tra il primo ed il secondo parto, ricordando come il precedente fu certamente meno facile, ma l’ambiente che la circondava in quel momento era certamente più bello, mentre questo, pur con la paura di dover fare tutto da sola, è stato magnifico.

La Caracciolo ha espresso la sua gioia ricordando che la secondogenita, Isabel, è nata a suon di musica, con il sottofondo della canzone “Amor mio” di Mina.

Partorire da sola è la regola in questo periodo

Come Costanza Caracciolo tutte le donne che devono partorire in questa situazione di grande pericolo sono costrette ad affrontare un momento delicato.

L’ex velina lo ha più volte ribadito, ed ha voluto anche ringraziare tutto il gruppo di persone che era in sala parto con lei, un “team” quasi completamente formato da donne, ed al ginecologo che l’ha seguita durante la gravidanza, Franco Vicariotto.

La Caracciolo ha anche sottolineato che per 24 ore è riuscita a non pensare alla situazione in cui si sta trovando l’Italia, proprio grazie al parto ed all’arrivo della secondogenita che l’ha resa felicissima.

Infine un ringraziamento è arrivato anche per tutte le persone che sono state vicine con messaggi sia prima che dopo il lieto evento.

Tags dell'articolo:
· · ·
Categorie dell'articolo:
Mamme vip

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.