Le coliche dei neonati? Non esistono!

Scritto da

Avete letto bene care mamme: secondo il pediatra Paolo Sarti, le coliche gassose del neonato non esisterebbero. Ora vi spieghiamo il suo punto di vista.

Le coliche gassose del neonato

Sono tanti i neonati che all’improvviso iniziano a contorcersi e a piangere disperatamente. Quando accade così in genere si pensa si tratti di un episodio di coliche gassose ma il pediatra Sarti non è dello stesso parere.

Il medico ha affermato senza termini che le coliche gassose non esistono. A cosa allora sono riconducibili quei pianti improvvisi e disperatissimi?

Secondo il pediatra, il motivo è un pianto fine a se stesso. I neonati piangono non perché sentono il dolore causato dalle coliche ma perché magari hanno freddo, caldo, fame, vogliono solo essere presi in braccio dai genitori o per altri motivi simili.

I movimenti del corpo causano le coliche

Quando il neonato piange non lo fa solo con la voce ma mette in atto una serie di meccanismi che fanno contrarre i muscoli del viso e delle altre parti del corpo. Serra i pugni e ritrae le gambe in maniera quasi automatica.

Per placare il pianto del neonato, afferma Sarti, è importante prima calmare sé stessi e poi rassicurare il bambino prendendolo in braccio, cullandolo, cambiandogli il pannolino o dandogli da mangiare. 

Il dottor Paolo Sarti tiene a precisare che le crisi di pianto sono più frequenti la sera perché proprio in quel momento i genitori sono più stanchi e magari tesi dopo una giornata di fatiche. 

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *