Bing: dove sono i suoi genitori? Flop è davvero suo padre?

Scritto da
bing:-dove-sono-i-suoi-genitori?-flop-e-davvero-suo-padre?
info@maternita.it'


Se avete per casa un toddler (bambino che impara a camminare) sicuramente sarete fans sfegatati di Bing, il cartone animato che racconta la quotidianità del coniglietto nero e del suo “tutore” Flop, circondati da altri amici animali.

Una serie prescolare molto amata perché gli episodi trattano argomenti semplici e che riguardano effettivamente i primi apprendimenti dei bambini piccoli, eventi comuni e situazioni domestiche e familiari ai più piccoli. Le ombre, l’altalena, i giochi con gli amici, la spesa, il rapporto con gli altri, le regole della buona notte ecc.

Ma la domanda che forse molti di voi si saranno posti è “Come mai Bing non ha i genitori? Perché Bing e i suoi amici hanno al loro fianco delle figure che si prendono cura di loro ma che non sono della stessa specie (animale), non hanno alcuna somiglianza con i figli e sono addirittura più piccoli di statura dei figli?”

Le teorie si sprecano. In molti sostengono che, come in molti altri cartoni animati dedicati ai bambini, i genitori non sono presenti perché quello che si vuole rappresentare nelle serie TV è la crescita e la presa di coscienza di sé e delle prime responsabilità del piccolo protagonista. L’assenza dei genitori permetterebbe quindi una maggiore libertà di movimento, di sbagliare e porre rimedio, la possibilità di agire al di fuori delle regole per poi capirne l’utilità.

La risposta ufficiale arriva però dalla pagina Facebook @bingbunny:

FAQ: Where are Bing’s parents? Is Flop Bing’s Dad?

Families come in many different forms. ❤️

Happy Family Day everyone.

Team Bing x

Insomma come a dire che oggi le famiglie sono spesso composte da un solo genitore, a volte adottivo, a volte single, a volte da tutori o precettori che seguono i bambini nella loro crescita con la stessa cura di un genitore biologico. Nella vita reale il riferimento non è per tutti i bambini la famiglia tradizionale mamma-papà e Bing non vuole essere discriminatorio: c’è per tutti una figura che accompagna nella crescita, a prescindere da quale sia la sua forma ufficiale ed origine ed è quella che viene raccontata nelle puntate TV.

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.