Ansia da seprazione: un cuore sulla mano per portare in classe l’amore della mamma

Scritto da
ansia-da-seprazione-un-cuore-sulla-mano-per-portare-in-classe-lamore-di-mamma

Elsie è una bambina di 5 anni che soffriva di ansia da separazione dalla sua mamma.

La piccola infatti aveva tanta paura di andare a scuola perché non voleva separarsi da lei. Per fortuna la madre, Melissa Conlon, che di mestiere fa la professoressa, ha ideato un metodo bizzarro quanto efficace per calmare l’ansia della sua bambina.

La geniale idea di Melissa Conlon

La professoressa, vedendo la figlia in lacrime per l’ansia da separazione, ha deciso di inventare un metodo per mantenere, in qualche modo, un contatto tra lei e la piccola Elsie.

Melissa ha disegnato prima un cuore sulla sua mano e poi uno uguale sul palmo della sua bambina.

A questo punto ha spiegato ad Elsie che quello non era altro che un pulsante dell’abbraccio e che ogni qualvolta avesse voluto stringere la sua mamma sarebbe stato sufficiente premere quel piccolo cuoricino.

Chiaramente, ha spiegato Melissa alla bambina, i pulsanti vanno ricaricati quindi prima di andare a scuola, mamma e figlia avrebbero dovuto tenere i cuori attaccati.

Elsie è andata a scuola, per la prima volta, senza lacrime

La geniale idea dell’insegnante ha permesso alla sua bambina di andare a scuola con maggior serenità e per la prima volta senza lacrime.

Una volta finito l’orario delle lezioni la piccola è tornata a casa e ha chiesto alla sua mamma quante volte avesse premuto il pulsante degli abbracci magici.

Melissa ha risposto di aver pulsato il cuore per dieci volte e la piccola, con grande entusiasmo, ha esclamato di aver premuto il pulsante lo stesso numero di volte.

L’iniziativa è stata pubblicata su Facebook

Melissa Conlon ha deciso di condividere la sua idea su facebook in modo tale da aiutare tutte le mamme che avranno bisogno di trovare un metodo per calmare i propri bambini prima di entrare a scuola.

 

Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.