10 curiosità sui bambini gemelli

Scritto da
10-curiosita-bambini-gemelli


L’incidenza dei parti gemellari è di circa 1 su 80, di cui oltre due terzi sono gemelli eterozigoti o dizigoti (diversi tra loro) e la restante parte gemelli monovulari o monozigoti (identici tra loro).

I gemelli identici, ovvero quello uniovulari, hanno origine dal medesimo ovulo fecondato da uno spermatozoo che darà luogo poi a un unico zigote, cioè a dire il nucleo originario che si trasformerà in embrione.  

I gemelli dizigoti, invece, derivano dalla fecondazione di due ovuli distinti, ciascuno dei quali si trasformerà in uno zigote con un patrimonio genetico differente. Ciascun embrione poi avrà la sua placenta e la sua cavità amniotica. Al di là delle questioni biologiche, non vi è dubbio che avere dei gemelli è per una mamma un’emozione indescrivibile.

Curiosità sui fratelli gemelli: tu mamma le sapevi?

Ecco di seguito 10 curiosità sui gemelli che forse non conosci.

1 – Gemelli con padri diversi

I gemelli dizigoti possono avere anche un padre diverso. Si tratta tuttavia di una circostanza piuttosto rara: circa 1 su 400.

Il video della settimana

2 – Le mamme dei gemelli sono più longeve

Le mamme dei gemelli sarebbero più longeve. Il fatto stesso di aver partorito dei gemelli può essere interpretato come una sorta di premio da parte di madre natura per omaggiare il loro patrimonio genetico di qualità. Questa circostanza è stata rilevata da uno studio ad hoc pubblicato nel 2011.

3 – I gemelli possono avere la pelle di diverso colore

I gemelli dizigoti possono avere un colore di pelle diverso. Ciò capita quando mamma e papà sono una coppia mista (cosa, tra l’altro, sempre più frequente).

4 – Il linguaggio speciale dei gemelli

I gemelli tra i 2 e i 4 anni mettono solitamente a punto un linguaggio speciale che consente loro di avviare una comunicazione “esclusiva”. Questa sorta di codice segreto è destinato a scomparire quando i fratellini crescono, ma qualcuno di essi continuerà a utilizzarlo anche quando è più grandicello. In termini tecnici si parla di “criptofasia”, ovvero un linguaggio fatto di definizioni inventate, di segni e gesti significativi.

5 – I gemelli e i matrimoni quaternari

È stato rilevato che se due fratelli gemelli maschi sposano una coppia di sorelle gemelle femmine (matrimonio quaternario), i loro figli possono essere considerati fratelli da un punto di vista genetico.

Continua a leggere per scoprire le ultime 5 curiosità che forse non sapevi sui bambini gemelli.

6 – Parti gemellari da record

Detiene il record di maggior numero di bambini nati da parti gemellari Valentina Vassilyeva, una donna russa che con 16 parti ha messo al mondo ben 69 figli.

7 – Gemelli: le impronte digitali sono diverse

Anche se si tratta di gemelli monozigoti, le loro impronte digitali risultano differenti. Queste ultime, per quanto possano essere simili, non sono identiche. A incidere sulle caratteristiche delle impronte digitali, infatti, non è solo il codice genetico ma anche una serie di fattori legati allo sviluppo del feto nel grembo materno. Basti pensare che è sufficiente una diversa lunghezza del cordone ombelicale per rendere diverse le impronte digitali.

8 – I gemelli interagiscono tra loro già nel ventre della mamma

I gemelli instaurano una relazione tra di loro già nel corso della vita intrauterina: a 14 settimane, ad esempio, si abbracciano e a 18 si toccano l’un l’altro.

9 – In America esiste la capitale dei gemelli

Negli Stati Uniti ed esattamente in Ohio si trova Twinsburg, dove ogni anno si festeggiano i gemelli con spettacoli e manifestazioni. Ne approfittano studiosi e fotografi per scoprire e immortalare nuove curiosità su questi fratelli speciali (soprattutto quelli monozigoti).

10 – Le mamme over 35 hanno più probabilità di avere gemelli

Più una donna è adulta più aumentano le possibilità di avere un parto gemellare. Le over 35, infatti, producono una maggiore quantità di ormone follicolo-stimolante (FSH), il quale, tuttavia, allo stesso tempo, riduce la fertilità femminile.

Categorie dell'articolo:
Guide e Tutorial

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.