Semplici trucchi per combattere le nausee mattutine

Scritto da

Siete incinta da poche settimane, oppure non sapete ancora nemmeno di aspettare un bambino, ma loro, imperterrite, si presentano alla bocca del vostro stomaco, portando fastidio e disagio: sono le nausee mattutine, un disturbo molto diffuso tra tante future mamme che, solitamente, le accompagna per i primi 3 o 4 mesi di gestazione.

Un segnale positivo a livello corporeo: le nausee sono sinonimo di un corretto funzionamento degli ormoni della gravidanza, segno che il bambino cresce bene.

Tutto nella norma, dunque, ma che fastidio!

Qualche trucco per combattere le nausee mattutine, comunque, c’è.

Partiamo dall’alimentazione: potrà capitare che alcuni dei vostri cibi preferiti inizino a darvi fastidio solo all’odore. Cercate di condurre una dieta equilibrata, mangiando ciò che vi fa stare meglio. Tuttavia, alimenti salati e aciduli, cracker e grissini, bevande gasate (in questo caso attenzione però a non eccedere con gli zuccheri) sono comunemente conosciuti per il loro potere di alleviare all’istante il senso di nausea.

Cercate di mangiare piccoli spuntini leggeri ogni volta che avvertite il senso di fame e lo stomaco vuoto. È proprio l’assenza di cibo nello stomaco uno dei fattori che enfatizza la sensazione di nausea. Basterà un po’ di pane, un grissino o qualche alimento a base di preparati integrali, come kamut e cereali, per unire gusto, leggerezza e benessere.

Un altro consiglio molto utile per contenere il rischio di nausee mattutine, è quello di evitare cibi molto saporiti, ricchi di condimenti e spezie: oltre a creare fastidio a livello gastro intestinale, questi cibi potrebbero rendere faticosa la digestione aumentando la nausea.

Tra i cibi migliori, al contrario, lo scettro va allo zenzero: fresco, piccante, sfizioso e ricco di proprietà curative e benefiche, come quella che favorisce una digestione sana e rapida, lo zenzero è un vero alleato contro la nausea in gravidanza!

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Disturbi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *