Quello che succede dopo lo Stato di Grazia (II parte)

Scritto da

Come vi ho descritto in precedenza, sul dopo lo Stato di Grazia è tutto un mistero. Eppure io, oltre a quanto vi ho già raccontato, ahimè, devo aggiungere un altro personalissimo pasticcio!  Tra le altre cose che possono capitarvi dopo gravidanza/parto, ma qui ammetto che siamo nel girone sfigate di brutto, c’è la Sindrome di De Quervain. Ditemi, vi prego, che almeno una di voi l’ha avuta, perché il chirurgo della mano me l’ha spacciata come una cosa più comune di quanto pensi.

I polsi & la Sindrome

Nell’ultimo trimestre, tra i mali che annoveravo, c’era quello ai polsi. Soprattutto la notte, bastava fare semplici movimenti (come sollevare il cuscino) che dal polso si irradiava un fortissimo dolore sino alle dita. Felice di soffrirne solo alla mano sinistra, ricordo di aver detto a mio marito: “Fa malissimo, certo, ma pensa che sfiga se l’avessi avuto alla mano destra.”. Il giorno dopo erano dolenti entrambi i polsi! Felice che la ginecologa mi avesse detto: “E’ una gran rottura, certo, ma con il parto spariranno”. A due mesi dal parto, il dolore persiste! Fatemi stare zitta che ora il dolore è fortissimo, ma si ferma al pollice. Essendo davvero un dolore invalidante, perché non usare il polso e le mani è impossibile, a maggior ragione se hai neonatini in casa da sollevare ogni tre per due, mi sono rivolta sia ad un agopunturista che ad un chirurgo della mano. Poi passo alla Madonna di Lourdes, lo giuro!

Cosa mi è successo? Detto in soldoni, a causa degli ormoni della gravidanza, se siete sfigate come me, può accadervi che si infiammino i tendini che si trovano alla base del pollice. Il dolore è talmente forte che, anche girando la chiave nella toppa, sentirete dolore. Essendo un’infiammazione, la prima cosa da fare sarebbe evitare sforzi, ma non si può, salvo non possiate permettervi delle balie. Poi si può provare con degli antinfiammatori o antidolorifici ma, avendone presi molti nell’ultimo periodo, ho pensato ad una cura diversa, così sto provando con l’agopuntura. Si può tentare, eventualmente, con i tutori, ma anche qui c’è il problema del sollevamento bimba. Un’ opzione è rivolgersi ad uno specialista: Il Chirurgo della Mano.

Convinta di aver risolto, pagando il ticket, ogni mio problema, mi sono trovata con un’unica soluzione, ed un “mal comune mezzo gaudio”. La soluzione sarebbe un intervento chirurgico che andrebbe ad aprire la guaina dentro la quale scorrono i tendini. Un intervento di cinque minuti, apparentemente senza conseguenze. Il mal comune è che, se al momento sono sola a soffrire di questa patologia, presto mi raggiungeranno tutte le mamme con in braccio dodici chili di pargolo. Non a caso, precisa il chirurgo, questa sindrome è nota come malattia delle balie. A parte che io non sono per nulla felice se sta sofferenza se la prendono anche altre mamme, dico con fermezza che “Se Si Chiama Malattia delle Balie, sono loro che se la devono prendere, non noi che facciamo un altro mestiere!”.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Post parto

Commenti

  • Io intorno ai 3/4 mesi dopo il parto ne ho sofferto parecchio..poi dopo un bel po’è andato via da solo. Ora ce l’ho nuovamente ma solo alla mano destra…molto più lieve. Ed io che credevo fossi strana ad avere sti dolori…

    Fausta Fuggiano Fausta Fuggiano 23 dicembre 2015 18:22 Rispondi
  • Io invece pressione alta mentre in gravidanza era ok, qualcuna di voi ne ha sofferto?

    Cinzia Montilli Cinzia Montilli 23 dicembre 2015 21:01 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *