Quelle frasi che le mamme non dovrebbero mai dire

Scritto da
quelle frasi che le mamme non dovrebbero dire

Quante volte vi siete sentite dire “dormi ora che dopo…”, “goditelo ora, perché poi”, “ti lamenti ora, ma non sai …” ? Frasi su frasi. Sentenze su sentenze. Ovvietà che spaventano, allertano. Quasi ci fosse un pericolo imminente da sventare il prima possibile. Una bomba da disinnescare. “Io, ti ho avvertita … poi fai quello che vuoi”.

Alle volte c’è buona fede, altre no. Ci caschiamo in molte, e ne siamo tutte vittime.

Non ho mai capito, perché, fra noi mamme, ci sia sempre una piccola gara in azione. Qualcosa di teso, come un arco pronto a lanciare la freccia, alla prima occasione possibile. Frecce che fanno male, perché vanno a colpire qualcuna come noi. Una donna mossa dall’amore e dalla voglia di fare il proprio meglio.

Spesso è solo un modo per primeggiare. Per insegnare. Per far capire che si è migliori.

Manco sei arrivata al sesto mese di gravidanza, e c’è qualcuna che ti chiede che intenzione hai sull’allattamento.  “Ehm, non so, credo che allatterò…”. “Fai bene, il latte materno è il vero nutrimento per il figlio. E poi, tutte le mamme hanno il latte”. Già ti viene l’ansia. Sai che se, malauguratamente, cambiassi idea, non avessi molto latte e via dicendo, sarai giudicata (male).

Quando, a pochi giorni dal parto, ti trascini per la stanchezza ed il peso, c’è sempre qualcuna che ti consiglia di goderti questo momento. Perché poi è finita. E tu le vorresti mandare a cagare ste mamme: 1) Se il dopo fa tanto schifo, perché avete fatto un figlio? 2) Siete sicure che avere tanti chili in più, un pochino di costipatezza, l’insonnia e un po’ di ansia per il parto, sia tutta sta figata?

Se sei diventata mamma dopo i 35 anni, le mamme “giovani” ti diranno che loro sono diventate mamme presto. Un modo per sottolineare una mancanza. Come se fosse una gara di corsa, per cui vince la mamma arrivata prima, in termini anagrafici. E, se esce il discordo su una seconda gravidanza, ti colpiranno con una frase tipo: “ Eh, certo. Non puoi mica aspettare molto, tu”.

Quando tuo figlio nasce, allora, è proprio finita. Sei alle prese con il gattonamento, e la frase tipo è “devi vedere ora che inizia a camminare”. Sei alle prese con i primi passi, non manca mai quella che ti dice “vedrai quando non vorrà più stare nel passeggino”.

Poi, la competizione passa sui numeri. Se hai un solo figlio, ti dicono “Io ne ho due, non hai idea”; se ne hai due, “ Due erano una passeggiata, con tre non ti dico”. Infine, c’è la partita sull’età dei figli. Non puoi manco dire “Mio figlio ….”, che parte qualcosa tipo: “Era bello prima, devi vedere quando sono grandi come i miei.” Terrorismo puro.

Ecco, in questi casi, ed in pochi altri, preferirei essere un uomo. I padri tutte ste storie non se le fanno. Si godono quello che hanno, senza paragonarsi agli altri. Senza la pretesa di insegnare o di dimostrare qualcosa.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Mamme Blogger

Commenti

  • Ares El Merlo Merlanti ooohhh

    Barbara Meli Barbara Meli 19 aprile 2017 14:06 Rispondi
  • Amore piccolo

    Ramona Raducan Ramona Raducan 19 aprile 2017 14:11 Rispondi
  • “Non esistono mamme che non hanno il latte! Tutte le mamme hanno il latte!!! Se non arriva il latte devi insistere xche arriva, tutte lo hanno!!”..che ansia!! Io sono una che non ci faccio caso, non ho allattato ma non ne ho mai sofferto..ma ci sono mamme che, x il fatto di non avere latte stanno male, quindi sarebbe meglio che, le mamme saputelle smettessero di girare il coltello nella piaga.

    Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 14:23 Rispondi
    • In primis sono in ospedale che ti fanno il lavaggio del cervello!! Ti considerano un alieno se non allatti…

      Valentina Invernizzi Valentina Invernizzi 19 aprile 2017 14:29 Rispondi
    • Che nervi.. a me in consultorio mi dicevano che non bevevo abbastanza e che dovevo insistere ad attaccare la bimba per questo motivo bevevo come una matta la lasciavo attaccata anche 10 minuti nonostante non usciva più latte un male tremendo capezzoli sanguinanti e il latte mi è andato via comunque.. ok essere pro latte materno ma questo è crudele verso una mamma! Anche io come te non ne ho fatto una malattia per fortuna…

      Mariarosa Milivinti Mariarosa Milivinti 19 aprile 2017 14:41 Rispondi
    • Sì è vero.. mi hanno fatto prendere pasticche, sciroppo.. xche non è possibile non avere latte!!! 3 giorni di ospedale e 3 giorni mio figlio digiuno..In 3 giorni è calato di 650 grammi. Piangeva sempre..E ci credo, stava Sempre attaccato, non usciva niente e loro si ostinavano a dirmi di tenerlo attaccato xche IL LATTE TUTTE LO HANNO.

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 14:45 Rispondi
    • Mariarosa Milivinti idem. Mi dissero che bevevo poco (io ho sempre bevuto 2 litri di acqua al giorno minimo).. due palle mi hanno fatto,x 3 settimane, poi ho fatto di testa mia, e ho fatto meglio! Anch’io un male tremendo avevo.. ogni poppata 20 minuti x parte, lui tirava e ovviamente non usciva niente e tirava ancora più forte.. Dio santo che male! E poi dovevo cmq dargli l’artificiale, xche non usciva niente..Quindi…..

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 14:49 Rispondi
    • Io ero una di quelle che non ha allattato. Ho sofferto molto. Ora, non ci farei più caso, non sarei più triste, per una cosa del genere. Ora so che non è quella la cosa più importante. Certe frasi, però, mi colpivano. Anche quando sapevo che c’era buona fede.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 14:50 Rispondi
    • Valentina eh si, in ospedale, seppur spinte dalle migliore intenzioni, non fanno il bene delle mamme, quando insistono.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 14:51 Rispondi
    • A volte c’è buona fede.. ma tante volte c’è anche cattiveria.

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 14:52 Rispondi
    • Non è facile essere distaccate da queste dinamiche. Sei stata molto brava. Hai capito subito che non era l’allattamento la cosa più importante. Io, invece, non sono stata così lucida. Ci ho messo un paio di mesi, per capire che mia figlia aveva bisogno di una mamma serena, più che del latte materno.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 14:53 Rispondi
    • L’importante è che l’hai capito!! La tua bimba sarà stata più tranquilla anche lei dopo, sicuramente. Xche stressate noi, stressati loro!

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 14:56 Rispondi
    • Ma pure quelle che mettono il becco perché lo allatti ancora a 15 mesi eh…in pratica qualunque cosa fai, sbagli…

      Nikla Rosa Nikla Rosa 19 aprile 2017 15:04 Rispondi
    • Non si può fare niente.. nemmeno il ciuccio gli si può dare, niente. E poi non lo fare dormire nel lettone.. e mi raccomando, non tenerlo troppo in braccio.
      Che noia..

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 15:05 Rispondi
    • A me a 11 mesi dissero che era grande x prendere ancora il biberon a colazione..

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 15:10 Rispondi
    • E certo..verso i 3/4 mesi bisogna passare a cappuccio e brioches..

      Nikla Rosa Nikla Rosa 19 aprile 2017 15:11 Rispondi
    • A me il contrario ,non mi hanno neanche fatto vedere come lo dovevo attaccare,me lo hanno mollato dicendomi signora lo allatti,mi sono dovuta arrangiare,mio figlio provava ad attaccarsi,uscita dall’ospedale con una montata lattea che x quanto erano piene mio figlio non riusciva ad attaccarsi,di corsa compra.il tiralatte,massaggiandomi seno ho scoperto che i capezzoli rientravano in dentro,mio figlio faceva fatica a succhiare, corri a comprare paracapezzoli è durato 3 mesi ,seconda grabidanza cesareo d’urgenza a 8 mesi lei in neonatologia al piano di sopra non ho potuto allattarla subito altro calvario e poco latte, se tornassi in dietro. direttamente latte artificiale, x me è stato piu uno stress che un piacere

      Nadia Brighenti Nadia Brighenti 19 aprile 2017 15:16 Rispondi
    • Come ti capisco …..neonatologia e dopo due settimane non sapeva neanche cosa fosse la tetta e lo stress che ho accumulato lo conosce bene mia mamma povera…. Meno male che il latte artificiale esiste.e poverina quelle che ci additano

      Maria Hop Damato Maria Hop Damato 19 aprile 2017 16:25 Rispondi
    • Ragazze ho partorito 3 mesi fa e latte materno niente ho attaccato anch’io mio figlio fino a farmi uscire il sangue purtorppo non è uscito adesso prende il latte artificiale è cresce benissimo

      Michele Jessica Michele Jessica 19 aprile 2017 17:07 Rispondi
    • Nikla Rosa si si

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 18:06 Rispondi
    • Nikla Rosa sembra che uno li debba odiare i figli… è normale essere in adorazione. Esserne innamorate.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 18:07 Rispondi
    • Nadia Brighenti Guarda, sull’allattamento, la penso come te. Cioè, in certi casi, artificiale subito. Perché anche io ho passato un momento bruttissimo, e certamente lo stress emotivo dell’allattamento mi faceva solo male. Ovviamente, ciascuna deve fare quello che ritiene giusto. Seno o biberon. L’importante è il rispetto verso se stesse e il proprio bambino.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 18:09 Rispondi
    • Però è così, il latte lo hanno tutte ma non tutte hanno il giusto sostegno e la giusta conoscenza. Bisogna farsi aiutare e non c’è nulla di strano o di male. Poi le scelte sono altre ovviamente. Daĺle esperienze delle altre mamme e anche da giusto sostegno a volte si può ricavare quslcosa di buono.

      Lara Gilardi Lara Gilardi 19 aprile 2017 18:23 Rispondi
    • Io il latte non lo avevo, quindi non tutte lo hanno..Io come tante altre donne, ci siamo fatte aiutare, sostenere, ma se non c’è non c’è.

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 18:31 Rispondi
  • Le peggiori sono quelle che pensano di sapere tutto e sempre più di te(soprattutto le donne anziane…).E sembra che lo facciano perché,anzi sicuramente… per invidia e perché magari tu hai fatto un “lavoro”migliore del loro… 🙂

    Tiziana Donzelli Tiziana Donzelli 19 aprile 2017 14:40 Rispondi
    • Sì, brava. Hanno sempre da darti consigli, che nessuno ha richiesto e devono criticare sempre, su tutto.

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 14:54 Rispondi
    • Non ne farei una questione di età. Quanto meno, parlando per me, ho visto che certe frasi, certi “giudizi” o pseudo insegnamenti, sono arrivati da chiunque. Anche da mamme giovanissime, spinte da una certa onnipotenza, dovuta all’età, al fatto di sentirsi forti delle proprie convinzioni. Come anche da persone più mature anagraficamente, spinte, invece, dalla voglia di dire la propria.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 14:56 Rispondi
    • Anche da chi figli non ne ha…..

      Claudia Storai Lalla Claudia Storai Lalla 19 aprile 2017 15:23 Rispondi
    • Infatti…

      Tiziana Donzelli Tiziana Donzelli 19 aprile 2017 17:56 Rispondi
    • Non le sopporto

      Annarita Cioffi Annarita Cioffi 19 aprile 2017 18:04 Rispondi
  • Deborah Forte

    Angela Forte Angela Forte 19 aprile 2017 14:50 Rispondi
  • “Aspetti un maschio??!!!….vedrai, vedrai!!!!! Io sono esaurita!!!”… In effetti non aveva tutti i torti quella poverina, anche perché ne ho avuti 2.

    Ros La Ros La 19 aprile 2017 15:00 Rispondi
  • Io ho partorito che è un mese e spesse volte mi fanno sentire una merda scusate x il termine è il mio primo figlio e sto imparando ora è tutte vogliono fare le proff devi fare cosi cosi cosi

    Antonella Sciarrillo Antonella Sciarrillo 19 aprile 2017 15:54 Rispondi
    • Fa ciò che ti dice il tuo istinto, difficilmente sbaglia, ascolta eventualmente i suggerimenti di mamma, e manda il resto a scopare il mare….. almeno saranno davvero impegnate

      Elisa Eleonora Andreoni Elisa Eleonora Andreoni 19 aprile 2017 17:28 Rispondi
    • Stai tranquilla. Ascolta chi vuoi, e chiedi consigli tu, semmai ne avessi bisogno.

      Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 18:31 Rispondi
    • Grazie mille ragazze

      Antonella Sciarrillo Antonella Sciarrillo 19 aprile 2017 19:00 Rispondi
    • Stai tranquilla che tutto si risolverà nel modo più semplice e naturale, segui il tuo istinto di mamma è ricordati sempre che nessuno conosce tuo figlio come te❤️

      Silvia Berton Silvia Berton 19 aprile 2017 22:16 Rispondi
    • Tu sai già cosa è meglio per voi ♡

      Valentina Alasia Valentina Alasia 19 aprile 2017 23:59 Rispondi
    • Lorena AnneseTinelli Lorena AnneseTinelli 20 aprile 2017 9:47 Rispondi
    • Lascia parlare tutti… io ho partorito 8 mesi fa e il mio “caratterino” poco accomodante non ha dato speranze a nessuno,,. Io figlio è mio e me lo cresco io giusto o sbagliato che sia!!

      Francesca De Gaetano Francesca De Gaetano 20 aprile 2017 16:15 Rispondi
  • Mi fanno impaurire e mi viene normale a rispondere in malo modo dicendo e figlio mio e lo cresco a Madonna mio ognuno è libero di crescere i figli come vuole

    Antonella Sciarrillo Antonella Sciarrillo 19 aprile 2017 15:56 Rispondi
  • Magari riuscirvi ahha

    Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 18:29 Rispondi
  • Non sopporto le so tutto io !! Ti guardano con due occhi appena fai qualcosa che a loro non sta bene !! Io ho imparato a rispondere che io penso a mia figlia e che loro pensano ai loro di figli !!!!

    Pamela Scaggiante Pamela Scaggiante 19 aprile 2017 18:36 Rispondi
  • Ignora …..fai si con la testa ed intanto pensa:” ma una padellata di fatti tuoi no!?”

    Mariella Mondello Mariella Mondello 19 aprile 2017 18:37 Rispondi
  • Essere Mamme e’Meraviglioso tutte stupidate….

    Primula Azzurra Primula Azzurra 19 aprile 2017 18:47 Rispondi
  • Che palle!!! Fanno solo stressare le mamme e il piccolo

    Roberta Bravi Roberta Bravi 19 aprile 2017 18:51 Rispondi
  • Ciao Rossy sai una cosa che diceva la nonna Rosa “Non fa malepati a capa toi PE a capa e n’ata .” Cioè fai sempre tutto con la tua testa se proprio devi ascoltare qualcuno hai la tua mamma che ti ama e sa cosa dirti .Falli parlare tanto c’è gente che se non parla muore .

    Teresa Cipollaro Teresa Cipollaro 19 aprile 2017 19:05 Rispondi
  • Ok non passare i messaggi sbagliati. Ma nemmeno colpevolizzare così. Ho fumato in tutte e 3 le gravidanze e non me ne vanto di certo, anzi ho sempre avuto il terrore che qualcosa andasse male. Ma non permetto a nessuna delle qui presenti di fare la ramanzina a chi non è perfetta come loro.
    Una gravidanza da sola con 2 bambini piccoli non è facile per nessuna e se 1 sigaretta può dare 3 minuti di silenzio per raccogliere le forze e le energie non potete far passare questo per un gesto di una madre degenere senza forza di volontà.

    Chiara Frascati Chiara Frascati 19 aprile 2017 20:01 Rispondi
  • ahahahah

    Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 19 aprile 2017 20:08 Rispondi
  • Per non parlare di quando finalmente hai una gioia e ti segano con “anche la mia quando era piccola così era brava poi. ..”

    Valentina Alasia Valentina Alasia 19 aprile 2017 23:57 Rispondi
  • Mi dissocio …..

    Ornella Rinaldis Ornella Rinaldis 20 aprile 2017 0:24 Rispondi
  • Mia suocera ogni volta che la bimba piange ( 3 mesi ) comincia a ripetere ” secondo me ha sete! Devi darle l acqua! ” “l’acqua ! Un pò di acqua!”
    Caz che tolleranza che ci vuole?!
    Ognuno dice la sua stramberia… ognuno crede di saperne di più di te .
    La veritá è che ogni mamma sa quello che deve fare col proprio piccolo. I consigli solo da medici o puericultrici. Grazie.

    Angela Napoli Angela Napoli 20 aprile 2017 1:10 Rispondi
  • Io me ne sbatto le balle di tutto quello che mi dicono!

    Rossella Squillace Rossella Squillace 20 aprile 2017 3:23 Rispondi
  • Lorena AnneseTinelli Lorena AnneseTinelli 20 aprile 2017 9:46 Rispondi
  • Sabrina Piu Sabrina Piu 20 aprile 2017 9:47 Rispondi
  • Si dice che o figlio muto a mamma o intende

    Teresa Cipollaro Teresa Cipollaro 20 aprile 2017 10:39 Rispondi
  • Credo non si debba peccare di superiorità in nessuno dei due casi se mio figlio/a piange e qualcuno mi dice magari ha sete io provo a dargli l’acqua magari il bimbo piange per quel motivo o quando mi dicevano dormi perche poi… Mio figlio non mi ha fatto dormire per tre anni di fila e non parliamo del mangiare una tragedia avvolte sbagliano più i medici che le nostre mamme e suocere devi ascoltare tutte ma poi decidere tu qual’è la cosa giusta da fare questo e il mio pensiero

    Giusy Rocca Piero Bono Giusy Rocca Piero Bono 20 aprile 2017 12:24 Rispondi
  • Le più “saputelle” poi sono quelle che i figli non li hanno mai avuti e dispensano consigli a destra e a manca come madri esperte! Ecco io quelle proprio non le sopporto.

    Emanuela Fattorossi Emanuela Fattorossi 20 aprile 2017 12:28 Rispondi
  • La gara delle abilità: il mio ha 19 mesi e parla pochissimo, solo poche parole. Ai giardini, la mamma di una bimba notevolmente più bassina mi fa: “ma ancora no parla? È grandino ormai per aspettare. Conosco una buona logopedista, mia sorella porta sua figlia. Se vuole le do il numero… può andare a nome nostro. Ma il pediatra non dice nulla?? Lei all’età di suo figlio parlava già da un po’”. Finito lo sproloquio chiedo: “scusi, ma a che età sua figlia ha iniziato?”. “Guardi, a due anni diceva già diverse parole, ora a 26 mesi è una chiacchierona”. “Mio figlio ha 18 mesi appena compiuti”… panico della signora.

    Francesca Cesaretti Francesca Cesaretti 21 aprile 2017 9:26 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *