Il potere del pancione: l’amicizia tra mamme

Scritto da
Il potere del pancione gravidanza e amicizia tra mamme

Noi donne possiamo essere molto unite e questa scoperta l’ho fatta per caso quando sono diventata mamma. È bastato poco per creare solidarietà femminile: un gruppo, un’esperienza condivisa, una pancia.

Perché il pancione può fare miracoli. Ti rende più bella anche se ti senti orribile, più predisposta al dialogo  e ai rapporti anche se i tuoi ormoni impazziti ti fanno cambiare idea ogni nanosecondo. La pancia aiuta a creare amicizie, unisce le mamme sconosciute e le fa diventare amiche, scambiandosi consigli e raccomandazioni, tenendosi la mano quando c’è necessità.

E così, poco incline alle belle sorprese che arrivano all’improvviso, durante la gravidanza ho sperimentato che noi donne se vogliamo possiamo formare un gruppo speciale. E creare rapporti d’amicizia anche senza conoscerci da una vita.

L’ho scoperto per caso quando ho deciso di frequentare un corso pre-parto in una città in cui conoscere poche persone significa spesso sentirsi ancora più soli. Ho partecipato al corso pre-parto con l’entusiasmo di una bambina al primo anno delle elementari e mi sono ricreduta sul senso dell’amicizia al femminile. Perché anche se ho avuto sempre tante amiche il rapporto si è costruito nel tempo, senza fretta. Ho creato e ricreato i legami con gli anni, il motore della crescita.

Con le mamme del gruppo pre-parto questo tempo non c’è stato, l’abbiamo bruciato a colpi di respirazione e paure, tra un buongiorno al mattino e l’ultimo consiglio della giornata.

Tra di noi si è creato un legame che ora, a distanza di un anno, posso dire sia tra i più belli della mia vita. Perché è proprio vero che la mammitudine è una condizione speciale che ti rende migliore.
Che ti aiuta a capire che non puoi fare da sola e hai bisogno dell’altro.
Che ti spinge a tendere la mano con il sorriso senza avere paura di chiedere sostegno quando non dormi da giorni.

In questo anno ho vissuto solidarietà tra pance, giochi di sguardi complici e desiderio di comprensione. Una comprensione che solo chi sta per diventare madre come te può darti.
Con la giusta intensità.
E allora inviare un messaggio per chiedere un consiglio diventa naturale, svegliarsi e dare il buongiorno a tuo marito e poi alle ex pance è un rito propiziatorio per una bella giornata, organizzare gli incontri con i figli nati nello stesso periodo è l’evento del mese, più di qualsiasi concerto o party in discoteca.

Questo è il gruppo pre-parto per la mia vita fuori casa, il gruppo che mi ha permesso di condividere emozioni forti tra sconosciute e mi ha aiutato a sentirmi parte di un paese che non era mio.
Ad aprire il mio cuore.
Un cuore che ha voglia di dare, da mamma e donna.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Aspetto un bimbo · Gravidanza · Mamme Blogger

Commenti

  • Sara Boninsegna
    Leggi.. È verissimo

    Valentina Marinelli Valentina Marinelli 15 giugno 2016 15:47 Rispondi
  • Grazie alle mie compagne di avventura, le ragazze del gruppo parto <3 Ilenia Rossitto Carmen Valenti Luisa Sanzaro Danilo Jessica Ruggeri Stefania De Luca, Deborah Blancato, Elisa La Rosa e Giusy Barna.

    Sono una mamma Sono una mamma 15 giugno 2016 15:59 Rispondi
  • Simona Cecere ❤️

    Mariagrazia Maffei Valdes Mariagrazia Maffei Valdes 15 giugno 2016 22:53 Rispondi
  • Grazie a te❤️ Sai sempre farci emozionare

    Rossittoilenia@gmail.com' Ilenia 15 giugno 2016 23:42 Rispondi
    • è un pensiero nato dal cuore 🙂

      sonounaneomamma@gmail.com' Eleonora 17 giugno 2016 11:13 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *