Pap Test: quando, come e perchè

Scritto da

La prevenzione è la migliore delle armi per proteggere la nostra salute e assicurarci il benessere fisico e anche psicologico. Negli ultimi decenni, i media hanno posto particolare enfasi sull’importanza di test ed esami che possano diagnosticare per tempo la presenza di eventuali malattie allo stadio iniziale. Uno di questi è il Pap Test, ogni donna dovrebbe effettuare questo esame almeno una volta ogni tre anni, in modo da poter intervenire efficacemente e tempestivamente in caso di necessità.

Il Pap Test serve a evidenziare la presenza di eventuali lesioni tumorali alla cervice dell’utero: si tratta di un esame semplice, veloce e indolore che può fare molto per la salute di noi donne.
Infatti, il tempo medio di esecuzione di un pap test richiede pochissimi minuti: per via vaginale, viene introdotta nell’utero una spatolina e uno spazzolino che, in seguito, vengono strisciati su un vetrino.

Le analisi di laboratorio evidenzieranno se ci sono o meno delle lesioni; si stima che le stra grande maggioranza delle persone che ha un tumore all’utero non si sia mai sottoposta a un pap test.
Le donne che dovrebbero sottoporsi a questo tipo di esame sono di età compresa fra i 25 e i 64 anni che, una volta a triennio, può essere eseguito gratuitamente (esenzione da ticket) nelle strutture sanitarie pubbliche.
Moltissimi ginecologici che operano in regime privato lo eseguono direttamente in studio durante la visita ginecologica.

Per prepararsi al pap test non ci sono raccomandazioni particolari, se non evitare di effettuare lavande vaginali o utilizzare creme nei tre giorni che precedono l’esame, astenersi da rapporti nei due giorni antecedenti e non avere perdite di sangue in corso (il pap test andrebbe effettuato almeno tre giorni dopo la conclusione delle mestruazioni).

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Esami da fare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *