Mamma WhatsApp, trendy o da evitare?

Scritto da

Tecnologia che vai, mamma che trovi, e oggi sembra che non sei abbastanza trendy se non sei una mamma WhatsApp. Che poi, soprattutto durante gli anni della scuola materna quanto mai potrà essere utile? Certo, dipende, tutto è relativo, ma purtroppo la verità è che al momento, almeno fino alle scuole medie, questa rete social di mamme è più che altro un pretesto per mettersi in mostra e far vedere quanto il proprio figlio sia sempre meglio degli altri. Sì perché, care mie, il vostro non sarà mai il figlio più calmo, più obbediente, più intelligente, più atletico, più simpatico. Nossignore, ci sarà sempre uno meglio del vostro, questo è bene che lo sappiate giusto per non avere traumi quando comincerete a mandarlo al nido o alla scuola d’infanzia.

Ma socializzare con le altre mamme serve? Quale utilità c’è? Beh, come in qualsiasi occasione, se si è delle persone socievoli e se piace fare nuove amicizie, questa sarà solamente un’occasione in più, diversamente tanti auguri e benvenute nel club delle apparenze. Troverete sempre all’uscita dalla scuola materna la supermammafiga, quella che mette i tacchi anche per passare l’aspirapolvere e che ha un trucco impeccabile anche quando va a buttare giù i sacchi della mondezza e con un iphone di ultima generazione. Oppure c’è quella supersciatta che lavora e ha 5 figli e corre da una parte all’altra e non si è accorta di avere un calzino blu a l’altro verde. O che vogliamo dire della mamma rappresentante di classe che tutto sa lei?

Ecco, questa è la peggiore. Lei tira le fila di WhatsApp, vi manda messaggini molesti per Natale, Pasqua, per il calendario di classe, per fare il regalino di compleanno  a Gino, Laura, Teresa e Carlo che compiono gli anni questo mese, o per comprare il regalino di fine anno alla maestra. Lei che è sempre così super organizzata, che ha un nome fuori dai soliti Santi del calendario e che pianifica la sua vita e pure un po’ la vostra. Ecco, se WhatsApp serve a tenersi in contatto con queste mamme, forse è meglio tornare al vecchio caro telefono con i tasti.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Mamme e tecnologia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *