Gravidanza: giù le mani dal mio pancione!

Scritto da
toccare pancione gravidanza

Il pancione di una donna in stato di gravidanza molto di frequente attira sguardi indiscreti e, mentre può essere vero che le donne amano stare al centro dell’attenzione, nel momento in cui perfetti sconosciuti (o quasi) cominciano a sfiorarlo, non si può fare a meno di provare un profondo disagio. La cosa diventa ancora più inquietante quando si scopre che queste persone sono fermamente convinte che a ad una donna incinta ricevere simili attenzioni faccia piacere.

Perché piace toccare il pancione di una donna incinta?

Le ragioni potrebbero essere diverse. Alcuni infatti credono davvero che ad una donna in stato di gravidanza non possa che far piacere che venga riconosciuto il suo stato d’attesa. Altri invece lo fanno per il proprio personale desiderio di riuscire a sentire il bimbo che scalcia o si muove all’interno del ventre materno. Per altri ancora poi, quello di avvicinare la propria mano alla pancia di una donna incinta è un gesto silenzioso che viene messo in atto per dimostrarle la propria vicinanza e il proprio supporto.

È normale che anche gli estranei tocchino il pancione?

Anche in questo caso, non esiste una risposta giusta o una sbagliata. Se alla donna in attesa questo non dispiace, allora va bene: ha tutto il diritto di godersi le cure e le coccole che le vengono offerte. Nel momento in cui questo atteggiamento la mette a disagio però, la donna in questione ha tutto il diritto di opporsi. Nessuno può permettersi di giudicarla per questo.

Come comportarsi per impedire di farsi toccare il pancione

In realtà non esiste un modo che garantisca al 100% la sua validità, ma alcune donne che hanno già affrontato simili problematiche hanno provato a raccogliere alcuni preziosi suggerimenti.

La prima regola consiste nel guardarsi intorno. Infatti, ogni qual volta una donna incinta si trovi in un luogo pubblico, quale può essere ad esempio un parco, un centro commerciale o un supermercato, è bene che tenga gli occhi ben aperti. Non è raro infatti che questa, d’un tratto, venga venirle incontro perfetti sconosciuti che camminano verso di lei con un sorriso a 32 denti stampato in faccia. Questo è il momento migliore per allontanarsi! Anche perché, ammettiamolo, è più facile sgattaiolare via piuttosto che dover essere scortesi con uno sconosciuto in un luogo pubblico.

Un altro consiglio sta nel proteggere la propria pancione. Nella gran parte dei casi infatti, se una donna incinta poggia volontariamente entrambe le mani sul proprio ventre, lo sconosciuto non avrà più spazio per toccarlo.

L’ultima soluzione consiste in fine nel dare una risposta ironica a chi chiede di poter toccare il pancione. “Vuoi toccare la mia pancia? Posso farlo anche io con la tua?“. Ovviamente, questo tipo di risposte dovrebbero essere riservate solamente per un certo target di persone. Ad esempio, potrebbe risultare molto scortese fare simili esclamazioni rivolgendosi ad una donna anziana.

In ogni caso, se provate fastidio a farvi toccare in continuazione il pancione, dichiaratelo apertamente: nessuno potrà biasimarvi.

Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Commenti

  • Io ho sempre chiesto il permesso,l’ho fatto con persone che conoscevo

    Nadia Brighenti Nadia Brighenti 21 dicembre 2017 21:35 Rispondi
  • A me non dava fastidio, anzi fa piacere è una carezza. Che noiose quelle gelose di tutto…

    Manuela Zuddas Manuela Zuddas 21 dicembre 2017 23:16 Rispondi
  • Si io ero gelosa della mia pancia mi dava fastidio

    Michela Tralce Michela Tralce 22 dicembre 2017 10:40 Rispondi
  • A me non dava fastidio se erano di famiglia stretta ma sconosciute o conoscenti cercavo di evitarlo e mi scostavo anche risultando maleducata

    Laura Molly Stella Santaquilani Laura Molly Stella Santaquilani 22 dicembre 2017 11:00 Rispondi
  • Nn c’è niente di male accarezzare una donna incinta accarezzare il pancione

    Antonia Matera Antonia Matera 22 dicembre 2017 17:22 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *