Gravidanza: le tecniche per combattere i malesseri mattutini

Scritto da
malesseri mattutini
info@maternita.it'

I malesseri mattutini rappresentano una problematica per gran parte delle donne nei primi mesi di gravidanza. Si tratta di disturbi che non devono destare preoccupazioni, ma che al tempo stesso non vanno sottovalutati, bensì affrontati nel modo più giusto, in base a ogni singola situazione.

Gli esperti consigliano innanzitutto di tentare con i metodi naturali e qualora non si abbiano miglioramenti è possibile passare ad altre tecniche. Si consiglia di mangiare poco e spesso, in modo tale da non lasciare mai lo stomaco completamente vuoto né troppo pieno. È inoltre fondamentale rimanere sempre ben idratate, bevendo la giusta quantità di acqua: tuttavia, se possibile, è meglio non mangiare e bere contemporaneamente, perché si potrebbe avere un aumento delle nausee. Piuttosto, prima di bere, è preferibile attendere circa 20 minuti dal pasto.

La principale causa dei malesseri mattutini

Secondo le teorie più affermate e condivise, la causa principale dei malesseri mattutini durante i primi mesi di gravidanza è da attribuire ai cambiamenti ormonali che si verificano nella donna, con particolare riguardo all’azione dell’ormone hCG. Si tratta di un ormone che viene prodotto dal corpo al momento del concepimento e che quindi a sua volta fa in modo che la donna produca più progesterone, al fine di permettere il corretto funzionamento della placenta e garantire la salute dell’utero. Viene infatti definito generalmente “ormone della gravidanza”.

Tuttavia si ritiene che lo stesso ormone abbia un effetto rilassante anche sul sistema digestivo, con conseguenze non positive: si ha un rallentamento nella digestione e questo può portare a reflusso gastrico e a forte acidità, che compare solitamente nelle prime ore della giornata. Bisogna quindi affrontare questi malesseri con la giusta tranquillità e consapevolezza, cercando di limitarne per quanto possibile gli effetti negativi, concentrandosi innanzitutto sulla corretta alimentazione. In ogni caso, esistono delle vitamine specifiche e dei medicinali anti-nausea che si possono assumere anche in gravidanza, sempre sotto stretto controllo medico.

Categorie dell'articolo:
Disturbi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *