Gravidanza: al mare col pancione!

Scritto da
Gravidanza al mare con il pancione
info@maternita.it'

La gravidanza è un momento speciale per ogni donna e, per viverlo nel migliore dei modi, è sempre necessario prestare un po’ d’attenzione a tutto ciò che si fa. Con l’approssimarsi dell’estate sono in molte a chiedersi se sia possibile o meno andare in spiaggia e come comportarsi per evitare l’insorgenza di ogni tipo di problema.

Le ore migliori per recarsi al mare sono sicuramente quelle del primo mattino, quando l’aria ancora non è così calda. Concedetevi passeggiate sulla battigia che vi aiuteranno  a ossigenare muscoli e tessuti nel migliore dei modi ma senza affaticarvi. Una camminata di un’ora non potrà farvi che bene e alla fine rilassatevi con una bella nuotata a rana defaticante. Il peso del pancione verrà sostenuto dall’acqua e la vostra colonna vertebrale troverà immediato sollievo.

E’ possibile anche abbronzarsi un po’ per chi desidera avere una bella tintarella da sfoggiare. I raggi UVA stimolano la produzione della vitamina D, essenziale per il rafforzamento di tutto l’apparato scheletrico. Tuttavia è impensabile esporsi durante le ore più calde perché potrebbe essere davvero pericoloso sia per voi che per il bambino che portate in grembo. Preferite sempre le prime ore del mattino o quelle serali ricordandovi di proteggervi con un filtro solare adeguato soprattutto se avete la pelle molto chiara e delicata.

Volete sentirvi bene con voi stesse? Scegliete il costume che preferite senza porvi troppi problemi e godetevi l’estate. Se desiderate indossare un copricostume durante le vostre passeggiate, optate per capi in cotone o in lino che consentiranno alla vostra pelle di respirare e non vi faranno sudare troppo.

Assicuratevi di avere con voi sempre molta acqua da bere da alternare a succhi di frutta per reintegrare i sali minerali persi. Per attenuare i morsi della fame via libera a frutta e verdura come carote, anguria, melone e pomodori da lavare e preparare in modo tale che non ci siano pericoli di contaminazione da toxoplasmosi.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Bellezza e Benessere

Commenti

  • Si tra l’altro passeggiare in spiaggia sulla riva nelle ore meno calde è consigliatissimo per attenuare il gonfiore dei piedi negli ultimi mesi della gravidanza…

    Martina Presti Martina Presti 10 aprile 2016 11:06 Rispondi
  • Ruggiero Lanotte

    Mia Luisa Violante Mia Luisa Violante 10 aprile 2016 11:50 Rispondi
  • Bellissimi ricordi..andavo fiera del mio panciotto❤..ma ognuna di noi è diversa dall’altra, diciamo che questi sono dei suggerimenti per chi affronta una gravidanza senza nessuna complicazione! E se si ha un dubbio, qualsiasi dubbio, parlatene con il vostro ginecologo. ..sempre.

    Giorgia Batzella Giorgia Batzella 10 aprile 2016 14:05 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *