Il gene ‘Fox 13’ decide il sesso del feto

Scritto da
Il gene Fox 13 decide il sesso del feto

Dal Giappone arriva la scoperta del gene “Fox 13”

Dal Giappone arrivano sempre notizie curiose, insolite o bizzarre. Questa volta un team di ricercatori nipponici dell’Istituto nazionale di Biologia ha fatto una scoperta che riguarda le cellule riproduttive.

Sarebbe infatti responsabilità di un gene, denominato “Fox 13”, la determinazione del sesso del feto. La ricerca è stata condotta su un pesce tipicamente asiatico, il medaka, ovvero il pesce del riso, su cui sono state fatte numerose prove, per arrivare infine a una conclusione.

Il gene “Fox 13”, presente nelle cellule germinali, funzionerebbe come un interruttore, che lancia un segnale rivolto alle cellule riproduttive femminili per impedire la formazione di spermatozoi. Gli scienziati hanno provato a “spegnere” il gene, e hanno visto che le ovaie dei pesci femmina hanno iniziato a produrre spermatozoi insieme a piccole quantità di cellule uovo. In questo modo gli spermatozoi hanno fecondato gli ovuli, nonostante il corpo del pesce continuasse ad avere sembianze femminili.

La ricerca indaga le dinamiche della produzione di spermatozoi

Cosa significa tutto ciò? Significa che le cellule germinali, cioè quelle responsabili della riproduzione, non devono necessariamente risiedere negli organi riproduttivi maschili per trasformarsi in spermatozoi.

Questa ricerca, guidata da Toshiya Nishimura e pubblicata sulla rivista Science Express, ha segnato un passo avanti nel controllo delle tecniche alla base della realizzazione di gameti artificiali. Come afferma Carlo Alberto Redi, docente di Biologia dello sviluppo presso l’Università di Pavia: “i ricercatori giapponesi hanno trovato un elemento, il gene fox 13, che si inserisce in una circuiteria di geni i quali, insieme, governano la differenziazione di una cellula, cioè fanno sì che un gamete si trasformi in un ovulo o in uno spermatozoo. Evidentemente il fox 13 ha una posizione gerarchica particolare se è in grado, una volta silenziato, di far produrre spermatozoi da un pesce femmina”.

Questa scoperta, potrebbe essere una cura per la sterilità, o, permettere la creazione di nuove forme di genitorialità. E voi, che ne pensate? Fino a che punto può o deve arrivare la scienza?

Categorie dell'articolo:
Aspetto un bimbo · Concepimento

Lascia un Commento