La bimba ha il diabete: rifiutata da quattro asili nido

Scritto da
Ha il diabete bimba rifiutata-da-4-asili-nido

Da Reggio Calabria arriva una storia che ha dell’incredibile, quella di una bambina diabetica di 23 mesi rifiutata da ben quattro asili nido perché nessuna maestra si è voluta assumere la responsabilità di prestarle assistenza in caso di eventuale malore. Una vicenda sicuramente sconcertante che denota una mancanza di sensibilità fuori dal comune e l’evidente incapacità da parte del corpo docente di assumersi qualsiasi tipo di responsabilità.

Il caso è stato denunciato dall’associazione “A.G.D. prof. Renato Caminiti” di Villa San Giovanni (RC) che, come si legge nel comunicato, è impegnata da anni in attività di sensibilizzazione, informazione e formazione sul delicato fronte delle problematiche legate al diabete e in azioni di supporto ai giovani affetti da questa patologia e alle famiglie.

Il Piano nazionale per il diabete e i bambini

Il caso di questa bambina, per quanto paradossale, dimostra la realtà in cui sono costrette a vivere ancora oggi le mamme che hanno figli diabetici nonostante il Piano nazionale per il diabete abbia ben definito, nel dicembre del 2012, il ruolo che la scuola deve svolgere a sostegno dei bambini affetti da questa malattia. Sebbene l’asilo nido non sia una scuola a tutti gli effetti, non sarebbe male far presente alle educatrici sotto accusa che secondo il Piano nazionale per il diabete è “indispensabile non discriminare i bambini e gli adolescenti con diabete, evitando atteggiamenti negativi, di pietismo, di diffidenza o di paura nell’assumersi determinate responsabilità”. E con questo abbiamo detto tutto!

Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo · Salute del bambino

Commenti

  • Vogliono i soldi senza fare un cazzo perche una bambina co il diabete che problema gli causano alloro

    Rosaria Sacco Rosaria Sacco 7 ottobre 2016 19:00 Rispondi
  • Certe cose sono assurde non si possono sentire

    Piero Carmela Piero Carmela 7 ottobre 2016 20:01 Rispondi
  • É smp una bimba kome tante… Deve essere accolta ovunque… Bastardi…

    Michela Follo Michela Follo 7 ottobre 2016 20:16 Rispondi
  • È una bambina come tante e ha diritto di stare insieme agli altri bambini.Ignoranti il diabete non è una malattia infettiva,fra un po’ saprà curarsi da sola

    Daniela Baldi Daniela Baldi 7 ottobre 2016 20:25 Rispondi
  • Di Gabriele Giorgia Di Gabriele Giorgia 7 ottobre 2016 20:50 Rispondi
  • No comment è un assurdità!!

    Rosella Reinkardt Rosella Reinkardt 7 ottobre 2016 21:09 Rispondi
  • Senza parole!!!

    Elena Orlandi Elena Orlandi 7 ottobre 2016 21:45 Rispondi
  • L’insulina per lei è un salva vita ma che maestre sono queste ?? Che si vergognino

    Elena Orlandi Elena Orlandi 7 ottobre 2016 21:47 Rispondi
  • che vergogna ma se avessero una figlia con il diabete e non l’avessero presa nell’asilo nido come avrebbero reagito? È una bambina normalevbssta solo a fargli l’insulina che oggi sono con le dosi già preparate cosa gli costava a fargliela queste sono da mandare a zappare la terra Nova fare le insegnanti si vergognassero

    Lorena Geppetti Lorena Geppetti 7 ottobre 2016 22:07 Rispondi
  • Che si vergognatevi

    Benedetta Sala Benedetta Sala 7 ottobre 2016 22:21 Rispondi
  • E’un orrore

    Angela Merenda Angela Merenda 7 ottobre 2016 23:10 Rispondi
  • Ma stiamo scherzando e pazzia licenziate immediatamente chi permesso. Questo il ministero della salute. Provera subito in Italia che vergogna Micca è contagiosa

    Nella Alberesi Nella Alberesi 7 ottobre 2016 23:26 Rispondi
  • Che gli venisse a loro il diabete…!!!Vergognatevi…!!!

    PieroeRosaria LarizzaMusto PieroeRosaria LarizzaMusto 7 ottobre 2016 23:37 Rispondi
  • Antoninoannamaria Leone Antoninoannamaria Leone 8 ottobre 2016 0:10 Rispondi
  • Che cretini

    Paola Ferrua Paola Ferrua 8 ottobre 2016 7:03 Rispondi
  • Vergogna

    Patrizia Vennari Patrizia Vennari 8 ottobre 2016 7:19 Rispondi
  • State attenti se vi viene a voi

    Fina Lupo Fina Lupo 8 ottobre 2016 8:38 Rispondi
  • Le maestre di sostegno non ci sono?

    Angelina Rabini Angelina Rabini 8 ottobre 2016 9:12 Rispondi
  • Che vergogna…..

    Nicole Fraticelli Nicole Fraticelli 8 ottobre 2016 9:37 Rispondi
  • Questa sono ….scuse..che nn dovrebbero esserci……ignoranza ..

    Mara Pellizzer Mara Pellizzer 8 ottobre 2016 9:45 Rispondi
  • Che vergogna. Da mamma diabetica pertanto ho un minimo di rischio di avere un figlio con diabete di tipo 1 sta cosa mi fa incazzare di brutto .

    MenaeSaverio Derosasica MenaeSaverio Derosasica 8 ottobre 2016 11:07 Rispondi
  • È una vergogna…se sono mamme lo è ancora di più… capire la sofferenza di una Mamma che ha una bimba con una patologia a vita e cercherà di non farla mai sentire diversa dagli altri e a partire dall’asilo viene discriminata e tagliata fuori… beh questa è una sconfitta…

    Virginia Bruno Virginia Bruno 8 ottobre 2016 11:17 Rispondi
  • Ecco chi promuove i atti di bullismo… Maestre incapaci , già a 23 mesi targate la vita di una bimba ?

    Florina-cristina Ardelean Florina-cristina Ardelean 8 ottobre 2016 11:26 Rispondi
  • Andiamo sempre peggio. !! Umanità zero anche da parte delle persone educatrici le quali dovrebbero avere maggiore sensibilità dal momento che sono introdotte in ambienti di “educatrici “!!!

    Kira Rizzetto Kira Rizzetto 8 ottobre 2016 13:05 Rispondi
  • Ma che maestre sono

    Lucia Rufoloni Lucia Rufoloni 8 ottobre 2016 13:56 Rispondi
  • Questa notizia è molto triste, ma sinceramente non me la sento di criticare l’atteggiamento di queste maestre……è facile parlare……questa bimba dovrebbe essere affiancata da una persona preparata anche a livello medico…..queste maestre credo che non lo siano……pensiamo se la bimba dovesse avere un malore improvviso!!!! Quindi è lo stato che dovrebbe assumere personale qualificato per poter accogliere bambini con diverse problematiche……

    Maria Rita Carozza Maria Rita Carozza 8 ottobre 2016 15:49 Rispondi
  • Maria Vertola Maria Vertola 8 ottobre 2016 16:21 Rispondi
  • Non è contagioso basta solo che non superi il peso di quello indicato dal medico può fare una via quasi normale se.ci si attiene alle raccomandazioni

    Marianna Sirca Marianna Sirca 8 ottobre 2016 17:16 Rispondi
  • Vergognatevi è sola una bambina come altre .non ha nessuna malattia infettiva .

    Margherita D Margherita D'auria 8 ottobre 2016 17:49 Rispondi
  • Che schifo !!!!

    Antonella De Carli Antonella De Carli 8 ottobre 2016 20:27 Rispondi
  • Teresa Catalano Teresa Catalano 9 ottobre 2016 0:36 Rispondi
  • Puttane le maestre dovete fare l insulina a orario o farla ogni volta che volete mangiare dolce…..e poi attenti alla glicemia se si abbassa assumere zucchero,e se si alza fare l insulina ma nn e mortale se sai guardare la malattia.E nn e infettiva anzi attenti XK se la glicemia supera i 500 di glicemia si va in coma

    Lucia Natalina Covello Lucia Natalina Covello 9 ottobre 2016 4:24 Rispondi
  • Che schifo … Care maestre attente viviamo tutti sotto lo stesso cielo

    Annalisa@hotmail.com' Annalisa 4 novembre 2016 23:02 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *