Annuncio della maternità: quando e come farlo

Scritto da

L’annuncio della propria maternità è una delle notizie più belle che si possano comunicare, ma spesso e volentieri, soprattutto quando si è in attesa del primo figlio, non si sa né quando né come farlo. Vediamo di seguito come procedere nel migliore dei modi.

Quando annunciare la gravidanza

L’annuncio della propria maternità è uno dei momenti più emozionanti della vita di una donna, soprattutto se la gravidanza è stata desiderata intensamente. Tradizionalmente la donna comunica di essere incinta dopo il primo trimestre di gravidanza, in quanto durante il terzo mese viene effettuata l’ecografia ostetrica, la quale è in grado di rilevare eventuali complicazioni. Per le mamme over 35, poi, è consigliabile, per una questione di prudenza, aspettare l’esito di villocentesi o amniocentesi. Senz’altro molte gestanti non sapranno resistere per 90 lunghi giorni e sentiranno la necessità di anticipare il lieto evento a qualcuno. In tal caso è bene condividerlo esclusivamente con gli amici e i parenti più stretti. D’altra parte, nel caso in cui non sia necessario un congedo anticipato per gravidanza a rischio, non è necessario informare immediatamente il proprio datore di lavoro. Ricordiamo, infatti, che la comunicazione deve essere formalizzata entro il settimo mese di gravidanza.

Come annunciare la gravidanza

L’annuncio della gravidanza può essere effettuato in molti modi, a seconda della creatività e della personalità dei futuri genitori. Molti preferiscono farlo a voce, di persona o con una semplice telefonata. Nell’era digitale, tuttavia, molti tendono a comunicarlo con un tweet, con un post su Facebook o, eventualmente, con un messaggio su WhatsApp. Altri ancora, più estrosi e innovativi, vanno alla ricerca di trovate “simpatiche” per stupire e lasciare a bocca aperta parenti ed amici. Alcune foto piuttosto originali che annunciano l’arrivo della cicogna, sono diventate in breve tempo virali. Si pensi, ad esempio, a quella che ritrae la donna incinta che vomita con la testa china sulla tazza del water o a quella in cui vengono messe a confronto le rotondità addominali della futura mamma e quelle del papà (queste ultime provocate da un eccesso di birra!)

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *