Talco per neonati: si o no?

Scritto da
info@maternita.it'

Il talco per neonati è un prodotto che già utilizzavano le nostre nonne per tenere le pelle dei bambini fresca e asciutta, soprattutto durante la stagione estiva, quando i piccoli tendono a sudare molto di più.
Oltre ad avere una profumazione leggera molto piacevole sulla pelle, il talco ha anche numerose altre proprietà: scopriamole insieme.



Come e quando utilizzare il talco dei neonati

L’utilizzo del talco per neonati è molto indicato durante il cambio pannolino o dopo il bagnetto e previene arrossamenti soprattutto nelle parti più soggette all’accumulo di sebo e sudore, come il collo, l’inguine o le ascelle.
Proprio per la sua formulazione così delicata, il talco può essere utilizzato al posto della crema cambio e donerà una freschezza istantanea molto piacevole, senza ungere.
Il talco è anche un ottimo lenitivo, che aiuta a curare la dermatite da pannolino, ed è indicato al posto delle creme quando il bambino ha una pelle molto sensibile.
Prima di applicare il prodotto sul corpo nel neonato è bene assicurarsi che la pelle sia ben asciutta e detersa, e difatti il suo utilizzo è del tutto sconsigliato sulle mucosa e sulle ferite.

Quale talco scegliere per il proprio bambino

Recenti studi hanno dimostrato che il talco per neonati in polvere possa essere collegato all’insorgenza di patologie tumorali, dovute all’inalazione di ingredienti nocivi alla salute.
Le nuove formulazioni di talco liquido e talco non talco hanno le stesse proprietà assorbenti della polvere ma sono maggiormente sicure e più pratiche, in quanto non lasciano fastidiosi aloni bianchi sugli indumenti.
L’utilizzo del talco non prevede quindi nessuna controindicazione, anzi si tratta di un ottimo alleato per le stagioni più calde per profumare la pelle dei piccoli, tuttavia se scegliamo la formula in polvere, è opportuno fare attenzione nelle parti vicino al viso o sull’addome perché il piccolo potrebbe inalarlo più facilmente.
Esistono vari tipi di talco in commercio, ed è quindi bene dare sempre un’occhiata all’INCI del prodotto per valutare al meglio gli ingredienti presenti, oppure farsi consigliare dal pediatra.

In linea di massima il talco se usato saltuariamente non è nocivo, ma come indicato dal Ministero della Salute: “È pericoloso in quanto può essere inalato dal bambino se cosparso in quantità cospicua sul torace e sugli arti superiori o, peggio, aspirato direttamente dal contenitore, se il piccolo lo utilizza per gioco”.

Il video della settimana

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *