Impariamo a giocare con i bambini: qualche consiglio utile

Scritto da
info@maternita.it'/

Giocare con i bambini è semplice e divertente, ma spesso si ha bisogno di qualche consiglio utile per sfruttare al meglio il tempo che si trascorre insieme ai più piccoli, rendendolo un momento di qualità.

Esplorare e mettere in sicurezza l’ambiente

Una delle cose essenziali per i bambini è l’esplorazione del mondo. Si tratta per loro di un fatto davvero importante, perché anche il più piccolo ambiente può essere ricco di dettagli da scoprire e da investigare.
Non abbiate paura di lasciarli giocare da soli. Da piccolissimi, quando iniziano a prendere famigliarità con il movimenti, l’ambiente per loro è un mondo del tutto nuovo e magico. La cosa migliore da fare è mettere in sicurezza la vostra casa, ponendo l’attenzione ad esempio sui cassetti o sugli spigoli.
La libertà di esplorare è direttamente proporzionale all’autostima e al grado di autonomia che i bambini guadagneranno, quindi non crucciatevi se li vedete giocare da soli. In questi momenti i piccoli sono immersi nel loro universo e stanno imparando a cercare dentro di loro le risorse necessarie per riuscire a gestire lo spazio, gli oggetti e sé stessi.

Il video della settimana

Complimenti, anche quando si perde

I bambini devono imparare che non è sempre possibile vincere nella vita. Certo, si tratta di un concetto complesso, ma possiamo aiutarli a cementare le basi di quello che sarà un il comportamento corretto che saranno tenuti a manifestare quando avranno a che fare con altri bambini.
Non dobbiamo eccedere nei complimenti, prima di tutto, così come non dobbiamo mortificarli quando si perde durante il gioco. Anzi, l’importante è gratificare il loro impegno, anche nel caso non siano usciti vincitori da una partita a nascondino. In questa maniera i piccoli impareranno a dare importanza a loro stessi e all’attenzione che hanno messo nel giocare insieme a voi.

Sfruttare la vita quotidiana

Non dobbiamo circoscrivere l’atto del gioco ad un momento esclusivo, ma possiamo anche sfruttare diversi attimi della nostra vita quotidiana e trasformarli in giochi davvero divertenti!
Al supermercato, ad esempio, è possibile coinvolgerli domandandogli di cercare delle confezioni rosse, oppure a mettere nel sacchetto della frutta delle mele o dell’altra frutta.
E in casa? Anche in cucina è possibile coinvolgere i più piccoli cercando di renderli partecipi nella preparazione della tavola: piegare i tovaglioli, ad esempio, è un’attività che li renderà contenti e fieri di aver contruibuto alla realizzazione di qualcosa destinato alla famiglia.
Preparare insieme la pizza è un’attività davvero bella da condividere: impastare per i bambini sarà come manipolare la pasta di sale che magari sono già abituati a maneggiare all’asilo.
Allo stesso modo, un buon consiglio è quello di domandare loro di piegare gli indumenti più semplici o renderli responsabili dei loro spazi, invitandoli a riporre la propria biancheria come calze e mutandine.

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo