Giornata Nazionale dei Diritti dell’Infanzia

Scritto da
giornata-nazionale-dei-diritti-dell'infanzia,

Il 20 novembre di ogni anno si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia, un appuntamento per ricordare l’importanza dei diritti dei fanciulli e degli adolescenti.

L’istituzione di questa celebrazione è stata fortemente voluta per ricordare la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia approvata dall’Assemblea Generale degli Stati Uniti il 20 novembre 1989, uno dei primi documenti dedicati specificatamente al mondo dei bambini.

La Convenzione dei diritti dell’infanzia

La Convenzione è stata ratificata in Italia nel 1991 e ad oggi vi aderiscono ben 190 Paesi, ma la strada da percorrere è ancora lunga visto che i crimini e gli abusi contro i bambini e gli adolescenti si perpetuano ogni giorno.

A cosa serve la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia

La Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia serve soprattutto per focalizzare l’attenzione sui diritti dei più piccoli e indifesi e sono tantissime le iniziative che vengono organizzate per celebrare tale evento.

La Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia serve per riaffermare i principi sanciti nella Convenzione e per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo i problemi e le difficoltà dei bambini.

Cosa contiene la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia

La Convenzione del 1989 contiene al suo interno diverse norme e indicazioni per proteggere i bambini e gli adolescenti e può essere definita come la pietra miliare dei diritti dei fanciulli.

Tra le tantissime enunciazioni contenute all’interno della Convenzione, è necessario menzionare alcuni diritti fondamentali e inviolabili per tutti i bambini e bambine del pianeta:

– diritto ad un nome e ad una nazionalità;
– diritto imprescindibile all’educazione;
– diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo

Oltre ai diritti che devono essere garantiti al minore, nei 54 articoli della Convenzione, viene sancita la non discriminazione per razza, sesso, etnia, religione o opinione, un diritto inalienabile che non sempre viene garantito anche in tempi recenti.

Sviluppi della Convenzione del 1989

Nel febbraio del 2019, il Comitato ONU per i diritti all’infanzia ha stilato le Osservazioni conclusive che riassumono i progressi ottenuti dal 1989 ad oggi per i diritti dei fanciulli ma anche le tantissime criticità riscontrate, auspicando un progressivo miglioramento delle condizioni dei bambini in tutto il pianeta.

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.