Bimbo muore di pertosse: un pericolo allarmante?

Scritto da
Pertosse malattia mortale per i neonati

Pertosse: una malattia che torna a far paura

In questi giorni si è tornato a parlare delle vittime della pertosse. Un bambino di Ginevra è morto infatti ad appena 37 giorni per aver contratto la malattia.

Questo ha aperto un discorso ancora più ampio sul tema vaccini, con i pediatri che invitano i ginecologi a far vaccinare le mamme in attesa. Infatti a volte possono essere gli stessi genitori, che non sono stati vaccinati, a trasmettere la malattia al neonato.

E la pertosse può fare davvero paura, se a contrarla è un bambino molto piccolo. Vediamo perché.

Pertosse: le caratteristiche della malattia infettiva

Si tratta di una malattia infettiva di origine batterica. È considerata una malattia infantile e in genere si prende prima dei 5 anni. Chi l’ha avuta, può riprenderla, perché l’immunità declina nel tempo, diversamente da quello che accade per altre malattie che si prendono nell’infanzia, come per esempio la varicella o la parotite.

Servono due settimane, ed un robusto intervento con antibiotici, per avere la meglio su questa malattia.

Con la vaccinazione i casi si sono ridotti in tutto il mondo: c’è stato però un ritorno, perché quando 30 anni fa ci si vaccinava, non si sapeva ancora che erano necessarie delle dosi di richiamo.

E nel neonato, che succede?

A differenza di altre malattie, anche il figlio di madre immune può contrarre la pertosse, perché gli anticorpi materni non sono sufficienti a proteggere il piccolo. In essi le complicazioni sono più gravi di quelle che possono colpire un adulto. Infatti ci possono essere otiti, polmonite, bronchiti o  affezioni neurologiche con crisi convulsive ed encefaliti. I forti colpi di tosse possono provocare emorragie.

La pertosse, nei neonati e nei bambini con meno di un anno, può essere mortale. In Italia la vaccinazione non è obbligatoria, ma può essere fatta dall’ottava settimana di vita. La seconda dose viene a fatta dopo un paio di mesi e un richiamo a due anni.

Se le persone non si vaccinano, cala l’immunità di gregge, e tutti sono più a rischio. Che ne pensate?

Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo · Salute del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *