Bianco e nero che passione: ecco perchè i neonati lo adorano

Scritto da
info@maternita.it'

La vista di un bimbo appena nato non è ancora completamente sviluppata; fino al quarto mese di età non distingue i colori, ma percepisce solamente la differenza tra luce e buio.



Per questo motivo, il metodo Montessori sfrutta il meccanismo dei contrasti per stimolare l’attività visiva del bambino, accompagnandolo gradualmente nelle sue fasi di crescita. Uno degli strumenti più utilizzati è un libro in cui sono raffigurate immagini in bianco e nero; si tratta di forme semplici, figure geometriche che aiutano il bebè ad agevolare lo sviluppo sensoriale della vista.

Stimoli fai da te

Sul mercato sono disponibili diverse versioni di libri in bianco e nero studiati appositamente, ma una soluzione più economica e gratificante potrebbe essere quella di realizzarne uno con le proprie mani. Tutto ciò che vi occorre è: 2 fogli di cartoncino di dimensioni A4 (uno bianco e uno nero), una matita, un righello, un paio di forbici e della colla. Piegate e tagliate ogni cartoncino a metà dal lato corto e poi ancora a metà ottenendo così 4 rettangoli per ognuno; su quelli bianchi, aiutandovi con il righello, tracciate delle linee a comporre delle forme geometriche. Ritagliate le figure, facendo attenzione a non rovinare i contorni, perché successivamente incollerete i ritagli sui cartoncini neri: ecco pronto un libro che attirerà l’attenzione dei vostri piccoli. I neonati, infatti, distinguono più facilmente i contorni delle immagini grazie al contrasto fra chiaro e scuro e ciò favorisce lo sviluppo della concentrazione e dell’attenzione, oltre che della vista.

Giostrine ad hoc

Essendo i bambini ancora troppo piccoli per afferrare gli oggetti, potrete posizionare il libro vicino alla sua culla o magari mostrarglielo quando lo tenete in braccio. Altri mezzi per stimolare l’attività sensoriale del bimbo sono le giostrine e altri giochini Montessori -anche questi si possono creare in casa- traendo ispirazione e consigli sui libri che parlano del metodo. Per chi non ha tempo né capacità o voglia di cimentarsi, esistono in commercio molti prodotti simili: online sono disponibili libri per neonati realizzati in bianco e nero con giostrine bianche/nere da comporre. A differenza di quelli tradizionali che solitamente sono forniti di carillon e vengono usati per farlo addormentare, questi particolari giochini che sfruttano i contrasti sono da utilizzare quando il piccolo è sveglio e ricettivo, proprio per stimolarne l’attenzione.

I lavori di Tana Hoban

A questo proposito la nota fotografa americana Tana Hoban ha pubblicato diversi libri illustrati. Nei suoi lavori partendo dalle forme geometriche si passa poi alle silhouette di oggetti ed animali che, rappresentati in bianco su sfondo nero o viceversa, permettono al bambino di riconoscere che le figure disegnate appartengono a soggetti del mondo reale. Un meccanismo tutt’altro che semplice che i piccoli acquisiscono non prima dei 18 mesi.

Il video della settimana

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo