A 3 anni, bimbo mangia per la prima volta da solo: ricostuito l’esofago all’ospedale di Alessandria

Scritto da
a-3-anni-bimbo-mangia-per-la-prima-volta-da-solo-ricostuito-lesofago-allospedale-di-alessandria
info@maternita.it'

Bambino di soli 3 anni, affetto da una rara patologia e ricoverato al’ospedale infantile Cesare Arrigo di Alessandria, riesce a mangiare per la prima volta in seguito alla ricostruzione dell’esofago.

Miracolo all’ospedale di Alessandria: un bambino di 3 anni mangia per la prima volta grazie alla ricostruzione dell’esofago

Un bambino di soli 3 anni di origini colombiane era nato con una malformazione congenita che gli impediva di mangiare normalmente e lo costringeva ad avere un tubo in gola per poter sopravvivere. Dopo i diversi tentativi e le operazioni fallite in Sudamerica, lo scorso luglio viene portato in Italia. Viene ricoverato presso il Centro per la Patologia Digestiva Pediatrica Umberto Bosio in Alessandria e, dopo oltre otto ore di intervento, viene finalmente dimesso proprio nel giorno del suo terzo compleanno. Commoventi gli scatti fotografici che immortalano i festeggiamenti dell’equipe medica insieme alla famiglia del bambino.

Alessandria: una ricostruzione esofagea permette ad un bimbo di 3 anni di mangiare per la prima volta

Un vero e proprio trionfo per la medicina italiana quello avvenuto lo scorso luglio in Piemonte, presso l’ospedale infantile Cesare Arrigo. Il piccolo protagonista è un bambino di 3 anni che senza l’intevrneto di un’equipe multidisciplinare non avrebbe mai avuto la possibilità di mangiare come qualunque essere umano. I medici sono intervenuti garantendo il ripristino delle vie naturali ed effettuando una ricostruzione artificiale dell’esofago. Questo è stato ottenuto connettendo il cavo orale allo stomaco attraverso l’utilizzo di un tratto di colon. L’operazione è stata effettuata il giorno del suo compleanno ed è stata festeggiata con tanto di torta. Il bambino è potuto tornare subito a casa con i propri genitori. Sano e felice, ora potrà vivere come un qualunque altro bambino.

Categorie dell'articolo:
Alimentazione