Stampa di organi in 3D: nuove tecnologie contro la sterilità

Scritto da
stampa organi in 3D
info@maternita.it'

Da oggi, grazie alla tecnologia applicata alla medicina, il sogno di chi vuole diventare mamma ma non può rimanere incinta, potrebbe diventare realtà. Un gruppo di ricercatori della Northwestern University di Chicago ha messo a punto un ovaio di gelatina stampato in 3D e delle femmine di topo sterili hanno portato avanti la gravidanza facendo nascere i loro piccoli.

Esperimenti animali di bio-stampa di organi in 3D

Si apre uno spiraglio di luce perché se la sperimentazione andrà a buon fine anche per l’essere umano, chi è sterile a seguito di terapie oncologiche ad esempio, potrà portare avanti la gravidanza. Gli organi artificiali bio-stampati vanno a sostituire gli organi naturali non funzionanti.

Gli ulteriori sviluppi della ricerca per stampare anche gli organi umani

I risultati di ricerca sono stati molto positivi: dopo neanche una settimana dall’impianto, gli organi artificiali si sono ben integrati nell’organismo dell’animale comparendo anche i primi vasi sanguigni. Le cellule dei follicoli hanno ricevuto una terapia ormonale e hanno cominciato a rilasciare ovociti. Tre topoline su sette hanno generato dei topolini che hanno anche allattato.

Ciò ha dimostrato che il sistema ormonale continuava a lavorare anche dopo la rimozione degli organi naturali.

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *